Anello lago d'Alzasca - lago di Sascòla da Linescio


Publiziert von rambaldi , 30. Oktober 2014 um 23:26.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:19 Oktober 2014
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Cramalina   CH-TI 
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1800 m

Un fine settimana con clima particolarmente mite offre l'occasione di ripercorre un itinerario in veste autunnale a cui sono molto affezionato: la traversata lago d'Alzasca lago di Sascòla.

Lo sviluppo ed il dislivello richiedono più tempo di quello che ho a disposizione, però ogni anno difficilmente si presentano le condizioni buone la Domenica e quindi decido di provare ugualmente anche se so già in partenza di dover rovinare l'escursione andando un po' troppo di corsa per i miei gusti.

 

Scelgo l'itinerario più breve partendo da Linescio per salire a Morella, lungo la magnifica scalinata di pietra. Arrivato all'alpeggio, in posizione decisamente fortunata, mi riposo scattando un po' di fotografie. Riparto verso Valle perdendo un centinaio per scendere ad attraversare il Ri di Sascòla su un bel punte in pietra.

Da Valle riparte verso monte un sentiero ripido che permette di valicare facilmente la costa che declina dal Pizzo d'Alzasca.

Raggiunto il valico si passa dal versante nord-ovest a quello sud est in un coloratissimo bosco di Larici. Qui il percorso diventa decisamente più dolce.

Si raggiunge facilmente la corte nuova dell'alpe d'Alzasca da dove il sentiero si allarga diventando quasi una mulattiera. Seguendo i segnavia si evita di scendere alla corte di fondo e si arriva alla capanna d'Alzasca dove trovo al lavoro un numeroso gruppo di volontari che si appresta a chiudere la struttura preparandola per l'Inverno.

 

Lascio i volontari, che hanno letteralmente “ribaltato” la capanna, e stanno lavorando di buona lena in un bel clima conviviale. Penso che grazie a loro si possono passare indimenticabili giornate in queste capanne e l'Alzasca è una di quelle dove ho sicuramente i ricordi migliori. Peccato non potermi fermare.

 

Dalla capanna si arriva in breve al lago, dove mi concedo una pausa per magiare qualcosa e godermi lo spettacolo offerto dall'Autunno.

Riparto presto (troppo) diretto verso la bocchetta di Cansgei, più o meno in tabella con i tempi che avevo previsto. Arrivato alla bocchetta sono già abbastanza stanco di salire, e mi rendo conto che ho dimenticato che mancano ancora un centinaio di metri prima di valicare di nuovo la cresta per riportarmi sul versante nord.

 

Riparto subito in picchiata sul lago di Sascòla, ricordo che prima di arrivarci c'è da scendere un canalino insidioso. Oggi però la temperatura è molto alta e quindi non corro il rischio di trovare già ghiaccio. La discesa fino al canale è piacevole, con il lago che si nasconde e poi ricompare.

Raggiungo il canale, tetro ed umido come al solito, fa più impressione di quello che in realtà è.

Lungo il breve tratto di discesa bisogna solo fare attenzione a non scivolare visto che le pietre offrono parecchi scalini naturali che facilitano la discesa.

 

Arrivo al lago dove al solito si riflettono i larici. Non ho tempo di fermarmi e riparto velocemente verso Morella e di seguito Linescio.


Tourengänger: rambaldi


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»