Camusio 2 la vendetta : Salita per la cresta Sud - Via del Santo Patrono


Publiziert von gbal , 11. Mai 2014 um 15:32. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum: 8 Mai 2014
Wandern Schwierigkeit: T5 - anspruchsvolles Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Tamaro-Lema   CH-TI 
Zeitbedarf: 5:00
Aufstieg: 938 m
Abstieg: 938 m
Strecke:8,3 km
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Varese-Ponte Tresa-Mezzovico-Monti di Mezzovico
Kartennummer:Topo Suisse V2

Giulio (gbal) dice: A botta calda: ce l’abbiamo fatta! Stavolta sono tornato forte della compagnia di Emiliano che disponendo di una giornata libera per la festa di San Vittore mi ha interpellato per combinare una gita assieme. Quale migliore occasione per chiudere il conto con il Camusio sul quale avevo fatto un recente tentativo ? E quale nome dare a questa via, una prima per Hikr, se non Via del Santo Patrono ? Potrei già aver detto tutto, succintamente, ma si sa che sono prolisso e quindi ecco i particolari. Ci rechiamo in auto fino al parcheggino dei Monti di Mezzovico guadagnando un’ora di tempo e tanta salute mentre la volta scorsa ero salito da Mezzovico paese a piedi. Lì troviamo un curioso drappello di Confederati, probabilmente proprietari di qualche bella casetta ai Monti che attendono l’arrivo dell’elicottero, non sappiamo bene perchè. Curiosamente il velivolo bianco arriva e scende al parcheggio nel momento in cui imbocchiamo il sentiero e così abbiamo avuto anche questa esperienza di frastuono e soprattutto di turbinìo che ha sollevato polvere cacciandocela negli occhi. Ripartita la bianca libellula ci rimbocchiamo le maniche ed io, munito di tutti i minuziosi conforti tecnologici, sfodero la mia cartina dove avevo preparato una serie di 10 punti di orientamento oltre ad un tracciato che li collegava. Questo per evitare di disperderci e disperdere energie specialmente nella prima parte del percorso che si svolge nella fitta boschina dove usiamo, come la volta scorsa, le pietraie come isole per sottrarci ai fastidiosi tentacoli degli arbusti. L’uso del GPS e la dettagliata preparazione a tavolino è stato determinante per riuscire in un ambiente così “wild”. Come si vedrà, dopo il punto 6 (ca. 1300m), aggirato sulla dx il panettone roccioso q.1246, si comincia ad uscire dalla vegetazione e le cose si fanno più chiare. Inoltre compare improvvisamente un sentiero, probabilmente usato da cacciatori o animali, e dopo poco facciamo conoscenza con diverse balze di roccette che, oltre ad opporsi anche esse alla nostra conquista, ci concedono almeno il divertimento di arrampicare un po’. A scenario ormai aperto la meta contrassegnata da un orribile waypoint di antenne (che pure serviranno!) non si cela più ai nostri sguardi. Raccogliamo le idee e le energie, ci ristoriamo soprattutto di acqua e ripartiamo per l’ultimo balzo. Anziché evitarlo saliamo arrampicando su un promontorietto q.1472m e ormai…..non manca molto: ciò che comincia a scarseggiare è la “birra” ma vi suppliamo in qualche modo. Spesso si procede a quattro zampe sulla insidiosa erba paglia ma piano piano, come le “piccole formichine” di patripoli ci ricongiungiamo in vetta dato che avevamo preferito arrivarci per due vie diverse. Stretta di mano, ci rifocilliamo, ci cambiamo, scattiamo foto (dimentichiamo entrambi il classico autoscatto!) e poi iniziamo la nostra discesa per comodo sentiero prima in un po’ di neve verso l’Alpe Duragno. Dopo il guado del torrente Duragno si procede su un comodo anche se lungo sentiero da considerare T2 che ci riporta ai Monti di Mezzovico festeggiati da un gregge di belle caprette, dal loro cane guida che più che occuparsi dei caprini si occupa di mangiare pezzi di mela dalle mie mani mentre intratteniamo una piacevole conversazione con il pastore…..naturalmente si parla di montagne!

Come concludere il racconto? Ringraziando innanzitutto Emiliano (Poncione) per aver voluto accompagnarmi in questa avventura e poi, visto il calendario…..la dedico a tutte le Mamme del mondo, alpiniste e non!

