Resegone per la ferrara pizzo d'Erna e Gamma


Publiziert von nano , 10. August 2008 um 16:54.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Klettersteig Schwierigkeit: S+
Zeitbedarf: 1 Tage 4:00
Aufstieg: 1200 m
Abstieg: 1200 m
Strecke:Malnago( funivia)- pizzo d'Erna - cresta Resegone
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Lecco- nuova strada per Valsassina- uscita piani d'Erna - Malnago ( piazzale funivia


Un modo insolito per raggiungere la vetta del Resegone è quello di farsi le due ferrate che lo percorrono, la prima finisce al pizzo dErna dove c'è l'arrivo della funivia da pochi giorni riaperta dopo anni di stop. La seconda parte all'inizio di pian Serada e segue il profilo della seconda punta a sinistra della vetta ( non mi ricordo il nome ) Questa ferrata sbuca su questa punta e seguendo la cresta si arriva in cima al resegone in mezz'ora
Si lascia la macchina poco sotto il piazzale della funivia dove parte una stradina che dopo poche centinaia di metri sbuca su una strada asfaltata, si prende a destra, la strada dopo un K.m diventa di sassi e seguendola si trova a sinistra il cartello indicatore della prima ferrata.
Si parte di fronte ad una parete ripidissima, il primo tratto è composto quasi sempre da scale in quanto la parete non è arrampicabile. a mio parere questo è il tratto meno interessante. Poi la ferrata segue il profilo della montagna e diventa molto divertente e quasi sempre arrampicabile riducendo al massimo l'uso dele catene. Circa a metà percorso vi è un corto ponte tibetano (evitabile) , poi la ferrata prosegue senza difficoltà fino alla croce del pizzo d' Erna.
Per raggiungere l'inizio della ferrata Gamma bisogna scendere un poco ai piani d' Erna e alla confluenza di tutti i sentieri prendere per rif. Azzoni e pian Serada. questo sentiero prosegue in piano fino ad un bivio per il passo del Fò. Qui si prende a sinistra e si comincia a salire fino all'inizio di pian Serada dove prima della valle del Comero a sinistra si trova l'indicazione per la ferrata.
Questa ferrata è notevolmente più impegnativa della prima, sia per l'impegno fisico in quanto richiede tanto uso di braccia e sia a livello alpinistico per dei passaggi impegnativi ed esposti. Questa ferrata segue il profilo di questo dente con dei tratti di raccordo non alpinistici. A mio parere è la più bella della zona con due tratti che la contradistinguono. Il primo è una paretina molto verticale ed esposta molto impegnativa e il secondo il bel camino finale molto faticoso anche perchè le braccia a questo punto sono stanche
Per la discesa vi sono varie possibilità . proseguire fino alla vetta e scendere dalla normale, oppure dalla vetta prendere la semlice ferratina che riporta a pian Serada. Oppure in uscita ferrata si piega a sinistra dove si trova il sentiero del canalone Bobbio. Un ultima possibilita sempre a sinistra è di prendere il sentiero che si sviluppa sulle cresta di sinistra e passando per il passo Giuf ritorna ai piani d'Erna

Tourengänger: nano

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»