Cima di Val Bona (3033 m)


Publiziert von Laura. , 27. Mai 2013 um 23:58.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Oberengadin
Tour Datum:25 Mai 2013
Ski Schwierigkeit: WS
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR   I 
Zeitbedarf: 10:00
Aufstieg: 1620 m
Abstieg: 1395 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Strada per il passo del Maloja, segire la strada a destra, verso il ristorante Cavaloc, prima del passo.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:idem
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna del Forno, in inverno non custodita

Le previsioni metereologiche non sono il massimo, ma con Gabriele,  decidiamo di andare lo stesso e scegliamo una meta in Engadina, ma arrivati a  Maloja, vediamo le cime della Val Bregaglia illuminate dal sole e non resistiamo al loro richiamo, così imbocchiamo la stradina che porta al ristorante e al lago da Cavalc e parcheggiamo nei pressi della sbarra.
I prati sono di un bel verde brillante e noi ci incamminiamo con gli sci nello zaino, convinti che non ci sarà dato di indossarli fino al ghiacciaio, ma siamo fortunati e grazie ai resti di alcune grosse valanghe, dopo circa un'ora e mezzo troviamo la neve e così, iniziamo la nostra la nostra giornata scialpinistica..
Pianura, pianura, pianura ovvero: vai, vai e sei sempre lì...ecco, questo è il ghiacciaio del Forno!
Quando finalmente cominciamo a salire, il tempo peggiora e tra fiocchi di neve e nebbia non vediamo più nulla...a questo punto facciamo dietrofront.
Scendiamo seguendo la via di salita e dopo pochi minuti ci ritroviamo sul pianoro del ghiacciaio e ricominciamo a spingere (sia a causa della pendenza nulla, sia per la neve umida che crea l'odioso zoccolo sotto gli sci). Nel frattempo il tempo torna a migliorare, mostrando alcune vette alla nostra destra...mi giro verso Gabriele per azzardare l'ipotesi di salirne una e lo vedo armeggiare con la cartina...bene, abbiamo avuto la stessa idea...e così, valutata la cima di Val Bona come la più sicura,  ci avviamo verso la nostra nuova meta.
Raggiunto il deposito sci, risaliamo un breve canalino e in pochi minuti siamo in vetta, mentre il cielo torna a coprirsi. Tornati al deposito ci prepariamo, poi, con calma e attenzione scendiamo restando fedelissimi alla traccia di salita, fino al ghiacciaio, poi tenendoci sui pendii di destra, già scaricati, arriviamo con gli esattamente dove li avevamo calzati al mattino.
Il cielo, ora, è azzurro e mentre scendiamo ci gustiamo il bel paesaggio che ci circonda, considerando, però, che prima di rifarci tutto quel ghiacciaio faremo passare un pò di tempo!!!

Una cima improvvisata, ma non per questo meno di soddisfazione, il ghiacciaio è ben chiuso e sicuro, ma il percorso lungo e monotono (tra andata e ritorno abbiamo percorso circa 25 km), di sicuro sarebbe stato più remunerativo, partire dalla diga dell'Albigna, ma tra meteo e condizioni della neve, non sarebbe stato saggio.

Tourengänger: Laura.


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

ZS
23 Apr 17
Cima di Val Bona, 3033 m · roko
T3
24 Aug 14
Capanna del Forno mt 2574 · turistalpi
T3
11 Jul 04
CAPANNA DEL FORNO MT. 2574 · beppe
T4
S II ZS

Kommentare (1)


Kommentar hinzufügen

veget hat gesagt:
Gesendet am 28. Mai 2013 um 14:38
Nella mia prossima vita, mi affiderò a Te per farmi da guida , sugl'innumerevoli itinerari che frequenti.......Sempre Brava....
Ciao
Eugenio


Kommentar hinzufügen»