La muntagna dei Bresà...M. Maddalena-874 mt- + M. Salena- 900 mt- Parzialmente ad anello-


Publiziert von Menek , 13. Mai 2014 um 01:05.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:11 Mai 2014
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 750 m
Abstieg: 750 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Brescia- S. Eufemia Via Noventa- il sentiero parte in prossimità del Torrente Baldovera

Il M. Maddalena è il monte dei bresciani per antonomasia (oltre al Guglielmo), un classico  “fuori porta” dove ci si può arrivare con facilità, un balcone sulla città  molto amato dagli abitanti  della “Leonessa d’Italia”. A Brescia ho molti amici, e dopo trent’anni di frequentazione, mi decido finalmente a  “pellegrinare” in un luogo che ho sempre trattato  con distacco,  una montagna /non montagna  perché considerata troppo vicina alla città… Oggi colmo la lacuna.

Dopo molte ricerche, decido di partire dal quartiere di S. Eufemia –Q 150 mt- (a Est di Brescia), gli innumerevoli sentieri che si staccano da quella zona, si innalzano ripidi  verso il Maddalena seguendo la selvaggia Val Carobbio.

Parcheggiata l’auto in Via Noventa, in prossimità del Torrente Baldovera,  troverete subito le indicazioni per il M. Maddalena, la palina posta all’inizio della strada asfaltata che risale per un brevissimo tratto il nostro percorso , vi dice che il sentiero è il N°1 Cai 2h30 / Via Crucis/ Alta via dell’Amore (vedi foto)… ma è localmente riconosciuto come “sènter dei bus”. Seguite  l’evidente  bollatura e  dopo aver percorso per meno di 100 mt la strada asfaltata, vi ritroverete su una bella mulattiera, questa, con diversi zig zag, vi farà guadagnare subito quota portandovi su una discontinua dorsale. Il sentiero non è mai banale, si passa da un fondo in terra sino ad arrivare ad alcuni passaggi su facili roccette, in alcuni punti, il sentiero sembra quasi lastricato. Da questo crinale, vedrete davanti a voi il Maddalena, sulla Sx  la selvaggia Val Carobbio e a Dx, nelle giornate sufficientemente limpide, il L. di Garda. Si cammina in mezzo a diverse varietà di fiori e ad alberi a  basso fusto, ma soprattutto, non troverete una che sia una casa e o baita a rovinare la visuale. Dopo 1h circa di cammino, troverete  il “bus de la spolverina”( è recintata), qua nei primi anni del secolo e probabilmente anche prima , i locali estraevano la “spolverina”, finissima polvere di  roccia abrasiva utilizzata  per pulire paioli e stoviglie. Proseguendo ancora in discreta pendenza, arriverete in prossimità di un crocevia; a Dx arriva il sentiero che sale da Caionvico, a Sx , il sentiero N° 2/ Triinale che arriva da S. Eufemia, dritti, si va verso la cima. Il sentiero N° 2 lo farò al ritorno. Passato l’unico roccolo esistente in loco, vi addentrerete in un bel bosco, e dopo  15 minuti di cammino, sarete sul Maddalena  C/o Ristorante Grillo. 874 mt.  1h 45 dal via a buon passo. Come avevo già preventivato, una volta arrivato in prossimità del Grillo (la vox populi dice che si mangia bene e si spende poco), ho continuato a camminare  seguendo ancora per un breve tratto il sentiero N° 1, ad un grande bivio successivo, ho preso  il 3 V che passa vicino ad una postazione con ripetitori  ad uso militare, e da lì in poi, il sentiero alternativamente passerà da mulattiera a strada sterrata. E’ una sorta di lunga dorsale e  a tratti, si aprono spiragli visivi su Brescia e sul Lago di Garda. Il percorso è un po’ monotono, ma a rendere sconfortante la situazione, sono i numerosi ripetitori che invadono questi luoghi… più osservi queste mostruosità, e più ti vien voglia di mandare affanculo il telefono cellulare, per non parlare poi della Tv! Dopo 40 minuti di cammino dal Grillo, arrivate  all’ultimo ripetitore, qua siete al  Monte Salena -900 mt- e 2h25 dal via ;  io l’ho scoperto chiedendo ad un local di passaggio. Un tronco posizionato a mo di panchina, si affaccia sul sottostante paese di Botticino e le sue famigerate cave di marmo, se penso che adesso devo mangiare due bocconi con davanti tale scempio, mi gira la “uallera”! L’unica speranza è che la foschia si dissolva così da poter  vedere il Garda, ma la buon’anima di Bernacca a sto giro non ha fatto il miracolo…

