Pizzo Zucchero mt 1899


Publiziert von turistalpi Pro , 14. Mai 2013 um 21:18.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:12 Mai 2013
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo di Madéi 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 800 m
Abstieg: 800 m
Strecke:Spruga-Pian Secco-capanna Salei-Pizzo Zucchero-alpe Pesced-Spruga

La meta di oggi doveva essere il Pilone da Spruga. Siamo in quattro: mio fratello Alberto,Alessandro,Pinuccia,Billie ed io.Il tempo sembra essere abbastanza buono. Riusciamo a malapena trovare proprio due posti per le nostre auto sulla piazzetta di Spruga.Saliamo seguendo il solito sentiero per Salei molto piacevole. Mio fratello ed Alessandro non sono mai stati in Val Onsernone. Sarà difficile salire al Pilone dopo le informazioni avute in valle riguardo allo stato della neve....Passiamo da Pian Secco ed in previsione di forse non arrivare in vetta decido di seguire il sentiero che aggira a destra (est) il Munzelum in modo di passare dalla capanna Salei e poi decidere.In vista della capanna anzichè scendere nella piccola gola e poi risalire prendiamo il sentiero che sale sopra la capanna e poi scende. Troviamo anche qui della neve molle e dove si affonda. Vediamo che più sopra deve essere ancora peggio mentre al pizzo Zucchero c'è si neve ma sembra fattibile. In capanna parliamo un poco con il simpatico gestore ed anche lui ci consiglia lo Zucchero e non il Pilone. Va bene e quindi ci dirigiamo verso questi. La valletta viene salita quasi tutta sulla neve: molle, faticosa e da sfondamento però breve e quindi senza problemi arriviamo in cima dove facciamo la nostra sosta pranzo. I nostri più giovani compagni (Alessandro ed Alberto) si sono incaricati di pestare meglio la vecchia traccia pre-esistente ma anche così si andava giù a volte fino al ginocchio . Bella sosta e tranquillità montana con panorama molto bello ed istruttivo sulla fantastica Val Onsernone. Scendiamo alla capanna appena in tempo per salutare il gestore che stava tornando a valle con la funivia di Vergeletto. In discesa seguiamo il traverso fino a Pesced in un bel lariceto e con ampi spazi panoramici. Propongo sottovoce di salire la cresta senza  neve del Munzelum ma vengo messo a tacere......Dopo piacevolissima sosta ripartiamo attraversando uno stupendo bosco di larici e pini che sembra il bosco delle fate. E' un bosco rado non fitto dove entra il sole da farci sembrare di camminare nei colori....( vedi fiabe tipo il mago di Oz od Alice nel paese delle Meraviglie) Arriviamo in paese e ci gustiamo un ultima abbeverata  all'osteria di Spruga. La gita è piaciuta a tutti anche se per Billie in formissima è forse sembrata un poco breve........ Le foto più belle ovviamente sono di mio fratello Alberto.......  Salita ore 2,45-Discesa ore 2,15-Soste ore 2                                                                                                                                             

Tourengänger: turistalpi

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»