Alpe Mognone 1463 m - Alpe Orino 1395 m


Publiziert von cristina , 7. Mai 2013 um 14:42. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 4 Mai 2013
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Cima dell'Uomo   CH-TI 
Strecke:Gudo-San Defendente-Capanna Alpe Mognone-Capanna Alpe Orino-Monti del Laghetto-Caslitt-Gudo
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano-Chiasso. Autostrada svizzera uscita Bellinzona Nord. Seguiamo le indicazioni per Locarno e raggiungiamo Gudo, posteggi liberi all'entrata del paese.

E’ inutile dire come sarà la giornata, anche se doveva essere migliore…

Giunti a Gudo il tempo fa abbastanza schifo, nuvoloni neri sono addensati sulle cime, più a nord sembra meglio ma non conoscendo nulla e non avendo granché di cartine l’unica possibilità sarebbe di fermarsi al primo cartello giallo e cominciare a seguirlo, per cui ci fermiamo lo stesso qui sperando che il tempo non peggiori ulteriormente.

Speranza vana, il tempo di comprare il pane e posteggiare e comincia a piovigginare. Sarà così fino all’Alpe Mognone, una schiarita, un po’ d’acqua, qualche tuono più o meno vicino.

A San Defendende troviamo un cartello con la proposta di un giro ad anello che tocca Sementina, va beh ci diciamo se continuando a salire, il tempo dovesse peggiorare ancora potremmo fare quel giro. Fotografiamo il cartello, abbiamo due bivi salendo dove possiamo decidere il da farsi.

Al primo bivio ha smesso di tuonare per cui proseguiamo per il secondo, nei pressi del secondo invece i tuoni si sono fatti più vicini, ma non piove ancora, da un lato il cielo è nero pece, dall’altro qualche squarcio di azzurro, che fare? C’è un cartello con l’indicazione del “Voi siete qui”, mancano circa 150 m all’Alpe Mognone per cui decidiamo di salire. Il panorama dall’alpe è vasto e molto bello ma le nuvole sul lago incutono davvero timore, il tempo sembra non decidersi, un po’ come noi. La Cimetta di Orino è ben visibile ma i cartelli la danno a 1,15 h e vista la situazione non ci sembra il caso, scegliamo quindi di traversare all’Alpe Orino per fare almeno un anello. Imbocchiamo il sentiero e poco dopo i tuoni si fanno più insistenti e comincia a piovere, sosta copertura e riprendiamo il cammino.

Marco tranquillo davanti chiacchiera, io dietro fremo di arrivare all’alpe il prima possibile, tra l’altro incrociamo una ragazza che sembra abbia il diavolo alle calcagna tanto è di fretta, tuoni sempre più insistenti e allora dico a Marco: “ma non possiamo accelerare….” 45 min lunghissimi e finalmente siamo all’Alpe Orino, in fase di apertura. Abbiamo la fortuna di trovare i responsabili della Capanna che finalmente, dopo tanto rimandare, sono riusciti a salire per aprirla e stanno procedendo alla pulizia. La troviamo quindi ben riscaldata, tavolo apparecchiato, tutto pronto per il pranzo. Ci accomodiamo con loro approfittando così sia dell’ospitalità sia della possibilità di carpire qualche info sulla zona.

Dopo il dolce, il caffè e l’ammazzacaffè vediamo spuntare un raggio di sole, mettiamo fuori la testa e nonostante ci siano ancora parecchie nuvole, sembra stia migliorando. Salutiamo così il gruppetto che sta riprendendo i lavori e scendiamo a Monti del Laghetto, bellissimo alpeggio con panorama eccezionale, quindi Caslitt andandoci a ricollegare con il sentiero fatto all’andata.

Tutto sommato visto com’era iniziata la giornata non possiamo che essere soddisfatti!

DATI GPS
Dislivello 1413 m
Km 15,40


Tourengänger: cristina, Marco27

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 9. Mai 2013 um 12:22
"Fuga dall'acqua" si potrebbe dire. Però tutto sommato il bel giro è venuto fuori lo stesso.
Bravi

cristina hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Mai 2013 um 12:35
Da come era iniziata è andata di lusso. Finchè piove solamente lo sopporto ma i temporali...


Kommentar hinzufügen»