Pizzo dei Croselli “Cima Lucia” (Cima Nord, 2690 m)


Published by tapio , 8 March 2015, 21h52. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Locarnese
Date of the hike: 4 March 2015
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Pizzo Quadro   Gruppo Rosso di Ribia 
Height gain: 1500 m 4920 ft.
Height loss: 1500 m 4920 ft.
Route:20 km. Dettaglio: Cimalmotto parcheggio (1380 m) - Cimalmotto (1405 m) – Pianelli (1386 m) – Pianca (1366 m) – Balm da la Rossa (1355 m) – Mött di Tirman (confine CH/I) – Corte Nuova (1696 m) – Alpe Stufa (1879 m) – Alpe Corona – salita diretta lungo il pendio est al Pizzo dei Croselli Nord (Cima Lucia, 2690 m) – ritorno per la stessa via
Access to start point:Ascona - Ponte Brolla – Valle Maggia – Cevio – Cerentino – Valle di Campo - Cimalmotto
Maps:map.geo.admin.ch

tapio: Con previsioni meteo non certo incoraggianti ma sorretti da una buona dose di ottimismo io e Poge partiamo da Cimalmotto con un cielo ancora sorprendentemente sereno. Affrontiamo il lungo avvicinamento e dopo aver varcato il confine in un punto imprecisato ci ritroviamo sulla sponda giusta del Rio Colobiasca senza dover affrontare guadi improbabili e soprattutto senza dover togliere gli sci. La salita comincia adesso. Il bosco è di quelli “stretti” ma alcune vecchie tracce ci permettono di non perdere tempo a scovare i labili segni di vernice sugli alberi. Usciamo all’Alpe Corte Nuova con un cielo già guastato: l’azzurro è sparito, il grigio è dovunque ma la visibilità è ancora buona. Ancora un breve tratto di bosco e nei pressi dell’Alpe Stufa comincia a nevicare. Un leggero nevischio, per ora, che più in alto si trasforma però in bufera. La visibilità è andata, il vento soffia impetuoso. Sembra la fotocopia del giro fatto con ciolly tempo fa e terminato nostro malgrado al Passo del Groppo.

Anche oggi, ormai, sul fatto di raggiungere la cima ci mettiamo una pietra sopra: in un ambiente così ostile, dopo breve consulto decidiamo sì di proseguire, ma solo per raggiungere i classici “mille metri sindacali” di dislivello.

In queste condizioni guadagniamo la conca dell’Alpe Corona dove a poco a poco il vento diminuisce, la nevicata termina ed il grigio imperante lascia trasparire qualche piccolo sprazzo più chiaro, con un lieve tocco d’azzurro.

Rinvigoriti da questo improvviso cambio di prospettiva decidiamo di continuare: evitiamo il Passo del Groppo e saliamo direttamente verso i pendii est della Cima Lucia. Il Pizzo dei Croselli è alla nostra sinistra con la sua arcigna forma; noi in breve raggiungiamo la sua Cima Nord, chiamata per l’appunto anche Cima Lucia.

La visibilità non è granché, ma è già bello essere qui, dopo la travagliata salita immersa nel grigio. Riusciamo però a scorgere Premia, il Monte Gorio ed il fondovalle di Antigorio, oltre che, a tratti, il Pizzo Quadro ed il Pizzo di Pioda. Anche sul lato della Valle di Campo sembra che ci sia un piccolo squarcio.

La discesa si svolge in gran parte su crosta portante con una leggera spolverata di neve fresca. Più in basso la neve addirittura migliora, anche se c’è un tratto in cui fatichiamo a dominare le impetuosissime folate del vento che annuncia la sua entrata da Nord. Nella zona dell’Alpe Corte Nuova il vento cessa ed è la polvere a farla da padrona. Poi ci lasciamo alle spalle il bosco (zona critica, ma con neve ancora abbastanza buona) ed infine il lungo tratto in piano con leggera risalita finale verso Cimalmotto, in cui evitiamo entrambi di ripellare.

Un grosso grazie a Poge per averci creduto: sia in fase di progettazione, sia, soprattutto, sul terreno, quando tutto remava contro. Alla fine i Croselli hanno ceduto, anche se per la cima maggiore bisognerà probabilmente aspettare la stagione asciutta. Ma i Croselli da sciare, quelli li abbiamo sciati. E va bene così.


Poge:
Bello.

Bello rendersi conto, durante la giornata, che se fossimo stati da soli, molto probabilmente oggi saremmo stati a casa sul divano e molto probabilmente durante la gita, con l'arrivo della nebbia, saremmo subito tornati indietro.

Invece "unire le forze" ci ha permesso di motivarci a vicenda e riuscire ad arrivare in cima e vivere così un'altra bella giornata.

Grazie Tapio, alla prossima.


Hike partners: tapio, Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (12)


Post a comment

Sent 8 March 2015, 22h18
Ambiente che, conosco bene, in quelle condizioni, solo Voi potevate cavarci qualcosa!!
Complimenti. ciao

tapio says: RE:
Sent 8 March 2015, 22h32
Meteorologicamente in quella giornata si è visto di tutto: fortunatamente anche la cima...!
Grazie Amis, a presto,
Fabio

tignoelino says: RE:
Sent 9 March 2015, 00h39
Buone gite, io sarò ai box ancora un po'.

Menek says:
Sent 9 March 2015, 09h24
Due randellatori di dislivelli...

tapio says: RE:
Sent 9 March 2015, 21h57
Mah... Senza le condizioni avverse e la tartaruga della neve appresso (che poi sarei io), Poge lo avrebbe almeno raddoppiato, il dislivello, come minimo...

Andrea! Pro says: RE:
Sent 11 March 2015, 21h25
Ma va la ....

veget says:
Sent 9 March 2015, 13h06
Ciao,
Finalmente!!!! anche oggi rischiava di andare buca.... ma ben si sa che la "fortuna aiuta gl'audaci" e voi possedete questa dote..
Ambiente di prim'ordine anche senza neve..... (a mio parere) soprattutto per la storia Italiana,...... e gli abitanti delle valli adiacenti....
Complimenti a entrambi e buona continuazione
Eugenio

tapio says: RE:
Sent 9 March 2015, 22h01
Erano anni che ambivo ai Croselli, e anche stavolta stavano per sfuggire per un dettaglio meteorologico. Ma con un socio così, è difficile che sfugga qualcosa...! L'ambiente è davvero bellissimo e merita ulteriori esplorazioni, magari potendo contare su di una bella giornata dall'inizio alla fine.
Grazie Eugenio e a presto,
Fabio

Sent 9 March 2015, 18h33
Grande determinazione!=Grande soddisfazione! Doppia!!!! Ciao ALE

tapio says: RE:
Sent 9 March 2015, 22h04
Grazie Ale! La soddisfazione è stata davvero grande! Peccato solo per i panorami, ma per quelli ci saranno altre occasioni e altre stagioni.
Ciao, Fabio

gbal says:
Sent 10 March 2015, 17h38
Sinergie!
Per dirla con Poge....due che valgono cento, messi assieme valgono trecento!
Bravi

tapio says: RE:
Sent 10 March 2015, 18h12
È un bell'aforisma, ma per far sì che sia vero in tutto e per tutto, occorrerebbero due Poge. Diciamo che il mio ruolo sta nel limitare i danni... quando possibile!
Ciao, Fabio


Post a comment»