St. Pierre d'Entremont - St. Pierre de Chartreuse


Publiziert von paoloski Pro , 23. März 2013 um 11:26.

Region: Welt » Frankreich » Savoie » Chartreuse
Tour Datum:25 Juli 1991
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: F 
Zeitbedarf: 5:15
Aufstieg: 400 m
Abstieg: 350 m
Unterkunftmöglichkeiten:Gite d'etape e camping lungo il percorso.
Kartennummer:IGN D&R 4 Massifs de Chartreuse, Belledonne, Maurienne 1:50000

Secondo giorno attraverso il massiccio della Chartreuse, il tempo sembra un po' migliorato: di nuvole in cielo ce ne sono ancora tante ma a tratti si scorge qualche sprazzo di azzurro. Fa anche un po' più caldo, cosa che non ci dispiace dopotutto. Oggi la tappa prevista è più breve di quella di ieri e, soprattutto, con meno dislivello.
Facciamo colazione presso il ristorante del centro fondo e ci mettiamo in marcia, scendiamo a Saint- Pierre-d'Entremont, in realtà un doppio paese: il fiume divide il paese in due entità, a Nord quella savoiarda, a Sud quella appartenente all'Isére, il tutto collegato da un ponte. Il percorso si svolge su bei sentieri, stradine forestali e qualche breve tratto su delle dipartimentali dallo scarsissimo traffico, la zona sembra piuttosto spopolata ma comunque ricca di infrasstrutture: incontriamo numerose fermate di pullman e scuolabus, vi sono numerosi impianti sportivi e nulla sembra in stato di abbandono come purtroppo capita di vedere in Italia molte zone delle Alpi e degli Appennini. Passiamo per numerose piccole frazioni costituite da poche case: Chenevey, les Vassiaux, les Cloitres fino al paesino di Saint-Philibert. Da Saint-Pierre-d'Entremont il percorso sale sempre ma la pendenza è decisamente dolce, il paesaggio intorno interessante ed, al contempo, rilassante. Raggiungiamo il punto culminante della tappa odierna: il Col du Cocheron, da qui scendiamo dolcemente verso Saint-Pierre-de-Chartreuse, attraversiamo il borgo che sembra decisamente importante, ci informiamo sull'ubicazione del campeggio all'Office du Tourisme:: si trova in località a Martiniére, ad un paio di chilometri dal centro.
Lo raggiungiamo passando da le Diat, altro piacevole nucleo. Il campeggio è bello e ben attrezzato, piantiamo la tenda, facciamo una doccia e decidiamo di fare un giro dei dintorni, ci rechiamo a sur Chargeat da cui si gode una bella vista della vallata, poi scendiamo a Saint-Pierre per fare gli acquisti necessari alla cena, scopriamo che Saint-Pierre-de-Chartreuse fu il luogo di villeggiatura preferito di Jacques Brel, uno dei nostri cantautori preferiti, forse non è un caso essersi fermati qui.
Durante la notte la pioggia che si era trattenuta fino ad ora si scatena in un un autentico diluvio!

Tappa tranquilla ma panoramica: Saint-Pierre è circondata da alcune cime famose per la loro bellezza, fra tutte la Charmant Som e la Chamechaude, pur essendo decisamente turistico il paese ha conservato una allure decisamente montanara.

Tourengänger: paoloski, annna


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»