Nolla


Publiziert von paoloski Pro , 10. Februar 2013 um 21:43.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Avers
Tour Datum:10 Februar 2013
Ski Schwierigkeit: ZS-
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 5:30
Aufstieg: 1340 m
Abstieg: 1340 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A13, tunnel del San Bernardino, passare Sufers ed uscire a Roflasclucht - Val Ferrere - Val d'Avers. Ausserferrere è il primo paese che si incontra. Sorpassato l'abitato si trovano due parcheggi a destra ed a sinistra della strada.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita andata e ritorno
Unterkunftmöglichkeiten:In tutta la Val Ferrera - Val d'Avers vi sono numerose Gasthaus, B&B e Zimmer. Consultare www.viamalaferien.ch
Kartennummer:CNS 257S Safiental

Capita raramente, ma capita, di fare la sciata perfetta: quella dove trovi polvere praticamente dalla cima fino alle auto, una buona compagnia, un sole splendido ed un panorama mozzafiato. Questo è il sunto della giornata odierna.
Quando partiamo da Ausserferrera fa veramente freddo: siamo a - 15° e le mani sono dei pezzi di ghiaccio, risaliamo la strada forestale e quando arriviamo a Cresta, dove splende il sole, ci sembra di rivivere nonostante la temperatura sia ancora inferiore allo zero. Incontriamo Ignazio e Franchino anche loro diretti al Nolla. Li superiamo e iniziamo a salire nel bosco sovrastante l'abitato seguendo il ripido sentiero estivo. Il panorama si allarga sempre più, la visibilità è perfetta, usciamo dal bosco e raggiungiamo il ripido costolone che fa da confine al bosco di protezione di Cresta impiantato alcuni anni fa.
Vediamo un piccolo branco di camosci che si sposta un centinaio di metri sopra di noi.
Superiamo il costolone ed arriviamo all'Alp Andies dove la pendenza si fa molto più dolce, da qui vediamo, finalmente, la nostra cima, è ancora decisamente lontana, proseguiamo dirigendoci verso l'evidente canale che porta all'anticima quotata 2548 metri. Il canale è decisamente ripido, intorno ai 35°, ma la neve è ben assestata (anche se i cristalli sono della tipica forma a calice, la nuova nevicata, annunciata per domani, su questa scorrerà molto facilmente).
 Al termine del canale non resta che seguire la larga dorsale che porta alla cima, vedo gli altri già in vetta, a me ed Elio occorreranno ancora una decina di minuti.
In cima fa decisamente freddo: nonostante il sole siamo a diversi gradi sotto lo zero, ci prepariamo rapidamente , mangiamo qualcosa e giù.
Il canale è veramente da urlo: polvere come questa su un pendio a 35° sono una di quelle combinazioni che uno si augura di trovare ad ogni gita.
Raggiungiamo l'Alp Andies e non possiamo non voltarci ad ammirare le nostra traccie.
Vediamo anche le traccie di Ignazio e Franchino che si sono fermati qui risalendo un monterozzo sovrastante l'alpe.
Il costolone di fianco al Bannwald non raggiunge la perfezione del canale appena disceso ma è comunque molto appagante, nel bosco sottostante ricomincia il divertimento puro.
In un attimo, veramente un lasso di tempo troppo breve, siamo a Cresta, la carta indica la via da seguire per non ripercorrere la stradina, passiamo al disotto della chiesa e seguiamo una serie di tagli nel bosco che ci riporta ad Ausserferrera.

Gran gita, in condizioni assolutamente perfette, lo sviluppo è notevole ma il panorama dalla cima, che in fondo è un monterozzo che d'estate è abbastanza insignificante, è veramente notevole: un giro d'orizzonte a 360° che permette di ammirare una miriade di cime: dalle Splügener Kalkbergen, al Beverin, al Bärenhorn, al Fanellhorn, alla Calanda, ai Curver ed ai vicini e bellissimi Pizzas digl Gurgius.
La sciata è stata veramente superlativa ed appagante.  

Tourengänger: paoloski


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

ZS-
1 Feb 09
Nolla · paoloski
T3
14 Nov 15
Nolla, 2641 m · roko
T3
23 Okt 10
Nolla, 2641 m · roko
T3+
T3
14 Jul 18
Nolla · cresta

Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt:
Gesendet am 11. Februar 2013 um 06:14
Complimenti bella escursione ,si può fare con le racchette?
Grazie
Ciao Beppe

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Februar 2013 um 21:47
Ciao Beppe,
non sono un esperto di ciaspole per cui prendi le mie indicazioni "cum grano salis": fino a Cresta nessun problema: è una strada forestale, anche il tratto successivo non dovrebbe presentare problemi: segue il sentiero estivo che è ripido ma ben segnato ed abbastanza largo. Il costolone è abbastanza pendente ma anche largo. All'Alp Andies nessun problema: è un pianoro leggermente inclinato.L'unico punto in cui potrebbero esserci delle difficoltà (a mio parere di inesperto) è il canale che adduce alla cresta: la pendenza è sui 35° , non so se è affrontabile per la massima pendenza, so che i traversi con le ciaspole non sono molto raccomandabili.
Spero di esserti stato utile. Buone gite, Paolo

beppe hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Februar 2013 um 23:00
Grazie Paolo gentilissimo .
Buone gite
Beppe


Kommentar hinzufügen»