Bergen e la regione


Publiziert von Speleoalp , 17. Mai 2013 um 20:13.

Region: Welt » Norwegen
Tour Datum: 9 Mai 2013
Wandern Schwierigkeit: T1 - Wandern
Zeitbedarf: 7 Tage

Primo giorno:
Abbiamo preso la funicolare "FloyenBahn" che dista poche centinaie di metri dal mercato del pesce di Bergen.
Alle 08:45 eravamo sulla piattaforma panoramica che si trova a monte, la vista con il bel tempo é veramente piacevole.
Avendo organizzato tutto per bene già a casa (cartine, percorsi,etc) partiamo spediti e diretti per il giretto tra i boschi e i laghetti della zona. Ci dirigiamo su semplice mulattiere verso il primo laghetto Skomakerdiket, lo raggiungiamo in circa 15 minuti di tempo. Il nostro ritmo é veramente "pacifico", tra foto, video e la contemplazione della natura circostante. Il laghetto lo si può  aggirare su semplice sentierino e dal lato opporto si trova un capanno con  servizi e una zona "barbecue". Il laghetto é gradevole e rispecchia gli alberi adiacenti. Per un breve tratto la stradina ha una certa pendenza, che poi più regolarmente conduce ad un altro laghetto, che noi abbiamo trovato più particolare.
Il Revurtjen, era parzialmente ghiacciato e sulle sue sponde abbiamo trovato delle passerelle per visitarlo. Il nostro percorso continua tra Abeti, Pini e Betulle e superando un traverso su sterrato raggiungiamo un'ulteriore lago il Blamansvatnet, odve si trova anche un chiosco. La zona a caratterizzata dal fatto che il terreno del sottobosco é un tappeto "morbidoso" di muschio, che ha colonizzato anche sugli  alberi.
L'escursione si svolge sempre su sterrata e con la natura vicina sempre dello stesso tipo, ma con ombre, luce e forme che continuano a cambiare e fanno si che la vista non si annoi mai. Per evitare di scrivere cose inutili elenco i laghetti, perché sono quelli che la fanno da padrone, che abbiamo visitato in questa escursione. Il laghetto più alto di questo giro é il Rundemanen, poi si ridiscende la stradina e siamo andati al Storediket, Storevatnet. Per poi ritornare alla stazione della funicolare scendere dalla comoda, ma abbastanza ripida, stradina che conduce al centro della città. Questo giro richiede una giornata di tempo, andando tranquilli e avendo tutto il tempo necessario e oltre....
Nessuna capacità tecnica é stata richiesta in questo giro  e gli indumenti possono essere tranquillamente quelli da joggin, ovviamente tenendo conto della meteo che danno,... Noi per sicurezza abbiamo avuto scarponi da montagna, vestiti per l'acqua e viveri.
Secondo giorno:
Abbiamo preso la stradina che conduce verso il mare esiamo andati a visitare l'Acquario, molto carino.
Una grande zona é dedicata ai rettili, che non hanno nulla a che fare con il luogo, ma à carina lo stesso. Piacevoli sono i pinguini, le foche, i leoni di mare e le varie vasch che ci sono nell struttura. Una volta usciti, dopo circa due orette, siamo andati a mangiare qualcosina. Nel pomeriggio siamo andati al "LunaPark", un giretto sulla ruota panoramica e poi a passeggio per la città. Belle le piazze, spaziose e ricche di movimento. Il laghetto nel centro é un punto ideale per fermarsi sulle panchine a  fare uno spuntino e così abbiamo fatto.
Terzo giorno:
 Abbiamo preso un taxi che ci ha condotto alla stazione a valle della funivia per l'Urliken e l'escursione Vidden.
Siamo arrivati in vetta verso le 9:15 e abbiamo subito intrapreso l'escursione. La zona é ricca di grandi pozze ghiacciate ed é molto rocciosa. Bellissimi passaggi su facile roccia conducono alle prime "Verge" omini fatti di pietra per indicare la via. Si può dire che il panorama é sempre o stesso e che il cambiamento lo si ha solo arrivando a metà percorso e a fine percorso, luoghi in cui la prospettiva é totalmente cambianta dalla precedente. Ma per gli amanti delle escursioni come noi é un  giro molto bello. Il terreno é molto "plaudoso" e quindi abbiamo fatto bene a vestirci con scarponi. La parte finale vede il sentiero avvicinarsi a diversi laghetti e passare in due punti in cui abbiamo dovuto prestare maggior prudenza. Il resto del percorso é statoo ed é veramente semplice.
Bisogna sempre fare attenzione alla nebbia, acqua,etc quì le nuvole si muovono veramente in fretta,...altro che sulle alpi in Svizzera...su cui siamo abbituati.
Quarto giorno:
In questo giorno, finalmente, siamo partiti per il tour Fiord in Nutshell. Prendendo dapprima il treno che porta d Bergen a Myrdal, luogo in cui c'era una bufera di neve. Da lì con la Flamsbahn, giù fino a Flam. Piccola cittadina molto carina affacciata sul fiordo. Ormai ci aspettavamo che per noi questo tratto non sarebbe stato intusiasmante, ma solo molto bello. Siccome vendendo dalla Svizzera, siamo abbituati a  ferrovie  tra le montagne e la natura. Quello di cui eravamo attratti e ansiosi erano i Fiordi, che ci hanno accontentato alla grande. Bellissimi panorami e luoghi. Il battello spazioso e comodo é stato fantastico.  
Quinto giorno:
Un giorno di cui non ho molto da scrivere, ci siamo dati alle pazze gioie con lo shopping. Ci sono alcuni centri commerciali per me veramente grandi, in cui abbiamo preso abbiglamento da montagna ma Norvegese ;-)
Anche perché a furia di vedere tutte queste ragazze e ragazzi in calzamaglia sportivo e scarpette, cappotto carino,etc ci siamo incuriositi.
Sesto giorno:
Ritorno a casina
 

Se a qualcuno intressano prezzi o altri particolari, se prevede un viaggio in quella zona...scrivete pure.
 


Tourengänger: Speleoalp

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»