Saliscendi tra Como ed Asso


Publiziert von Panoramix , 22. Mai 2014 um 09:56.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:17 Mai 2014
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 11:00
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Stazione ferroviaria Camnago - Lentate linea S11 - Milano Como
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Stazione ferroviaria di Asso - Linea regionale per Milano Cadorna scendere a Seveso e poi con linea S4 a Camnago - Lentate (oppure circa 2,5 km a piedi da Meda o da Seveso stessa)

La partenza non e' delle migliori ... alla ricerca dell' inizio della pedonale per Brunate un passo falso mi fa cadere di colpo dritto steso sull' asfalto ... Incredulo per quanto succcesso constato i danni ... una bella botta sotto il ginocchio ... ma in salita non sento male  per cui parto. La pedonale non e' in buone condizioni ... mi sa che la prossima volta optero' per l' altro itinerario (via San Donato) anche se un poco piu' lungo (credo) ... Arrivo alla baita Boletto lungo la dorsale e aggiro la cima sul lato nord preferito in particolare dai ciclisti ... Piu' cammino e meno sento male nella zona della botta; decido allora per un itinerario che mi obblighi a poche soste ... percio' alla Bocchetta di Molina si cambia programma e svolto a sinistra verso Molina stessa ...
La vista di un capriolo "premia" questa scelta che come altro pregio offre numerosi tratti ombreggiati lungo un sentiero in buone condizioni che, sempre abbastanza largo, alterna tratti lastricati ad altri sterrati fino a sbucare ad un gruppo di baite che precede Molina: qui seguo le indicazioni per "Strada Regia" verso Lemna e Palanzo (tempo indicato: 1 ora) che si raggiunge con un ultimo (monotono) tratto sulla provinciale che si stacca dal lago.  Da Palanzo si continua ancora lungo la Strada Ragia verso Pognana e le sue frazioni: si percorre, prevelentemente in discesa, una mulattiera in buone condizioni attraversando le varie frazioni sempre ben al di sopra della strada Como - Bellagio (notevole la vista dalla chiesa di S. Rooco).  La Strada Regia si sdoppia alla fine di Pognana: io seguo il ramo di destra per Monti di Careno (l' altro porta a Careno) che prende quota rapidamente  e altrettanto rapidamente appare poco frequentato e a tratti coperto dalla vegetazione in generale piuttosto fitta da nascondere a lungo la vista del lago.
Dopo un bivio (segnalato) in cui si continua a seguire la Strada Regia in piano si raggiungono le case superiori di Monti di Careno e ci si innesta su una mulattiera cementata. Inizia ora il tratto che porta al Monte Preaola ben descritto da "rambaldi" qui -> http://www.hikr.org/tour/post65260.html ... Raccomando di tenere sempre la direzione principale e non imboccare (come erroneamente ho fatto io ... 40 minuti persi) un viottolo sulla destra che appare piu' "pestato".  La giusta direzione prosegue sostanzilalmente diritta nel bosco sempre piuttosto fitto che solo a tratti lascia intarvedere S. Primo e i paesi sottostanti Zelbio e Veleso. 2 ometti di pietra ravvicinati fanno capire che siamo su un sentiero ... l' ultima parte e' piu' intuitiva ... rimando nuovamente al report citato prima.  Per erba scivolosa dal Preaola si scende rapidi a Bocchetta Lavignac da cui a sinistra ritrovando un buon sentiero che converge sulla dorsale Como - Bellagio alla Bocchetta di Nesso. Non resta a questo punto la discesa a Caglio (dalla bocchetta omonima) e l'attraversamento del borgo vecchio (notare la scritta dipinta "Accorciatoia per Rezzago")  per arrivare a Rezzago. Per giungere ad Asso scelgo di dirigermi verso i caratteristici "funghi" (parenti di quelli di Zone nel bresciano) per poi incrociare il sentiero proveniente dalla bocchetta di Palanzo. Una discesa finale cementata termina in paese ... resta da attraversare il Lambro (ci sono 2 ponti possibili: uno stradale immediatamente visibile l' altro pedonale , piu' a sud, preceduto da un viottolo in porfido che si stacca in discesa sulla sinistra) e giungere in stazione per il treno di ritorno a casa.  

Tourengänger: Panoramix


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»