Traversata della Valgrande (via Alpe Vald)


Publiziert von atal , 25. August 2014 um 12:02.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:17 August 2014
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I   Vigezzo 
Zeitbedarf: 10:45
Aufstieg: 2329 m
Abstieg: 2660 m
Strecke:Da Malesco a Premosello, passando per la Bocchetta di Cavalla e la Bocchetta di Vald
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Malesco, ho percorso la strada della Valle Loana fino al suo termine.
Unterkunftmöglichkeiten:Io ho pernottato a Colloro, al B&B Cà dal Preu, al termine della traversata. Ci sono diversi bivacchi lungo il percorso: Alpe Bondolo, Alpe Vald di Sopra, Alpe In La Piana, Colma di Premosello.
Kartennummer:CNS 285 Domodossola, Carta Zanetti Parco Valgrande, Carta Sentieri VCO

Quella che segue è la relazione della traversata della Valgrande con partenza dal parcheggio in fondo alla valle Loana (loc. Le Cascine 1255m), passaggio dalla Bocchetta di Cavalla (1842m), Bocchetta di Vald (1824m), Alpe Vald di Sopra (1388m), Alpe In La Piana (959m), Ponte Val Gabbio (949m), Colma di Premosello (1728m) e arrivo a Colloro (500m) in giornata. Essendo da solo e senza la seconda macchina ho pernottato a Colloro. Il mattino successivo, ho recuperato la macchina in Valle Loana, partendo dalla stazione dei treni di Malesco (746m), completando di fatto la traversata da Malesco a Premosello.

Primo giorno (traversata dalla Valle Loana a Colloro)
Da Le Cascine si segue il sentiero fino alla Bocchetta di Cavalla (1h), Qui un cartello indica verso dx il bivacco dell'Alpe Bondolo, dove un sentiero evidente porta a traversare il versante in direzione N anziché a scendere verso O nella conca sottostante (come ci si aspetterebbe). In breve si arriva al rudere dell'Alpe Bondolo superiore 1803m, dove un cartello riporta l'indicazione errata "Caserino delle Pulci 1678m". Ritornato alla Bocchetta di Cavalla, vedo in mezzo ai cespugli un cartello di legno con l'indicazione dell'Alpe Bondolo: seguo l'indicazione e mi ritrovo a scendere lungo il fondo del canalone (ripido, tracce di sentiero poco evidenti) che sprofonda nella Valle dell'Ai.
Raggiunto così il bivacco dell'Alpe Bondolo inf. (1570m, meno di 20' dalla B.tta di Cavalla), guado il torrente e mi immetto sul sentiero che sale alla Bocchetta di Vald. Da qui in poi non ci sono problemi nell'individuare il percorso.
Dalla Bocchetta di Vald (circa 30' dall' A. Bondolo, 2 ore dal parcheggio, escludendo la deviazione non voluta per l'Alpe Bondolo sup.), sono sceso all'Alpe Vald in circa 30'. Dopo l'Alpe Vald si presentano 2 guadi, facili da attraversare nonostante le piogge dei giorni precedenti: il primo sul rio di Biordo, il secondo sul rio Val Rossa, nei pressi della confluenza di quest'ultimo con il precedente (1080m). In questa zona ci sono numerosi passaggi su ruscellamenti, tutti protetti adeguatamente con catene. Il sentiero sale verso la zona dei ruderi dell'Alpe Basciot (1180m) e dopo alcuni saliscendi giunge ad un bivio (segnalato) in corrispondenza a diversi alberi caduti. Il sentiero che scende a sx porta in breve a In La Piana ma, in corrispondenza al bivio, il percorso è poco visibile perché nascosto dai tronchi caduti; il sentiero che sale a dx porta al Mottac ma è l'unico chiaramente visibile da "al di qua" dei tronchi .
Se a questo punto non si sbaglia (cosa che è me è capitata), si raggiunge In La Piana in circa 10' da questo bivio, 1:30 dall'Alpe Vald, 4:00 dal parcheggio in Valle Loana, soste e deviazioni indesiderate escluse.
Da In La Piana (959m), dopo un tratto pianeggiante privo di visuale e una salita nel bosco (circa 100m di dislivello), si arriva all'imbocco della Val Gabbio e qui l'ambiente si fa più dirupato e interessante. In breve si giunge al ponte sul Rio Val Gabbio (circa 35' da In La Piana), lo si attraversa, si percorre un tratto pianeggiante verso dx e poi inizia la (monotona) risalita della Colletta, in un bosco ripido e privo di visuale. Giunti alla Colletta (1270m, circa 45' dal ponte sul Rio Val Gabbio) il sentiero perde leggermente quota e porta a guadare il Rio Val Serena prima, quello della Valle dei Laghetti poi e, su terreno via via più aperto, giunge ai ruderi dell'Alpe Serena (1320m, 28' dalla Colletta). Dall'Alpe Serena il sentiero guada nuovamente il torrente davanti ad una cascatella e sale ripido fino alla Colma di Premosello (1728m, 45' dall'Alpe Serena, 2:36 netti da In La Piana). Dalla Colma sono sceso a Colloro in meno di 2 ore passando per l'Alpe Lut.

