Olio,aglio e ...Vincino.


Publiziert von pm1996 , 29. April 2013 um 20:14. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:27 April 2013
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   I 
Zeitbedarf: 1:15
Aufstieg: 370 m
Strecke: Ponte di Maiavacca (659 m) - Ceresa m.916 - Cresta m.1024 - Vincino m.1090 - rif. Vincino m.1168
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano - S.S. 36 dello Spluga - Lecco - Colico - seguire per Chiavenna - prendere per il ponte del Baffo e seguire le indicazioni per Menaggio - Gera Lario - Gravedona: prendere le indicazioni per i monti dove si giunge al comune di Consiglio di Rumo (dove a oggi,detengono le chiavi solo loro: l'entrata del comune è dietro la scuola dell'infanzia). Da qui m.470 circa,abbiamo percorso ben 9,100 km. prima di parcheggiare DETTAGLIO: dal comune proseguire tralasciando le diramazioni a sinistra,andando sempre diritto per 3 km. dove al tornante (indicazioni per agriturismo) si procede diritto su strada stretta,prima in salita fin verso i 700 m. poi in discesa fino ai due ponti,fin qui sono altri 4,7 km. (tot. 7,7 km.) possibilità di parcheggio inesistenti. La strada che traversa il ponte dritto a noi m. 659 (quella fatta) è vietata al transito ai non autorizzati,in parte cementata e in parte sterrata ma in condizioni pietose che conduce a Ceresa m. 916 dove lasciamo l'auto (poche possibilità di parcheggio) dopo aver percorso 1,4 km. (tot. 9,1 km. dal comune)
Unterkunftmöglichkeiten:Le chiavi per il rifugio vengono ritirate in comune a Consiglio di Rumo telefonando preventivamente al 0344/81265 (aperto anche il sabato mattino )
Kartennummer:kompass Lago di Como/Lago di Lugano - cns n° 277 Roveredo - 1314 San Jorio

Quick recipe :
una moglie, un figlio, un amico, qualche ombrello, dell’ acqua, degli spaghetti, aglio, olio, peperoncino, patate, rosmarino  e …
ah dimenticavo ... soprattutto... 

brutto tempo!


Vista da Alberto: Paolo mi chiede se mi sta bene fare un'escursione al rifugio Vincino che ricordo vagamente di aver fatto molti anni fa: mi dice che faremo una cosa semplice giusto per stare in compagnia....accetto ed estendo la proposta ad Angela alla quale dico di invitare chi vuole. Pare che il resto del gruppo non è stimolato a muoversi con il maltempo......certo è,che se vi era sole sarebbe stato difficile accettare tale proposta,ma non per me,che oltre a fare ciò che mi piace e voglio,dedico anche giornate agli amici....ma la giornata è stata scelta per portare Monica e Matteo a fare un'escursione giustamente e doverosamente pensata per i problemi di Monica che fa fatica (ma: andare di giovedì 25 aprile che vi erano 44 soli....no?????.....eeeeeee no!....sci alpinismo prima,poi,eventualmente se brutto il resto.....bel volpino il Paolino he he he he!).

Pare che Angela sia propensa a partecipare alla gita fuori porta (la considererei più da fuori di testa,vista la meteo) e quindi l'avviso sull'orario di ritrovo: giunto a Gravedona ecco che mi chiama avvisandomi che se non smetteva non sarebbe venuta (da un certo punto tecnico sono pienamente d'accordo.....),avviso Paolo e appena arrivato mi racconta in breve il trambusto per avere le chiavi del rifugio....vuoi vedere che non riusciamo ad entrare? Mha! Giunti al paese cerchiamo il comune.....che è ben nascosto: la signora ci spiega la rivoluzione per la detenzione delle chiavi e ci da tutte le informazioni,dicendoci che per il rifugio è meglio prenotare,facendoci l'esempio che per maggio è tutto esaurito.....molto probabilmente è gente che non gira molto e non sa che vi è di meglio.

Gli chiediamo se la legna c'è e ci risponde che non vi è problema e domando se vi è un ascia.....risponde che la legna è tagliata....e gli spiego che io la taglio ancora per fare prima a riscaldare e pare che abbia capito dicendoci che vi è la scure.....Mha!

Riprendiamo a salire la tortuosa strada che traversa il paese,stretta e in parte ripida,poi si procede su una stradetta asfaltata ma un poco sconnessa e assai lunga con salita e discesa fino al ponte dove ci si dovrebbe fermare ma Paolo prosegue su una strada ripida in bitume e sterrato che mette a dura prova la presa delle ruote,ma riusciamo a parcheggiare a circa 20 minuti prima dell'inizio del sentiero. Alle ore 10,00 partiamo,piove non forte,ma vien giù acqua piuttosto.....bagnata he he he,ma siamo attrezzati di ombrelli e ottimismo oltre all'allegria che ci accompagna lungo il tragitto che in alcuni casi si fa insidioso: torrenti gonfi d'acqua,foglie e piccole frane,oltre a qualche smontamento di sentiero.