Sfanculati anche i cavatori di marmo, è ora di ripartire verso la macchina percorrendo a ritroso il sentiero sino ad arrivare in prossimità del crocevia che vi ho segnalato durante la salita, a Dx, in prossimità di una pozza, il sentiero N° 2 scende a S. Eufemia/Triinale. In bella mezzacosta, attraversate un bosco ben curato, passate un’altra pozza con area attrezzata per il pic nic e continuate spediti senza nessuna difficoltà. Anche qua come all’andata, la mulattiera scorre in un ambiente selvaggio (non sembra vero), arrivati al bivio con il sentiero N° 4, continuate  la discesa tenendo la Sx così da rimanere sul sentiero N° 2. Oltre ai rari segnali Cai, troverete diversi cuori disegnati sui sassi che vi ricordano che siete sul sentiero dell’ammmore… Ora che siete sotto il Sol Leone, non fate fatica a capire quale sia la direzione per S. Eufemia, vi dico questo perché ad un certo punto, una molteplice colorata bollatura  vi invita a girare a Sx, I.G.N.O.R.A.T.E.L.A e proseguite  dritti per il ripido sentiero che scende verso Sud, dopo 10 minuti sbucate a S. Eufemia in via Triinale; dopo essere scesi da una scalinata stile ligure, seguite a Sx la strada asfaltata che vi porterà al parcheggio. 2 h dal Salena senza soste.

Nota 1: La salita e la discesa dal Maddalena è molto bella, l’ambiente è integro a fronte della sottostante Pianura iper costruita. La dorsale sino al Salena a mio parere si può anche evitare, la parte migliore dell’escursione rimane l’anello con i sentieri 1 e 2. Se volete prendere in considerazione un consiglio, arrivati alla Maddalena/ Grillo, seguite per il sentiero delle Pozze e godetevi il Monte, ad un certo punto il sentiero scende al crocevia N°2 / Triinale e chiudete l’anello in questa maniera. Il percorso fatto a sto modo, risulterà gustoso.

Nota 2: Tra A/R 4h30 di buon passo e 750 mt di dislivello. Non prendete sottogamba la salita dal  sentiero N° 1, perché alcuni strappi hanno una discreta pendenza.

A la Prochaine.                               Domenico con il quattrozampemotrici  Olmo.


Tourengänger: Menek


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 20:10
Quante informazioni preziose nel tuo racconto.
Ci hai portato sulla montagna dei Bresciani come fossimo assieme a voi.
Ciao

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 20:51
Ciao Giulio,
ho cercato di rendere il giro "appetibile", sono quote che in questo periodo generalmente non si fanno più. Complice la neve in alta quota, do una ravanata sui sentieri meno battuti. Sono contento che hai apprezzato le (poche) info nella relazione. Credo sia bello conoscere tutti gli aspetti del territorio, di solito trovo poche info riguardo a ciò che gira "intorno" alle montagne. Le montagne le amo in tutto e per tutto, e mi va bene leggere cose della loro morfologia, ma ho sete di conoscenza... anche per questo mi è piaciuto molto il tuo scritto sulla Val di Non!
Un abbraccio
Domenico

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 21:32
Son passato vicino a Brescia sabato scorso, di ritorno da una trasferta "musicale" in Veneto, ma c'era una tale foschia che non mi ha permesso neanche di intravvedere nulla di tutto questo... tranne le enormi cave ben visibili anche dall'autostrada, illuminate da un flebile sole.
Ciao

