Monte Freddone m.1487 Alpi Apuane


Publiziert von accoilli , 15. Mai 2013 um 19:34.

Region: Welt » Italien » Toskana
Tour Datum: 1 November 2002
Wandern Schwierigkeit: T5 - anspruchsvolles Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 500 m
Abstieg: 500 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A12,uscita Versilia,Querceta,Seravezza,Ruosina, superato il bivio per Terrinca,poco dopo sulla dx inizia la strada per il Passo di Croce,raggiunto,si prosegue su sterrata fino a Fociòmboli.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:idem
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio La Quiete Robbio Baita Ciampi

Non sappiamo da quale parte salire il monte Freddone,le alternative sono due....salire per la cresta ovest o scendere per la cresta ovest,il problema è che con noi abbiamo la nostra bella canina Briciola,grande scalatrice di montagne,quasi sempre con noi,perfino sulla Marmolada....optiamo per scendere la cresta ovest,che pare abbia passaggi fino al 3°.....in discesa le difficoltà le affronteremo meglio.Quindi non appena presa la decisione,da Fociòmboli ce la prendiamo comoda,vogliamo fare anche oggi,  un bel giro nel cuore delle Alpi Apuane,quindi con il sentiero n°11,scendiamo ai bellissimi prati di Puntato,un piccolo villaggio pastorale,per poi,dopo una piacevole escursione,risalire il versante orientale del monte Freddone.
La salita non troppo dura,ci permette in 45 minuti,di pervenire ad una sella,e proseguire poi sui pendii sud orientali,fino a ritrovare la via normale da Fociòmboli e raggiungere poco dopo la vetta...meritata sosta per il pranzo,poi dopo uno studio del panorama,ci siamo avventurati sulla cresta ovest,per me una novità.
Dapprima si scende bene,trovando i punti migliori e più facili per passare,sopratutto con la canina,poi la cresta diviene affilata ed esposta e dobbiamo superare le prime serie difficoltà,affrontandole nel seguente modo....io scendo per primo,supero il salto,a volte verticale, altre meno,poi Lidia,con la canina in braccio,si avvicina il più possibile a me e con manovre indescrivibili,con Briciola che cerca la fuga e la salvezza,la passa a me ben ancorato,con una manovra a volte rischiosa.....e da non far vedere alla protezione animali....bene o male comunque,riusciamo a percorrerla tutta,evitando a dx e a volte a sx i punti peggiori,portando in salvo la canina,che nonostante tutto e pur essendo tutta tremolante,ci manifesta una volta con le zampe a terra e al sicuro,ancora tanto amore....piccola,meglio non sapere i suoi veri pensieri.......giunti alla foce Tetra,usciamo dalla parte finale della cresta e ci avventuriamo senza sentiero in una discesa a " naso ",dapprima su rocce e erba,poi dentro un fitto bosco di faggi,cercando di trovare il paesino abbandonato di Campanice....e grazie al nostro buon senso di orientamento,fra i fitti rami,all'improvviso ecco apparire il tetto della chiesetta,che raggiungiamo in altri 10 minuti. Visitiamo quello che resta del bel borghetto pastorale e poi ritrovando il sentiero n°129,iniziamo l'ultima salita tutta nel bosco,che ci riconduce in prossimità del nostro punto di partenza.Sostanzialmente,un bel giretto con l'emozione della cresta ovest,che personalmente però,consiglio di percorrere in salita,certamente più divertente e di soddisfazione.....a dimenticavo......salitela senza cani !!

Tourengänger: accoilli, Lydia

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»