Ferrata Centenario CAO, Monte Grona


Publiziert von Barbacan , 3. Juni 2014 um 17:15.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 1 Juni 2014
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Klettersteig Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 725 m
Abstieg: 725 m
Strecke:Menaggio - Plesio - Monti di Breglia - Rifugio Menaggio - Monte Grona
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Milano è possibile prendere la SS per Como e proseguire per il lato occidentale del lago oppure restare sulla SS36 in direzione Valtellina, uscire a Bellano e prendere l'imbarcadero al vicino molo di Varenna. Da lì col traghetto si arriva a Menaggio, poi si prosegue per Plesio e Monti di Breglia dove si lascia l'auto alla fine della strada asfaltata.
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Menaggio: 20 posti letto
Kartennummer:Kompass m° 91 "Lago di Como/Lago di Lugano"

Dopo la Pisetta avevo una gran voglia di ferrate; il corso roccia dell'ultimo mese è andato bene ed effettivamente anche il desiderio di arrampicare era tanto, ma per questo week-end avevo già messo parola con gli amici di MF per fare una nuova ferrata. E stavolta tocca a quella del Centenario CAO al Monte Grona.

La meta di oggi non è molto alla mano rispetto al solito per cui la sveglia suona molto presto. Dopo una veloce colazione via verso Lecco e Bellano dove alle 7:45 arrivo nel parcheggio dietro la stazione e ritrovo gli amici già lì ad aspettarmi. Scambio di saluti, rimontiamo in auto e ci dirigiamo verso Varenna dove prenderemo il traghetto per Menaggio.
Nel frattempo Graziano e Nonnomario sono già sulla sponda comasca e saliranno diretti al rifugio Menaggio dove poi ci reicontreremo più tardi. Sbarchiamo attorno alle nove meno un quarto e proseguiamo per i Monti di Breglia dove lasceremo l'auto e imboccando il sentiero Alto, arriveremo al rifugio Menaggio dopo 40'. Finalmente il gruppo si ricompatta.

Senza perder tempo ci spostiamo verso la bocchetta del Pizzo Coppa e poi giù all'attacco della ferrata, alla base del primo torrione. L'inizio è bello verticale come piace a me. Tasto la roccia... eccellente! un rapido sguardo all'attrezzatura, set ok, rinvio ok, longe pronta... si va! Come da tradizione apre Senior, poi io, Claudio e tutti gli altri. I primi metri verticali danno un'idea di che pasta è fatta la ferrata e nonostante si salga proprio dritti, la roccia è ricca di appigli ed è un piacere salire senza quasi toccare la catena. Mentre salivamo la vista sul lago era stupenda ma da qui la si gode ancora di più, peccato solo per la leggera foschia verso nord che impedisce la bella visuale sull'alta val masino e più su verso il Rosa.
Dopo una serie di rocce coricate arriviamo al secondo torrione, la cui partenza è caratterizzata da un caminetto leggermente strapiombante e da un paio di staffe. Salendo con la tecnica del camino lo si supera agevolmente per poi continuare lungo uno spigolo aereo che a tratti deve essere aggirato a sinistra e a destra, a seconda della bontà della roccia e della forza che si ha. I ragazzi sotto di me sono entusiasti, volano commenti, wow, figata, bellissimo sto dietro ecc...
Effettivamente è una ferrata molto bella, tecnica, atletica in alcuni punti e che regala grandi emozioni specie se la si affronta con l'idea di un'arrampicata più che di una ferrata in sé. Superata la terza torre seguiamo un tratto di sentiero esposto ed in discesa che adduce all'ultimo torrione; qui c'è una bella placca verticale da affrontare con calma. Prendendosi il tempo necessario si può salire tranquillamente senza mungere troppo la catena! Parto deciso ma il caldo inizia a farsi sentire... arrivo agli ultimi metri che sono un pochino stanco ma ormai la croce di vetta è lì a due passi. Ultimo sforzo ed è finita. Soddisfazione immensa!

Il paesaggio è magnifico, date un'occhiata alle foto perchè le parole non bastano. In cima c'è un nutrito gruppo che è salito dalla normale o dalla direttissima e facciamo quasi fatica a starci tutti, per cui dopo le classiche foto di rito, scendiamo subito verso il rifugio passando dalla selletta e piegando a destra lasciandoci a sinistra la chiesetta di S.Amate. Arrivati al Menaggio ci fiondiamo all'interno oper un meritato pranzo. Tra una forchettata di polenta e l'altra guadiamo le foto della salita. Concludiamo il pranzo con un ottimo caffe poi giù diretti all'auto perchè il traghetto ci aspetta e verso Lugano arrivano minacciosi nuvoloni carichi di acqua. Di nuovo a Varenna ci salutiamo dandoci appuntamento per un'altra avventura assieme.

Alla prossima!

Tourengänger: Barbacan, lucalore


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 20799.gpx Percorso principale

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3 S
T2 ZS-
T2 S-
14 Aug 18
Ferrata Centenario CAO · Giaco
T3+ S
T3 S
7 Mai 17
Ferrata Monte Grona · igor

Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Daniele66 hat gesagt:
Gesendet am 3. Juni 2014 um 19:51
E vai una alla volta te stai facendo tutte Complimenti Daniele66

Barbacan hat gesagt: RE:
Gesendet am 4. Juni 2014 um 09:16
Grazie Daniele. In particolar modo questa ferrata mi è piaciuta più delle altre, forse per via della roccia e del paesaggio.

lucalore hat gesagt: RE:
Gesendet am 4. Juni 2014 um 11:08
Confermo Alberto è stata davvero una bellissima ferrata! Dai che tra un po' facciamo anche la Pesciola!

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 4. Juni 2014 um 11:59
Sempre the best la ferrata del Grona! bravi!


Kommentar hinzufügen»