Rifugio Guido Corsi & Alpi Giulie


Published by andrea62 , 9 September 2013, 22h55.

Region: World » Italy » Friuli Venezia Giulia
Date of the hike: 3 September 2013
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 5:00
Height gain: 900 m 2952 ft.
Height loss: 900 m 2952 ft.
Route:Malga Grantagar - incrocio col sentiero 625 - rifugio Corsi
Access to start point:Da Tarvisio prendere la statale 54 per il Passo Predil. Al lago del Predil deviare sulla provinciale per Sella Nevea. Dopo circa 7 km dal bivio un cartello indica il Rif.Corsi. Parcheggiare in una piazzola oppure proseguire per circa 1 km sulla pista forestale fino al parcheggio al divieto di transito (10-12 posti).
Accommodation:Alberghi a Tarvisio e Sella Nevea.
Maps:Tabacco 019 Alpi Giulie Occidentali Tarvisiano

Mi trovo con la moglie in vacanza sulle Alpi Giulie. I massicci principali di queste montagne sono  soprattutto  di Dolomia Principale. Pur essendo meno alti delle Dolomiti, anche i fondovalle sono un po' meno elevati per cui le montagne  presentano dislivelli rispettabili. 
    
Come hanno appena ricordato Nives Meroi e Romano Benet , su alcuni sentieri del Nepal si incontra molta più gente che su tanti sentieri delle Giulie, sui quali certi giorni farebbe piacere incontrare qualcuno.
I frequentatori di queste montagne, oltre che dal Friuli, arrivano principalmente da Carinzia e Slovenia. 
  
Gli aspetti interessanti sono paesaggistici e naturalistici, questi ultimi soprattutto geologici e botanici (Foresta di Tarvisio), mentre osservare gli animali della foresta per noi neanche parlarne. Consigliamo la visita alla miniera del paese di Raibl, che oggi si chiama Cave del Predil. Frane ne ho viste tante come da nessuna parte sulle Alpi, per fortuna con molte opere di difesa del suolo.
Per chi ha interessi storici ci sono almeno tre "strati" di fortificazioni: quelle austriache per  rallentare l'esercito napoleonico, quelle nettamente più numerose di italiani e austro-ungarici della Prima Guerra Mondiale e quelle del "Vallo Littorio" voluto da Mussolini che temeva comunque una invasione dell'alleato tedesco. A Raibl/Cave del Predil si trova un piccolo ma interessante museo storico  che spiega tutte queste vicende.    
   
Durante la nostra vacanza in Friuli abbiamo visitato i rifugi del Tarvisiano, comincio da quello situato a quota più alta. 

Il sentiero più panoramico per il rifugio Corsi è il 625 che parte da Sella Nevea, passa vicino alla Casera Cregnedul, valica il Passo degli Scalini e scende al rifugio. Noi però abbiamo preso gusto a camminare lungo le piste forestali e scegliamo il 628, quello della Malga Grantagar. Peccato che la parte alta della pista sia cementata.

Prima parte dunque su pista forestale, inizialmente a tornanti poi su traverso ascendente nel bosco fino a uscire sui pascoli precedenti la Malga Grantagar (m.1530). Davanti a noi si apre l'anfiteatro roccioso dal Campanile di Villaco alla Cima del Vallone, con al centro il rifugio. Un cartello un po' decentrato indica la scorciatoia lungo il più ripido "Sentiero dei Tedeschi". 
 
Dopo la malga continuiamo sul sentiero 628, prima nel lariceto poi a tornanti tra i pini mughi passando a sinistra di una parete rocciosa e intuendo la cengia su cui si passerà in seguito. A circa 1900 metri ci si innesta sul sentiero 625 che scende dal Passo degli Scalini (m.2022). Percorrendo la cengia verso destra si notano a sinistra opere militari austriache, si passa sotto l'Ago di Villaco e si scende in breve al rifugio.     

 
 

Hike partners: andrea62


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T4
1 Jan 16
Jôf Fuart / Wischberg · orome
T4 I
T5 III PD
T2
2 Sep 13
Rifugi Pellarini e Grego · andrea62
T2 F
30 Aug 13
Cima del Cacciatore (m.2071) · andrea62
T2

Post a comment»