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 23:04
Pensa te che roba, non si vedeva na cippa ma le cave si! Sticazz...
Sono curioso, suoni in un gruppo? Genere?
Ciao
Domenico

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 23:11
No, no, non suono... son soltanto un po "suonato", quello sì. :)))
Il mio era un viaggio "d'ascolto", spiace deluderti... mi son sobbarcato un bel viaggio per un po' di musica classica "fuori porta".
Ciao

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 23:18
Se sei "suonato" per me no problem,eh eh.
Non sono deluso perchè da "suonato" non suoni, è che fa specie trovare una persona che si fa un tot di strada per un concerto...di musica classica! Doveva proprio valere la pena, in alternativa sei un patito! Bravo comunque. Big respect... Ciao Emi.
Domenico

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Mai 2014 um 00:17
Mettiamola così... "suonato"+"patito"+"ne valeva la pena".
Grazie, respect contraccambiato.
Ciao

cristina hat gesagt:
Gesendet am 15. Mai 2014 um 09:44
Anche sul Beigua c'è uno scempio di antenne e come se non bastasse in Liguria stanno invadendo colli e crinali di pale eoliche!

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Mai 2014 um 10:37
Nooo pensa che voglio fare un giro proprio sul Beiguea....

cristina hat gesagt:
Gesendet am 15. Mai 2014 um 12:08
Su quella che forse è la cima vera e proprio c'è un orrore di croce, poi un'infinità di antenne nascondono una cappelletta.

Se vuoi un posto più carino dove pranzare prendi la sterrata in direzione di Sassello, dovresti trovare ad un certo punto dei segnetti bianchi che portano alla cima Ermetta, bella cimetta e se non c'è nebbia pure panoramica!

Ciao ciao

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Mai 2014 um 19:35
Devo guardare qualche cartina (se la trovo) con le escursioni...
Ma non è un Parco?

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. Mai 2014 um 10:43
Si è un Parco ma si sa come si fanno le cose in Italia...ti consiglio l'Ermetta se vuoi andare al Beigua altrimenti molto più belle e interessanti sono Argenta, Rama e Sciguelo. Da Alpicella puoi fare un anello Beigua-Sciguelo molto bello!

Ciao Cri

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. Mai 2014 um 10:50
Grazie per le info... farò una ricerca appropriata!
Saludos
Dome

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 15. Mai 2014 um 23:42
Eccomi.....mancavo solo io!
Lontana da casa per qualche giorno....riuscivo a leggere le relazioni, ma non a commentare.
Il Monte Maddalena lo conosco...ci andavo ad arrampicare....una vita fa!
Per essere così a ridosso della città non è male.
Tu però ti sposti sempre più a est....
Per quanto riguarda la cima del Beigua....confermo quanto dice Cristina....devastata dalle antenne!
Ciao.

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. Mai 2014 um 10:18
Ciao Patri... eri a spasso per piacere spero!
Ho visto che c'è una parete al Maddalena, c'era gente pronta per l'arrampicata. Non sapevo che arrampicavi... sei una sportiva a 360° !!! Nella parte della val Carobbio la Maddalena mi ha sorpreso, è un'angolo nascosto tutto da scoprire.
Mi sono spostato a Est per 2 motivi: 1 per conoscere alcune zone dove ho girato poco, 2 perchè alle volte avevo i "minuti contati" e mi sono buttato dove pensavo di trovare meno traffico!
Vorrei tanto girare di più verso il lago di Como e zone limitrofe ma ho la nausea dalle troppe case che vedo quando passo in Brianza... Magari se dovessi trovare una buona compagnia mi passerebbe la nausea, :) Per quest'autunno mi sono già prenotato i Corni di Canzo con Cristina & Co.
Per il Beigua allora mi sconsigliate? Avevo visto a Geo un bel documentario...
Un abbraccio
Domenico


Kommentar hinzufügen»