Podone (1192 m e 1227) e Monte Filaressa 1133 m


Publiziert von cristina , 3. Dezember 2013 um 10:09. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 1 Dezember 2013
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Strecke:Santuario dello Zuccarello (Nembro)-Lonno-Podone (anticima e cima)-Salmezza-Monte Costone-Filaressa-Bocchetta di Nese-Monte Cavallo-Canto Basso-Olera-Burro-Torrente Nese-Brumano-Lonno-Santuario Zuccarello
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A4 uscita Bergamo. Raggiungere Nembro. Se si vuole partire da Lonno proseguire lungo la strada per Selvino e deviare a sx per Lonno. Altrimenti partire poco sopra Nembro, dal Santuario dello Zuccarello.
Kartennummer:Carta Turistica-Escursionistica N.08 1:25.000

Teniamo duro e anche oggi niente ciaspole.

Parco dei Colli di Bergamo, bellissima escursione per chi ancora non vuole pestare neve.

A Nembro dobbiamo prendere la strada per Selvino e andare a Lonno. Strada chiusa per il rally automobilistico Nembro-Selvino.

“Scusate per andare a Lonno?”
“Siete residenti?”
“No!”
“Non si passa!”
Azz….che facciamo?

Fuori la cartina, allora vediamo…tra cercare un altro accesso e partire a piedi scegliamo la seconda. Per non girare a vuoto nel paese alla ricerca del sentiero, mica siamo in Svizzera che i cartelli te li mettono dalla provinciale! Marco chiede info a un giornalaio, noi dalla macchina lo vediamo gesticolare, la cosa si prolunga, entra un altro cliente che si aggrega alla coppia, Marco N. ed io ci chiediamo…”ce la faremo a partire?”

Finalmente Marco esce e manco fosse un navigatore riesce a portarci al Santuario dello Zuccarello senza sbagliare nemmeno una delle numerose svolte!

Partiamo insieme ad altri escursionisti, scopriremo essere una zona molto battuta, in pratica i Corni di Canzo bergamaschi!

Mulattiera a rampa e poi Percorso Vita, nel senso che se sei sopravvissuto alla mulattiera ora puoi fare anche gli esercizi che ti propinano!

Arriviamo alla Piazza di Lonno. Davanti alla Chiesa ci sono i cartelli Cai per Selvino e Salmezza. Seguiamo le indicazioni per Selvino. Aggiriamo il primo mottarozzo e arriviamo a un colletto. Il sentiero per Selvino rimane a mezzacosta, noi proseguiamo a sx per la ripida dorsale. Qualche rado bollo ma il tracciato è ben visibile e bello ripido. Raggiungiamo così l’anticima del Podona con una grande croce e il capitello delle cime, oggi veramente utile. Panorama eccezionale!

Proseguiamo ora per cresta facendo attenzione alla neve battuta e ghiacciata. Scendiamo per poi risalire alla cima vera e propria del Podona, con croce più sobria.

Scendiamo ora a Salmezza. Altra sosta alla chiesa e vediamo se riusciamo a fare pipì. I bergamaschi sono tutti di corsa e da che sei solo te ne ritrovi uno incollato al sedere oppure uno che sbuca dietro un albero. Ci appartiamo a turno, sento delle voci ma a questo punto chi se ne frega!

Prendiamo il sentiero accanto alla chiesa, attraversiamo una prima volta la strada, breve tratto di sentiero e ancora la strada che seguiamo fino a raggiungere la cresta. Proseguiamo lungo la cresta fino ai piedi della Filaressa. La salita da questo lato è resa un poco più complicata per la presenza di neve gelata, bisogna fare un poco di più di attenzione, l’altro versante essendo a sud invece è pulito e meno ripido.

In cima chiediamo info sui sentieri a un locals che ci dà vari consigli sul proseguimento dell’escursione.

Lasciamo la Filaressa e raggiungiamo la Bocchetta di Nese. Proseguiamo per cresta superando il Monte Cavallo giungendo così al panoramico Canto Basso dove facciamo sosta pranzo.

Dal Canto Basso scendiamo al paesino di Olera, dove chiediamo a due arzille vecchiette se nel paese c’è un bar per un caffè, viziosi! Il bar c’è nella casa di accoglienza. Preso il caffè, torniamo sui nostri passi e riprendiamo le arzille vecchiette che ci fermano per sapere se avevamo trovato il bar e che giro avevamo fatto.

“Ma dove avete la macchina?” ci chiedono
“A Nembro”
“Putanega!!!! E come fate a tornare?”
Spieghiamo loro che ci dovrebbe essere un sentiero da Brumano
“Pota ma è lungo!”
“Ma va!”

Nel frattempo ci raggiunge un gruppetto di locals che appena saputo dove dovevamo arrivare si offrono di accompagnarci in auto, non è stato facile rifiutare il passaggio! Del resto non era lunga, forse era il fatto di dover risalire che li ha lasciati un po’ perplessi!

In ogni caso a Burro lasciamo il gruppetto dopo l’ennesimo rifiuto per il passaggio. Scendiamo al torrente Nese e risaliamo a Brumano. Dietro la chiesa parte il sentiero, bollato di rosso che sale a Lonno. A un certo punto i bolli vanno a dx noi abbiamo continuato sul sentiero non segnato a sx e poco dopo siamo arrivati sopra la piazza di Lonno. I bolli non so se portano a Lonno.

Da Lonno torniamo al Santuario ancora con il Percorso Vita e la ripida mulattiera.

Bel giro, consigliato, tra l’altro offre anche molte varianti.


Tourengänger: cristina, Marco27

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»