 

Emiliano (Poncione) dice: Camusio? Chi è "costui"? Possibile che con tutte le volte nelle quali son stato al Tamaro e dintorni, non abbia mai trovato il tempo di dedicargli un giro? Pochi mesi fa' c'era una mezza idea di farlo in invernale con Igor, ma per vari motivi non siamo riusciti a salirvi... poi mi capita di leggere del primo sfortunato tentativo di Giulio circa un mese fa' ed eccolo rifrullarmi nella testa.
 Dunque, come già anticipato da Giulio, approfittando della festività patronale varesina gli propongo un'uscita assieme con tanto di menù degli itinerari, tra cui appunto il Camusio... A lui la scelta... e Camusio fu.
  Per il resto che dire? Una bella sfida su un itinerario letteralmente "inventato" da Giulio, il quale da autentico Maestro ha l'enorme merito d'averlo studiato sin nei minimi particolari. Non è stato uno scherzetto, ma la classica salita in cui hai solo la minima idea di ciò che t'aspetta, per cui dirò che la parte più impegnativa e delicata è stata senz'altro la prima, per ovvi motivi d'orientamento e di scelta dei passaggi migliori... salire su ganne, pendii ostici, roccette, arbusti, boscaglia o aggirare a mezzacosta? Ogni volta si valuta e si decide, e mi pare che l'accordo sia stato sempre perfetto: talvolta ci separiamo per valutare i passaggi migliori, consigliandoci a vicenda... Sbucati su un ripidissimo colle a una quota superiore ai 1300 metri la cresta del Camusio è tutta per noi, chiara come il sole, e da lì è tutto "relativamente" più facile, anche se la salita (50° di media) non molla quasi mai e spesso ci obbliga a "gattonare" sulla paglia o superare facili roccette. A un certo punto ci separiamo, proseguendo io per cresta e Giulio a mezzacosta qualche metro sotto... dunque dirò che è stata una salita davvero stupenda, che mi ha rivelato l'aspetto selvaggio di una cima forse sottovalutata (per primo da me stesso), ma meritevole se affrontata da questo versante "inedito", con l'abisso della Val Cusella quasi sempre alla mia sinistra lungo l'emozionante salita.
In vetta, ahimè, antenne e ripetitori deturpano un po' il paesaggio, ma dopo una salita così son quisquilie...
Arrivato a pochi passi dall'ultimo strappo attendo che Giulio mi raggiunga per salire assieme, provando infine le ultime non banalissime roccette, quando ci sarebbe tranquillamente l'opportunità di evitarle. D'altronde l'appetito vien mangiando. ;)
Lunga e meritata sosta in vetta con pranzo incluso, poi la bella discesa in Valle Duragno (splendida davvero), passando dal relativo alpeggio ancora innevatissimo, goduta in totale relax e con un numeroso gregge di capre che ci "scortano" manco fossimo dei re sino al parcheggio.
Grazie a Giulio, che ha dimostrato una volta di più il suo enorme valore, per avermi concesso questa bellissima "prima" del Camusio, il quale da oggi guarderò con enorme rispetto, cospargendomi il capo di cenere per non averlo mai preso prima in considerazione.

 

Nota: Alla sola salita della cresta Sud del Camusio va applicato T5 mentre per il resto dell’itinerario si consideri T2

 

 

Pillole….della via:

Dislivello                                938 m
Lunghezza totale                  8,3 km

Tempo totale                     5h54’
Salita                            3h00’
Pausa                               45’
Discesa                         2h09’
Tempo netto          5h09’

 

 


Tourengänger: gbal, Poncione


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3 WS I
26 Okt 13
Monte TAMARO (1.962) · zar
T3
T2
24 Mai 14
Camusio (1'650 m.s.m.) · ale84
T3
26 Nov 11
Camusio (1650 m) · siso
T3

Kommentare (44)


Kommentar hinzufügen

igor hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 15:47
Complimenti il camusio e una piccola perla come dire vari 3000 del ticino pochi ci salgono ma regalano belle emozioni.

Chiaro che con il gps di Giulio e' quasi impossibile non arrivare in cima ( vedi la strega).

Emilians bravo ti sei fatto una bella cresta !

Comunque complimenti a tutti e due bravi!

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 15:57
Grazie Igor.
Come sai anche tu quando qualche chiodo fisso ti entra in testa.....bisogna tirarlo fuori.
Apriremo anche il nostro cassetto delle idee Igor.
Ciao!

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 19:48
Ciao Igor,
bella cresta davvero. Un itinerario davvero avvincente e da valutare metro per metro.
A presto
Ciao

numbers hat gesagt: Bene
Gesendet am 11. Mai 2014 um 18:48
Chi la dura la vince.