Incontriamo anche una salamandra e delle pecore e poi,finalmente il rifugio dove vi giungiamo alle ore 11,30: noto che di legna ce ne in abbondanza e di tutte le grandezze,ma l'ascia rimane una cosa virtuale e mi manda in bestia quando non trovo ciò che serve,specialmente se di grande utilità. Per 1 kg. in più era meglio che portavo la mia.....comunque riusciamo,grazie alla mia torcia a fuoco (qui di diavolina ghe nè mia) ad accendere stufa e camino.....il quale va a gonfie vele,mentre la stua la fa fum: forse sarà stato a causa della legna troppo grossa o forse della canna fumaria con un tiraggio scarso,fatto sta che de fum ne fa tant e quindi la smorzum.

Ad un certo punto.....è incredibile come certe giornate siano di grande sfiga.....ecco che il camino fa fumo tra la trave portante,un piccola fessura.....prendi l'acqua e spegni sto fumo,insomma giornata di grande lavoro,però,fortuna vuole la bombola del gas ci ha permesso di preparare la pasta,le patate rosolate con tanto di rosmarino e aglio,scaldare le focacce e.....lavare le stoviglie. Inoltre oggi vi erano anche i boeri che gli amici hanno apprezzato. Tutto è stato gustato pienamente allietato dalle risate che non sono mancate,però il "capanatt" non è del parere di esprimere un giudizio positivo: le luci nelle camere (una da 4 posti e una da 18) non funzionanti,l'ascia dove stava? Fortuna che il camino scaldava ottimamente,il problema che non si può mangiare se il camino va a manetta e quindi è l'ideale se la stufa funzionasse bene,anche perché,se il gas finisce,dove recuperiamo un altra bombola? Al piano terra vi era una porta con una nuova serratura,ma la chiave? Questo rifugio sarà difficile che lo propongo per un altra spaghettata o altro,c'è di meglio!

Dopo qualche chiaccherata,Paolo si lascia andare rilassandosi sulla panchina,cercando di farsi una pennichella (aveva gli occhi molto spenti) ma vien l'ora di ripartire e alle 16,15 ci si riavvia per far rientro alle auto che raggiungiamo alle 17,15.

Ringrazio Paolo,Monica e Matteo per la bella giornata allegra che abbiamo passato insieme,nonostante la meteo avversa,oltre all'invito per una pizza per cena,ma ho preferito andare a casa presto.....ne avevo bisogno!


 

Ciao a tutti e alla prossima!




 

Tourengänger: Alberto, pm1996

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4 WS-
22 Jun 13
Punta di Valstorna 2154 m. · pm1996
T4+ WS
T3+ L II
T3+
T1 L
7 Mär 10
rifugio Vincino m. 1168 · Francesco

Kommentare (7)


Kommentar hinzufügen

Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 30. April 2013 um 09:11
Era proprio tanta la voglia di camminare, eh!!
Ciao
Amedeo

pm1996 hat gesagt: RE:"Patate"
Gesendet am 30. April 2013 um 12:30
Ciao Amedeo,
si e' vero mi prudevano i piedi ... Ed anche ora pensando a domani 1 Maggio....
Ho aquistato un Kg di "patate"

Ciao

Paolo

Amedeo hat gesagt: RE:"Patate"
Gesendet am 30. April 2013 um 12:35
Mah, speriamo che migliorino un pò le previsioni!!!
Ciao
Amedeo

bigblue hat gesagt: diavolina+ ascia
Gesendet am 30. April 2013 um 10:50
....allora non solo in Valgrande c'è tanta legna e l' ascia o rotta o mancante......diavolina oramai fà parte del kit...quando diventi matto xchè tutto è umido....dopo.....te la ricordi:-))))
Ciao
BBPia

pm1996 hat gesagt:
Gesendet am 30. April 2013 um 12:20
Ciao Pia,
Mr Alberto senza ascia si sente nudo !!! :-))
he,he...
Piacere di conoscerti...

Ciao

Paolo

stefano58 hat gesagt:
Gesendet am 30. April 2013 um 14:33
Rispetto a 20 anni fà, quando io e Maurizio abbiamo pernottato al Vincino per salire al Cardinello, vedo che l'interno è stato rinnovato ed è più bello; però noi non abbiamo avuto problemi, tutto è filato liscio come l'olio.
Evidentemente "bello" non è necessariamente "funzionale".
Ciao
Stefano

cristina hat gesagt:
Gesendet am 30. April 2013 um 15:29
Noi anni fa avevamo fatto un ritrovo Cai con pernotto spettacolare, a memoria era stato uno dei migliori. L'unico problema era stato sghiacciare le scale all'entrata per non fare crapa pe'! Il resto stufa, camino, luci non avevamo avuto lamentele ma solo tante risate!
Abbiamo ancora un video a ricordo della serata!

Ciao ciao Cri


Kommentar hinzufügen»