Punta dei Camosci / Bättelmatthorn (3'044 m.s.m.)


Published by Michele71 , 22 August 2013, 22h35.

Region: World » Switzerland » Valais » Oberwallis
Date of the hike:22 August 2013
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: CH-VS   I   Gruppo Grieshorn   CH-TI   Gruppo Pizzo Gallina 
Time: 8:00
Height gain: 1394 m 4572 ft.
Height loss: 1377 m 4517 ft.
Access to start point:Uscita autostradale Airolo poi prendere per Val Bedretto fino ad Alpe Cruina
Accommodation:Cap. Corno Gries

Ero indeciso fino all'ultimo se fare 2 giorni zona Campo Tencia per salire il giorno dopo 4 3000 (Pizzo Croslina, Campo Tencia, Tenca e Penca), ma la meteo di venerdì pomeriggio mi ha fatto desistere e scegliere un giro di un giorno (o 2 in 2 giorni). Ho optato per la Val Bedretto a confine con il Vallese e con l'Italia (Val Formazza):
destinazione Punta dei Camosci, ungulati che però non ho visto... a parte qualche traccia nella terra.

Lascio l'auto al parcheggio (ampio) dell'alpe di Cruina e mi incammino verso la Capanna Corno Gries. Sono le 8, tempo stupendo senza nuvole anche se più fresco delle scorse settimane, ma dopo qualche metro di salita sto già sudando. La salita è tranquilla ed in meno di 40 min sono in capanna. Non mi fermo e proseguo verso il passo del Corno. Sulla via incontro un gruppo di tedeschi che ben presto supero e lascio alle mie spalle. Arrivato al passo mi si apre lo sguardo sulla meta odierna. Da qui sembra una meta fuori portata, ma proseguo verso il passo Greis. Vi sono tanti ghiacciai nei dintorni come quello del Greis che si affaccia sul bacino con una diga artificiale dell'omonimo lago. Vi è pure una grande elica per generare energia eolica. Un po' uno scempio.
Proseguo iniziando la salita verso la Punta dei Camosci. La montagna è brulla e con una roccia sassosa fine. La salita con la vetta di fronte è impressionante. Raggiungo la cresta che poi risalgo su un sentierino non marcato ma ben tracciato e visibile. L'ultimo tratto che porta alla croce di vetta è un po' esposto (solo per questo ho classificato la gita T4-, ma in realtà difficilmente raggiunge per il resto il T3, e la prima parte al massimo un T2. Ê comunque una gita in ogni caso lunga, ca. 20 km lineari da aggiungere lo sforzo).
Raggiungo la vetta in 3h da quando ho lasciato l'auto (pause comprese) e mi siedo a vedere la vista sui ghiacciai attorno: stupendo tempo. Non vedo il libro di vetta.
Pranzare a 3044m al sole e con una tale vista è impagabile!
Decido di scendere e siccome sono in forma e decido di seguire il giro completo che mi ero prefisso. Scendendo incontro una coppia tedesca ed un italiano e più sotto un altra coppia.
Come previsto scendo sulla lingua del ghiacciaio Greis, non sicuro di farcela ad attraversare. Provo anche incoraggiato perché vedo 2 persone nel mezzo del ghiacciaio. Raggiungo l'altra parte e capisco subito che era meglio seguire i paletti che avevo visto più sopra, infatti mi impantano nel fango residuo del ghiacciaio (una melma grigia che sembra cemento). Torno sui miei passi sfruttando dei sassi sulla via e risalgo verso i paletti. Ritrovo le persone viste prima da lontano sul ghiaccio e ritrovo pure il sentiero dall'altra parte che mi permette di raggiungere la diga del Greis, poi la strada mi porta sulla strada del passo della Novena o Nufenen, ma poi taglio per il sentiero verso il passo omonimo che raggiungo facilmente. Mi resta solo la lunga discesa verso l'auto. Sono le 16, esattamente 8 ore dalla partenza stamattina e ca. 20km lineari.

Hike partners: Michele71


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»