Due uomini a zonzo… in MTB tra boschi e valli al confine IT/CH


Publiziert von gbal , 17. Mai 2014 um 19:01.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:14 Mai 2014
Mountainbike Schwierigkeit: WS - Gut fahrbar
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   I 
Zeitbedarf: 3:45
Aufstieg: 494 m
Abstieg: 519 m
Strecke:34,45 km
Kartennummer:Trekmap Italy V2

Era da un po’ che avevamo in programma di fare una bella esplorazione in MTB io ed il mio amico Ermanno. Lui è un ciclista “convinto”, uno che alterna bici da strada a MTB ma in entrambi i casi non torna a casa se non ha macinato km a 2 o 3 cifre! Questa settimana decido che è il momento per tornare nella Valle del fiume Lanza che avevo già seguito per un po’ e cerco però di cucire insieme un altro paio di itinerari per ritornare vedendo anche la Valle del fiume Bevera.
Così ne è venuto fuori un bell’itinerario, anche duretto a volte, che non sempre consente di tenere i piedi sui pedali. Partiti da casa (auto=km 0) l’itinerario vero e proprio inizia dalla località Folla di Malnate (lasciando a dx la Stazioncina della Valmorea) dove si abbandona la provinciale, si scende a sx e si pedala su una bella sterrata che costeggia il Lanza. Di lì a poco si possono ammirare le vecchie cave di Molera. Subito dopo c’è un avventuroso guado del Lanza per poi risalire una china che conduce sulla massicciata della restaurata Ferrovia della Valmorea. Una incredibile pedalata sul pietrame acuminato che ricopre il letto dei binari porta dopo ca. 500 m ai Molini di Trotto, altro reperto archeologico di tempi migliori. Si prosegue sulla via bassa che però è molto vicina al fiume e quindi spesso fangosa (avventura garantita) e si arriva alla Stazioncina di Rodero-Valmorea. La ferrovia è agibile un paio di volte al giorno nelle giornate festive come recita il depliant. Un nuovo guado del Lanza porta a percorrere la parte finale del percorso, comoda davvero, che sconfina in Svizzera, in località Santa Margherita. Dopo una breve sosta per sgranocchiare qualcosa e ammirare i cavalli di un maneggio torniamo indietro fino alla provinciale per Rodero con la quale ci rechiamo a Gaggiolo per un meritato caffè. Lì ci immergiamo di nuovo nei boschi fino a recuperare il sentiero che scende con diversi tornanti al Laghetto delle Betulle, dove nei giorni festivi si radunano folle di pescatori per praticare il loro sport preferito. Oramai siamo nella Valle della Bevera e una bellissima sterrata, a tratti afflitta da grandi buche ancora colme di acqua o fango, percorre la vallata in un idilliaco e verde paesaggio riportandoci nella civiltà in zona Cascina Mentasti. Qui seguiamo per un tratto un altro sentierino che avevo in mente ma di fronte ad una immensa pozza d’acqua invalicabile desistiamo e torniamo su asfalto risalendo per aspra china fino a casa.

Proprio una bella gita! Il nostro Hermann, non pago, nel pomeriggio pedalerà per un altro bel numero di chilometri (altri 22) ma lui…..si sa è per i lunghi percorsi.

Chi volesse sapere di più sul parte del giro trova buon materiale qui.


P.S.: Alcune foto sono del mio precedente tentativo del 13/04.

 

Pillole….del giro:

Dislivello                            500 m ca.
Lunghezza totale                34,45 km

Tempo totale                    3h48’


Tourengänger: gbal


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T2
15 Dez 13
Anello in Valmorea · paoloski
ZS
T1
T1
22 Jan 12
SN1 Chiasso - Novazzano - Stabio · Baeremanni
T1
T1
13 Mär 12
SN2 Stabio - Varese · Baeremanni

Kommentare (16)


Kommentar hinzufügen

veget hat gesagt:
Gesendet am 17. Mai 2014 um 20:38
Ciao Giulio,
con la riproposta della MTB mi fai ricordare le altre facce della Tua poliedricità... Tra l'altro condivido questa tua ulteriore passioncella, anche se da parte mia ,mi accontento di tracciati "molto ma molto" più stradali.... Complimenti!!!
Buona continuazione
A presto
Eugenio

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Mai 2014 um 21:32
Caro Eugenio,
dicono i saggi che il multisport faccia meglio della disciplina unica. Sarà vero? non lo sarà? Io credo di sì.
Quanto ai tuoi giri....strada o sterrato credo proprio che tu li sappia scegliere bene come fai in montagna.
Grazie e buona Domenica!

igor hat gesagt: Wild Mtb
Gesendet am 17. Mai 2014 um 22:31
Bel giro un complemento per la montagna per far resistenza ti consiglio il giro della val colla col rampichino ciao Sir

gbal hat gesagt: RE:Wild Mtb
Gesendet am 18. Mai 2014 um 14:50
Ok Igor, mi informerò su questo giro. Penso sia anche bello oltre che duro.
Ciao

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 09:47
Bel giro!!!!! Ciao ALE

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 14:51
Grazie Ale.

Menek hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 10:24
Vecio mio, non ti fai mancare niente...Grande!
Ciao
Domenico

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 14:54
Davvero Domenico. A volte gli "ozi di Capua" mi tentano ma non vorrei mi rammollissero come è stato per Annibale.
Perciò.....alè alè alè!

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 14:46
Multisport?? Mi ricorda molto il mio periodo di Triathlon, cmq è vero praticare più discipline premia; l'unico problema è avere tempo per un minimo di allenamento.....Ciao grande!

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 14:55
Beh ma tu avevi un obiettivo mentre io ora ho solo quello di stare a galla non di vincere.
Ciao e grazie

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 18:04
Tra boschi e valli in MTB.....
Un'ottima alternativa alla montagna!
Ciao.
Patrizia

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 18:07
Il profumo è sempre quello. Certo pendenze e percorsi wild sono da dimenticare ma anche in MTB ci si possono prendere delle belle pause divertenti......come sa anche una certa Patrizia!
Ciao

Barba43 hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 19:06
Bravo giulio,vorrei provare anchio, mà prima devo allenarmi sul tiroulant,devo fare un po' di polpacci
ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 20:18
Va là Luciano. I tuoi polpacci, se ben ricordo, sono più che sufficienti. Non fare il modesto.
Grazie
Ciao

tapio hat gesagt:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 22:15
Sono anch'io dell'opinione che la poliedricità sia un toccasana per corpo e spirito. Io purtroppo non ho molta familiarità con la bici, ma non è mai detta l'ultima parola... Bravo Giulio, un altro ottimo modo per stare a contatto con la natura ed eventualmente scoprire posti nuovi (il piacere della scoperta!)
Ciao, Fabio

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Mai 2014 um 22:38
Grazie Fabio. Devo dire che la bici la usavo a tempo perso ma riscoprendola per necessità (non ho potuto correre per 2-3 mesi) ho ricontrato dei grossi vantaggi come lo scarico delle articolazioni ma soprattutto il vedere in poco tempo tanti posti che a piedi non è possibile vedere. Questo senza voler propendere per una attività piuttosto che un'altra: sono tutte importanti e hanno tutte i loro pro....e qualche contro.
Ciao


Kommentar hinzufügen»