Turchia - Salita all' Emler Dagi m. 3725


Publiziert von patripoli , 27. Juni 2014 um 19:47.

Region: Welt » Türkei
Tour Datum:27 Juni 2014
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: TR 
Aufstieg: 1500 m
Abstieg: 1500 m
Strecke:Percorso di 13,400 km a/r
Unterkunftmöglichkeiten:Safaki Pensyon & Camping

Siamo arrivati ieri sera in questo imponente gruppo di montagne calcaree chiamato Ala Daglar.
Il gestore della locanda che ci ospita ci informa sulle possibilità escursionistiche della zona e, vista la voglia di portarci a casa almeno una cima importante, optiamo per l'Emlet Dagi,.
Per tentare di raggiungere la cima è d'obbligo farsi accompagnare per alcuni km da un fuoristrada fino all'inizio del canyon da cui parte il sentiero.
Alla guida c'è il nostro host Hassan che conduce la sua vecchia Lada su poco più che un sentiero....come se fosse una Ferrari in autostrada.
Corriamo più rischi durante l'andata e ritorno in jeep che in tutta la salita.
'sti Turchi....sono un po' dei fuori di testa alla guida....
Tornando a noi.....la salita inizia con una discesa, perchè da un dossetto bisogna scendere a imboccare un gigantesco canyon/canale, che da subito, essendo ripido, ci permette di guadagnare quota velocemente..
Dopo qualche centinaio di metri di dislivello l'ambiente si apre e ci si trova in una valle contornata da pareti di un calcare perfetto, su cui non sappiamo se siano state tracciate vie, ma sicuramente promettono delizie.
Molto probabilmente alcune superano i 700 metri.
Sempre contornati da questo ambiente stupefacente arriviamo a un piccolo pianetto in cui c'è una tenda con un gruppo di appassionati di montagna turchi.
Da qui alla cima mancano 500 metri di dislivello e loro ci invitano a seguirli, togliendoci qualsiasi dubbio sull'orientamento.
Giunti in vetta ci congratuliamo a vicenda e ci scambiamo gli scatti di rito.
Inutile dire che da queste altezze il panorama è stupefacente: nei dintorni alcune cime svettano sopra i 3500 metri e una sola, seppur di poco, supera la quota dell 'Emler, il Demirkazik, con i suoi 3900 metri o poco più, che però presenta versanti molto ripidi, che promettono battaglia.
La bellissima conca dei sette laghi, sotto di noi, sul lato orientale, completa questo spettacolare paesaggio. 
Ci fermiamo per una mezz'oretta sulla vetta, in balia delle emozioni che credo proviate tutti quando raggiungete una cima, chiacchierando amabilmente con gli amici Turchi che ci hanno preceduto e che si sforzano di insegnarci la loro lingua.
Duro compito!
Iniziamo poi la discesa, che nel primo tratto richiede qualche attenzione, per proseguire poi su terreno meno difficile, composto dalle solite ghiaie degli ambienti calcarei che tanto disturbano in salita....quanto aiutano in discesa.
Arrivati allo sbocco del canale chiamiamo Hassan, che troviamo poi al punto d'incontro convenuto.
Come abbiamo già detto prima, la discesa ci riserva brividi, che credo mi costringeranno a rifare il colore dei miei capelli....

P.S.
Per gli scialpiniisti questa salita è una classica della zona ed è sciabile da cima a fondo, su pendenze a volte anche sostenute, ma mai troppo.

Tourengänger: patripoli


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (8)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2014 um 20:18
Come direbbe Oriano Ferrari... Che Sborooni!
Bravi.
Domenico

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2014 um 20:24
Le poche volte che possiamo spandere....spandiamo!
Ciao e buona gita domani.
Patri

gbal hat gesagt:
Gesendet am 27. Juni 2014 um 21:54
Non so quanto siano grandi le valigie che vi siete portati ma sicuramente quella dei ricordi e delle soddisfazioni è un baule!
Bravi

patripoli hat gesagt: RE:
Gesendet am 29. Juni 2014 um 19:14
La valigia dei ricordi è già bella piena e con quella....dopo il ritorno a casa.... si viaggia si viaggia di nuovo
Ciao

veget hat gesagt:
Gesendet am 29. Juni 2014 um 20:42
Che coppia!!!! pronti ad affrontare qualsiasi rischio,,,, anche disposta a cambiare il colore dei capelli!!
Proposta affascinante..... Il gestore poi.... , paragono lo stesso ai gestori delle osterie dei villaggi sulle nostre montagne , i quali mettevano a disposizione dei turisti le proprie conoscenze...e mezzi ( muli..).. L'ambiente straordinario, la meteo da par suo vi ha riservato, il meglio.. Ve lo siete meritato visto il coraggio nel districarvi in zone mai viste!!!!
Complimenti!!!! da
Eugenio
A presto...

patripoli hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. Juni 2014 um 20:42
Grazie dei complimenti!
Ci vediamo presto.....
Patrizia

bigblue hat gesagt:
Gesendet am 2. Juli 2014 um 10:25
......meraviglia.....meraviglia......delle meraviglie.....questi colori, questi paesi tra i miei preferiti......quei guidatori pazzi? più di una volta ho pensato, non fosse la mia ora :()).
Cara Patrizia, posso solo dirti "vorrei essere il tuo cappello".......che bella esperienza!
Un caro saluto a te e a Mauro
Pia

patripoli hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juli 2014 um 14:41
Un altro mondo.....diverso e affascinante.....
Ma è ora di tornare....e anche qui......lascio un pezzettino del mio cuore.
Ciao!


Kommentar hinzufügen»