Ciao

gbal hat gesagt: RE:Bene
Gesendet am 11. Mai 2014 um 19:57
Di sicuro Mario è così, finchè si può!

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 19:16
Cazzutissimi e bravi.....
Bravo Giulio a decidere di andare in due in posti simili.
Bei posti, l'altra volta le immagini di ganna mi avevano detto poco. Stavolta, vista la seconda parte, è spettacolare e divertente.
Daniele

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 19:56
Grazie Daniele.
Sarei andato da solo, no problem, ma l'occasione rara di fare una gita in compagnia di Emiliano era ghiotta.
Contento che ti sia piaciuta la descrizione.
Ciao

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:48
Bè, Giulio, l'occasione "ghiotta" era quantomeno duplice, a questo punto. Non è facile combinare qualcosa, come sai, tra "infrasettimanali" e "domenicali", dunque bisogna cercarsele (le occasioni). ;)

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 22:12
E allora ringraziamo San Vitur, come dice la Pia.
Oh ma poi ce lo dirai cosa hai in mente vero?

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 22:16
Beh, se proprio insisti... ma se ne parlerà a SanVitur 2015. :)

Pippo76 hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 20:41
Preparazione meticolosa, qualche tentativo e soprattutto tenacia e pazienza: è così che si realizzano i progetti più tosti! Applausi!

Giancarlo

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 21:35
Grazie mille Giancarlo, un gran complimento il tuo.
Ciao

tapio hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 21:37
Complimenti per la tenacia nel perseguire l'obiettivo: quando si dice "volere è potere"...!
Un saluto ad entrambi,
Fabio

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 21:48
Grazie mille Fabio.
Non è una certezza ma è una speranza quasi sempre confermata.
Ciao

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 23:19
Grazie Fabio,
i complimenti fatti da te, bravissimo a salire sulle cime più variegate e per le vie più avventurose, valgono doppio.
Ciao

patripoli hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 21:41
Ero certa....anzi certissima....che ci avresti riprovato!
Complimenti a entrambi, per la determinazione e per l'entusiasmo che caratterizza ogni vostra escursione.
In attesa della prossima......un caro saluto!
Patrizia

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 21:54
Un saluto anche a te e grazie per la tua certezza.
Io anche lo ero, non altrettanto di riuscirci e invece....la compagnia ha avuto un effetto sinergico.

Menek hat gesagt:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 22:17
Va che bella coppia... e bei posti! 10 +
Menek

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Mai 2014 um 22:34
Tè vist Domenico? Attenti a quei due :-):-):-)
Un bel mazzo ma è stato bello.
Grazie x il voto super

pm1996 hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 00:02
ero certo che avresti riprovato !!!
Ciao

Paolo

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 09:37
Grazie Paolo.
Buone gite a te

brown hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 07:57
i conti in sospeso vanno regolati...Complimenti per il tosto obbiettivo raggiunto.Paolo

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 09:39
Grazie Paolo (Brown!)
Finchè è possibile i debiti vanno onorati, hai ragione.
Ciao

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 11:05
Ne ero certo! Bravi.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 12:03
Grazie Alex. Back from Copenaghen?

bigblue hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 13:14
....dopo un blackout di ore (simil-tromba d' aria?), riesco a collegarmi.....

Ultima di una lunga lista di complimenti, non posso che aggiungere i miei. I vostri racconti, mi hanno fatto vivere ed emozionare, passo dopo passo, questa vostra entusiasmante ascesa costellata di pendii ripidi, roccette, arbusti, ganne ed una sana pratica, da me molto amata, il "gattonage" .....il tutto su un percorso alternativo, alla cui regia non poteva che esserci Giulio......i sopralluoghi, come sai servono sempre....anche a me quel canale :()))
Complimenti Giulio e Emiliano per tutto-tutto......anche per il gradevolissimo racconto!
Pia

p.s. un piacere condividere con voi lo stesso santo, S.VITUR.....anche su questa sponda e con risotto da tradizione :())....direi scelta ottimale anche per il nome della via.

