Munt PERS (3207), Piz TROVAT (3146) e Sass QUEDER (3066)...3x3000...uno tira l'altro!!!


Published by zar , 2 September 2013, 18h02. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Grisons » Berninagebiet
Date of the hike:31 August 2013
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   Bernina-Gruppe   Palü-Gruppe 
Time: 1 days 7:00
Height gain: 1531 m 5022 ft.
Height loss: 1520 m 4986 ft.
Route:a/r km16,9: stazione treno/funivia Bernina/Diavolezza (2080) - bocchetta Diavolezza (3004) - Sass Queder (3066) - Piz Trovat (3146) - bocchetta Diavolezza (3004) - stazione arrivo funivia Diavolezza (2973) - Munt Pers (3207) - stazione arrivo funivia Diavolezza (2973) - bocchetta Diavolezza (3004) - stazione treno/funivia Bernina/Diavolezza (2080)
Access to start point:da Lecco SuperStrada SS36, Colico, Chiavenna, Passo Maloja (CH), Silvaplana, St.Moritz, Celerina, Pontresina in direzione Passo del Bernina, stazione Bernina Diavolezza
Maps:2521 St.Moritz-Bernina - Kompass 99

 zar
 
Diavolezza: «La Diavolezza», la bella diavolessa.
 
…viveva lassù, un tempo, una splendida fata di montagna.
Viveva nel suo alto castello di rocce tra Chapütschöl e Munt Pers, lì dove - in una cornice di torri rocciose e enormi ghiaioni - al centro di un pascolo alpino ricoperto di fiori, un lago blu riflette i raggi del sole; lì dove scorrazzano interi branchi di allegri camosci che pascolano sui prati rigogliosi; lì dove i fagiani di monte chiocciano, volano alto e poi planano elegantemente, per nutrirsi e continuare a chiocciare; lì dove le lepri alpine sognano a occhi aperti e di colpo, spaventate da un rumore, sfrecciano via al gran galoppo.
La donna veniva vista solo di rado e per brevi istanti dai cacciatori, che amavano spiarla mentre avanzava tra le coste rocciose del Munt Pers diretta al «Lago di Diavolezza», dove si rinfrescava con un bagno. Poi però i giovani cacciatori, sempre più pazzi di lei, diventarono imprudenti e la seguirono tra le rocce fino al suo roccioso castello.
Cosa successe dopo, a nessuno è dato sapere; si può solo immaginare…
I cacciatori scomparvero, uno dopo l'altro, e non tornarono più indietro dal Munt Pers (il monte perduto).
Ed è quello che capitò anche ad Aratsch, un prestante giovane del paese che non rientrò mai più dalla caccia.
Lo cercarono ovunque, ma alla fine dovettero desistere e supporre che fosse caduto in qualche crepaccio del ghiacciaio del Pers o precipitato da qualche montagna.
Ma chi sul far della notte si trovava nella regione del massiccio del Bernina poteva sentire il lamento della Diavolessa, portato dal vento: «Mort ais Aratsch» (È morto Aratsch).
Questa storia si tramandò di generazione in generazione e dette il nome alla bella alpe nella conca formata dal gruppo del Bernina: Alp Morteratsch.
Ma la Diavolessa non ebbe pace, finché non fece avanzare il ghiacciaio e l'intera alpe fu ricoperta fino a valle di ghiaccio e detriti.
Allora abbandonò quella landa desolata gridando: «Davent dal Munt dal Pers» e non fu mai più vista…
 
 
…in compagnia dell’infallibile ideatore Francesco, della “gazzella” martyne e di caterpillar Claudio, un’escursione memorabile.
Tutto perfetto, un capolavoro di tinte e sfumature.
L’Engadina, nel cuore del Canton Grigioni (CH), non lesina emozioni.
Tecnicamente tutto piuttosto semplice: un’autostrada il sentiero fino al Lago di Diavolezza, poi qualche difficoltà in più.
Ovvio, c’è sforzo da salita e da estensione di cammino ma i piedi sono quasi sempre al sicuro…volendo ci si bevono ben 900mt di dislivello con la “giostra” della funivia che ti scarrozza comodamente da quota 2080 a 2973…non fa per noi stacanovisti dei monti…
Giunti alla bocchetta del Diavolezza realizziamo il “filotto” e, come raggi di luce emessi in più direzioni da un medesimo fulcro, mettiamo in fila i nostri 3x3000.
Subito, l’andata e ritorno al Queder (3066).
A seguire, l’andata e ritorno al Trovat (3146).
A chiudere, l’andata e ritorno al Pers (3207).
Ovunque splendidi panorami ma da padrona, instancabilmente e magneticamente, la fa la vista incantata sui ghiacciai di Pers e Morteratsch, sul Piz Cambrena, sul Piz Palü, sul Bellavista, sul Crast’Aguzza e sul sommo Piz Bernina con i suoi 4049mt.
 
Grazie a chi ha condiviso con me bellezza e fatica ed un saluto cordiale a tutti…
 
Luca

Francesco   Giornata più bella non si poteva trovare.
Sin dall'anno scorso, dopo aver letto prima la solitaria di Ivan e poi la gita dei girovagando di Giorgio59  il paesaggio del Diavolezza  catturò il mio interesse, finalmente è giunto il giorno  dell'incontro. In compagnia di Martina, Luca e Claudio si va in Engadina !!!

