Cima di Foiorina


Publiziert von stellino , 25. Februar 2013 um 08:48.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum:23 Februar 2013
Ski Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo San Lucio-Monte Boglia 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 800 m
Abstieg: 800 m

Dopo una lunga pausa causa impegni carnascialeschi si ricomincia a faticare su e giù per le montagne... lo ammetto, cominciavo ad essere impaziente di rimettere gli sci ai piedi, lo stop "forzato" è stato lungo !!!

La meteo non ci è molto favorevole...
Oppure no ?
dipende dai punti di vista...
una perturbazione da sud imperversa sulla vicina italia e delle code di precipitazioni ci raggiungono spesso e volentieri... risultato ? In Val Colla la neve comincia ad abbondare e certe mete sciistiche sovente "chiuse" dalla scarsità del bianco elemento si presentano oggi in discrete, buone, condizioni.

In cima alla Foiorina abbiamo trovato ca. 50 cm di neve polverosa appena caduta. O meglio, stava ancora cadendo. Alla partenza 30 cm buoni. Con un pò di attenzione e prevedendo (così come è stato) qualche danno agli sci, la cosa era fattibile.

Quindi oggi niente ore di auto per presentarsi al cospetto delle bianche cime... In mezzoretta siamo alla partenza, pronti per partire appena dopo le 9.

Il percorso è quasi interamente nel bosco, lungo sentieri e strade forestali. Solo nella parte finale ci si innerpica sul pratone appena a ovest della cima. L'ultimo tratto è un pò un ravanare nella polvere, su arbusti e roccette. Ma non ci scoraggia. Con calma (ritmo blando, bisogna riprendere la gamba dopo il mese di bagordi), alle 12.30, siamo in cima.

Nevica ancora copiosamente, una pausa breve e via, in discesa.
Non c'è praticamente fondo. Spesso le lamine grattano sull'erba. Ma tant'è.... l'abbiamo messo in conto.
La polvere ti spara addosso ad ogni curvetta, è una vera goduria.

A tutti e 4 brillano gli occhi di gioia.
O sono barlumi e lampi di pazzia ?
Credo fermamente nella seconda ipotesi... lo scialpinista, o l'apprendista scialpinista, è fondamentalmente pazzo !!!

Per 3/4 la discesa si svolge nel bosco. Un buon bosco, con pochi rami a terra, pochi sassi, alberi alla distanza "giusta" per permettere una piacevole sciata. Qualche grattata, ma come detto, fa niente !!! Cosa sarà mai un ricciolo di sciolina arancione alla fine della giornata da staccare dallo sci ? un giusto pegno da pagare alla causa!

Siamo saliti passando da Cimadera (l'auto era poco più sotto), siamo scesi puntando verso Certara e in zona "Nendun" abbiamo percorso la vecchia pista di sci di fondo sino alla strada per Cimadera.

Grande uscita !!!!
Grazie Eio, Bene e Nuria, ognuno con la propria pazzia!
Non si è ancora capito chi segue chi in questo gruppetto... ma tant'è, avanti così !!!

(abbiamo seguito in salita l'itinerario 809a di "Ticino / Mesolcina / Calanca - Gabuzzi/Cavallero - Edizioni CAS", in discesa parte dell'itinerario 809c)

Tourengänger: stellino, Eio


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 26. Februar 2013 um 15:50
Quando sono stato recentemente al Sasso Grande da Cimadera avevo infatti notato tracce di questi personaggi che dopo aver arrancato come fa il povero ciaspolatore in salita, raggiunta la meta, se la spassano nel godimento di una bella discesa, con o senza grattata.
Bravi

stellino hat gesagt: RE:
Gesendet am 26. Februar 2013 um 20:20
Grazie :-)


Kommentar hinzufügen»