Tot. al netto delle soste e delle deviazioni indesiderate: 8:25 (11:00 lorde); dislivello +1820m in salita, -2460m  in discesa, sempre al netto delle soste e delle deviazioni.
 

Secondo giorno (il recupero del mezzo)
Il giorno successivo sono sceso in 20' da Colloro alla stazione di Premosello prendendo la mulattiera che scende sulla sx del circolo ACLI di Colloro. Grazie ad un passaggio in macchina, ho raggiunto la stazione di Domodossola e, in treno, sono arrivato alla stazione di Malesco (746m).
Dalla stazione ho raggiunto il ponte sospeso sul torrente Loana in località Pozzo Vecchio (804m), da dove parte la mulattiera che risale la sx orografica della Valle Loana.
Per arrivare a questo punto ho dovuto intervistare diverse persone, perché in paese non ho trovato cartelli.
Il percorso che ho fatto (immagino che ce ne siano di più diretti) è il seguente: dalla stazione mi sono portato al parcheggio dietro la chiesa. Da qui ho attraversato un campo verso dx e sono passato a sx di un orto, uscendo così su una strada dove si trova un'indicazione per un percorso in MTB per la Valle Loana (sx), in direzione della strada asfaltata (che volevo evitare).  Ho attraversato questa strada e ho proseguito diritto fino al ponte sospeso sul torrente Loana, arrivando così alla partenza della mulattiera. 

Da questo punto fino alla confluenza con la Valle del Basso, non ci sono problemi, poi l'individuazione del percorso si fa più difficile perché una jeppabile (non indicata su nessuna delle mappe consultate) si sovrappone in parte al sentiero e la segnaletica non ne tiene conto in modo adeguato. Passato il Rio del Basso, in località A. Crotte (995m) un cartello indica Le Cascine a dx, Patqueso a sx. Il sentiero nell'erba nella direzione indicata giunge dopo pochi metri ad un bivio, dove non ci sono indicazioni. Andando a sx ci si immette sul percorso per Patqueso, che porta ad attraversare il torrente Loana e raggiungere così la strada asfaltata. Andando a dx si giunge presto sulla jeppabile, che ho percorso verso sx (assenza di cartelli). Dopo un breve tratto anche la jeppabile attraversa il torrente Loana. Prima del ponte, entrando nel bosco sulla dx (bivio non indicato), si trovano dei segni rossi un po' sbiaditi che portano a raggiungere finalmente il punto di partenza (2 ore dalla stazione di Malesco, se non si deve perdere tempo a cercare il percorso).

Tourengänger: atal

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 25. August 2014 um 12:10
Bel girone complimenti!!!La Valgrande è una zona stupenda e selvaggia!!!! Ciao ALE

Max64 hat gesagt: Complimenti
Gesendet am 25. August 2014 um 12:37
Ottima traversata..........fatta in giornata poi!
ciao
Max


Kommentar hinzufügen»