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 13:44
Ciao Pia,
non sapevo assolutamente che anche aldilà del Verbano si festeggiasse San Vittore...
Comunque grazie, sempre gentilissima.
Ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 13:48
Accomunati sotto l'ombrello protettore di San Vittore ci rimbalziamo cari commenti da una sponda all'altra del Grande Lago. Grazie Pia, so del tuo gattonage e stavolta non abbiamo voluto essere da meno. Ben lungi però dal farlo nel bianco, con i piedi "armati" e in "piolet traction" (quello sport è per "altre eroine"); noi ci siamo accontentati della famigerata erba paglia ma l'azzurro....quello è per tutti.
Grazie Pia
Ciao

bigblue hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 14:09
Caro Giulio,
terreni diversi, ma allo stesso modo, molto delicati, da percorrere con molta attenzione per lasciare il meno possibile al caso. "Eroina" a mangià ul risott da S. Vitur, qui sicuramente posso fare la differenza!
Rinnovo i complimenti per il vostro percorso!!!
Pia

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 14:35
Io rinnovo i ringraziamenti, allora!
E visto che questo risotto mi ha tirato la gola, l'anno prossimo vedremo di intitolare al Santo Patrono qualche nuova via (if any!) dalle tue parti onorando e degustando anche "ul risott tradisiunal" (e qui non vorrei aver scritto castronerie in vernacolo)

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:26
Io avrei già un'idea (neve del 2015 permettendo)... ma non ve la dico. :)>

peter86 hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 18:27
Ciao Giulio,
sei davvero un grande, da questa tua escursione emergono tutte le tue doti:
la saggezza innanzitutto, per aver saputo rinunciare la volta precedente, la caparbietà nel tornare subito alla carica dopo il tentativo fallito, la meticolosità nel preparare alla perfezione il percorso sul gps ed ultimo ma non meno importante la capacità tecnica per affrontare un percorso del genere!!
Ovviamente i miei complimenti vanno anche ad Emiliano, che quando c'è da cimentarsi in percorsi wild ed avventurosi mi pare che non si tiri mai indietro!!
Davvero bravissimi!!
Pietro

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:34
Grazie Pietro, troppo gentile, grazie.
Ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 22:05
Un modo molto carino il tuo di farmi i complimenti. Mia mamma , più sbrigativamente, avrebbe detto "testone" ma, ovviamente preferisco il tuo :-):-)
Grazie tante e.....facci sapere!!! (sai a cosa alludo)
Ciao

micaela hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 18:57
gli amici qui sopra hanno già detto tutto ! che divertimento , già dal titolo ,leggere la doppia descrizione di questa vostra tosta avventura ! bella , la vostra curiosità nello scoprire sto Camusio a modo vostro , la gioia di farcela mossa dopo mossa ; complimenti anche per le foto ! Micaela

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:39
Grazie Micaela,
hai perfettamente ragione... la "gioia" dice tutto. E' stato proprio così, passo dopo passo, anche se francamente in nessun momento abbiamo creduto di non farcela ed eravamo molto fiduciosi e determinati...
Ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 22:07
Grazie Micaela.
Contento che tu abbia apprezzato (finita la rilettura dei Tre Moschettieri? :-):-):-)
Buone gite e....vogliamo leggerti.
Ciao

froloccone hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:18
Cosa dire????hanno già detto tutto tutti!!!!! Io posso solo farvi i miei complimenti,dall'accurata descrizione di entrambi ,fuoriescono le reali difficoltà e le emozioni di una salita very Wild!!!!! Grandi!!!!! Ciao ALE

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 22:09
Ciao Ale.
Grazie molte per i complimenti.
Come dice Emi, ce la ricorderemo per un po' 'sta storia del Camusio, con molto piacere, s'intende.
Un saluto

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 12. Mai 2014 um 21:46
Grazie Ale,
devo dire che ne è valsa la pena... e questa salita credo rimarrà per un po' nella nostra mente.
Ciao

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 13:27
Arrivo 41esimo.......sono lento!

Bello pianificare un'avventura; bello realizzarla e......bello, per noi, l'averci dato in pasto un racconto coinvolgente!

Ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 18:33
41° ma certamente non in ordine d'importanza! Ci mancherebbe che ci facessimo sfuggire il grandemago!
Sono proprio contento di quanto tu scrivi e che il racconto ti sia piaciuto.
Buone gite Aldo

veget hat gesagt:
Gesendet am 13. Mai 2014 um 20:47
Ciao Giulio
Molto bello leggerei i vostri resoconti.. Zone a me completamente sconosciute, che evidentemente offrono terreni a voi famigliari,
Averlo portato a " casa" e non sembrava facilissimo .. Anzi!!!
Premio meritato , alla vostra tenacia e determinazione. Complimenti!!
Da
Eugenio

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Mai 2014 um 14:35
Grazie per l'apprezzamento Eugenio.
La soddisfazione, come avrai capito, è stata grande.
Un saluto
Giulio


Kommentar hinzufügen»