Siam partiti verso le 8:15, aria abbastanza frzzante +3 ° ma, dopo qualche centinaio di metri,  eravam già in preda alla calura, il sentiero "strada sterrata" sale con dolcezza senza mai diventare aggressivo e complicato, una gita adatta a tutti.
Lo spettacolo è di prim'ordine, di quelli che non si dimenticano facilmente e come dice l'amico
Beppe: " L'Engadina non delude mai".
Ciao Engadina alla prox.

martyne Avete gia' detto tutto! Lo spettacolo è veramente di prim'ordine!!!!!!!!!!!! E vale la levataccia. Unica pecca stavolta: avevamo troppe cibarie ... e troppo poco companatico ... ci vuole un cambusiere: chi si offre?

Hike partners: Francesco, zar, martyne


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (17)


Post a comment

beppe says: Bravi
Sent 2 September 2013, 18h19
sempre fantastica l'Engadina
Ciao
Beppe

zar says: RE:Bravi
Sent 3 September 2013, 07h43
ben detto Beppe...
ciao
Luca

Francesco says: ..Strepitoso:::
Sent 2 September 2013, 19h32
....Grande Luca, non conoscevo la favola della fata Diavolessa

Daniele66 says: Diavolezza
Sent 2 September 2013, 20h57
Complimenti del giro ciao Daniele66

zar says: RE:Diavolezza
Sent 3 September 2013, 07h44
grazie Daniele...
Davvero appagante
ciao
Luca

ivanbutti says:
Sent 2 September 2013, 21h11
Bravi, avete scelto la giornata ideale per godere dello splendido panorama che questa escursione è in grado di dare. Quando arrivi alla bocchetta non puoi non restare a bocca spalancata.

Ciao, Ivan

zar says: RE:
Sent 3 September 2013, 07h45
Caro Ivan,
quei bestioni innevati non riesci a smettere di ammirarli...
ciao
Luca

Amedeo says: Complimenti
Sent 3 September 2013, 03h04
3 x 3000...però!! La diavolessa....penso di sapere dove si trovi adesso!!
Ciao
Amedeo

zar says: RE:Complimenti
Sent 3 September 2013, 07h51
vittima, anche Lei, del mal d'amore, ha rinunciato da tempo al Suo giovanil candore...
cerca Aratsch senza riposo ma Lei ben sa che non sarà mai Suo sposo...
non piange nè si dispera ma vaga fra i monti indomita e fiera...
ciao...ti abbraccio e bravo per il tuo 3000 CAIno ;-)))
Luca

Massimo says: Super!!
Sent 3 September 2013, 09h36
Meraviglioso, altra cima da mettere nella lista "to do".
Complimenti a tutti, bellissime foto.

Ciao da Max

zar says: RE:Super!!
Sent 3 September 2013, 10h37
Grazie, Max...
Ti auguro una velocissima ripresa e ti saluto cordialmente...
Ciao
Luca

peter86 says:
Sent 3 September 2013, 14h20
Complimenti, fantastico tris engadinese!!
Pietro

zar says: RE:
Sent 3 September 2013, 14h41
Grazie, Pietro...
non vorresti mai venir via!!!
Buona montagna...
ciao
Luca

gbal says:
Sent 3 September 2013, 18h34
Cavolo è un periodo che tutti fanno il 3x3000 quasi al Supermarket (3x1). Con una compagnia così allegra ed affiatata mi sa che se ne possono fare anche 5x3000!
Complimenti....anche per la bella storia della Diavolessa (in realtà queste storie di Virago mangiauomini sono abbastanza comuni in montagna; si vede che un fondo di verità.....forse c'è)
Ciao a tutti

zar says: RE:
Sent 4 September 2013, 08h01
...proprio così, Giulio...in realtà questo modo di intendere consumistico/massificante è un pò lontano dal puristico significato del "far montagna"...intravedo la perdita del simbolismo e della personalizzazione...la ricerca del record...dello stupire...
Per quanto mi riguarda, prevale in me la smaniosa voglia di una "vetta" in più...ancora una...un panorama nuovo...una prospettiva diversa...un allontanare quella parola "fine" che ci riporta, inevitabilmente, lontani dallo sfiorare il cielo...
Non ultimo, sono sincero, il mio innato e coltivato agonismo (qualche difetto bisogna pure averlo !!!)...
Circa le storie di Virago che dire ?1?! Già la donna è essere perfetto e misterioso...quando poi assume sfumature virili l'intrigo è assicurato...
Ciao, amico mio...
Luca

brown (Girovagando) says: Bravi a tutti
Sent 3 September 2013, 21h20
Grandi... Bellissimo giro con tempo perfetto.Congratulations
Paolo

zar says: RE:Bravi a tutti
Sent 4 September 2013, 08h03
Ciao, Paolo...
Grazie per i complimenti che, ovviamente e sentitamente, ricambio per le Vs. sempre azzeccate escursioni...
A presto...
Luca


Post a comment»