Monte Cerano (1.702m) da Germagno


Publiziert von Simone86 , 7. Dezember 2012 um 20:51.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum: 7 Dezember 2012
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 1350 m
Abstieg: 1350 m
Strecke:Germagno - Alpe Colla - Alpe Cardello - Alpe Cereso - Alpe Quaggione - Monte Cerano (ritorno per stessa via)

Oggi  è prevista neve. I vari siti meteo avvisano la possibilità di fiocchi sopra i 500mslm nel pomeriggio. Per questo partiamo presto verso un facile e veloce itinerario all’inizio della Val Strona.  Il Monte Cerano è un ottimo balcone panoramico sul Lago D’Orta e sul Mottarone, su Gravellona Toce e verso i monti più alti della Val Strona.  Abbiamo valutato la possibilità di salire da Arzo (450 mslm) con un itinerario più ripido ma decisamente con un chilometraggio assai più ridotto. Da Germagno invece la prima parte può risultare noiosa, mescolando lunghi tratti di strada asfaltata a punti in cui il sentiero appare abbandonato a se.
 
 -------------------------------------------------------------------------------------

Poco prima di entrare in Germagno vero e proprio (Q602) si trovano una dozzina di posti auto. Il parcheggino è posto vicino ad una chiesetta e ad un area verde. Da qui inizia il cammino, un po’ disorientato, verso l’alpe Quaggione. Dapprima seguiamo delle indicazioni prettamente stradali (di cartelli escursionistici neanche l’ombra, inizieranno molto più in su) ed in seguito incrociamo l’inizio di un sentiero che porta all’Alpe Cardello.  Intuitivamente è il sentiero giusto ma un autoctono ce lo sconsiglia in quanto è in pessimo stato. Il gentilissimo signore inoltre ci regala un mazzo di cartine escursionistiche locali (prodotte proprio dal paese) e ci da’ qualche utile indicazione sul giro da compiere. Purtroppo le cartine non sono precise come le SwissTopo, ma almeno ci si orienta.
Su noiosa strada asfaltata in 20’ raggiungiamo l’Alpe Colla (Q706) o Colletta. Proseguiamo per altri 20’ su un percorso misto di tornanti e sentieri (il T18, talvolta mal segnato) fino a Cardello (Q854). Qui troviamo le indicazioni per un sentiero boschivo (deviaz a Sx) dapprima tra fogliame di faggio ed in seguito su bella e larga mulattiera. Dopo altri 45’ con scarsa pendenza siamo all’Alpe Ceresa (Q1097) dove attraversiamo la strada asfaltata che porta a Quaggione. Anche qui un’ altro sentiero pare scomparire nel bosco, ma la vista del Monte Zuccaro (1338m) rende l’orientamento ottimale. Su secchi pascoli raggiungiamo l’agglomerato di baite e case dell’Alpe Quaggione (Q1200 circa), circumnavigando ad Est il Monte Zuccaro (altri 20’). Pare ci sia un’ostinata fissazione per la proprietà privata da queste parti, ogni singola baita ha il suo spazio privato e il suo recintino (sarà per tener lontano i brucatori?? Mah..).
Imboccato il sentiero Z2 diventa impossibile sbagliare itinerario, il Cerano è di fronte a noi, con la cima imbiancata, ed al suo fianco il Poggio Croce (1765m). Il sentiero sale vertiginosamente sull’erbosa dorsale Sud del Cerano, dapprima sul lato occidentale per spostarsi sulla cresta vera e propria intorno a Q1400. Intanto il cielo si fa sempre più scuro e tira un vento gelido, siamo costretti ad usare i guanti da neve pesanti. Dopo 1h10’ da Quaggione (come indicato dai cartelli) siamo sulla vetta (Q1702)(Tempo complessivo: 3h ). Il mio termometro segna -9°C e decidiamo di ripartire in discesa visto l’arrivare dei primi fiocchi di neve. Scendiamo fino a Q950 circa dove ci accomodiamo su un tavolino esterno di una baita e mangiamo qualcosa. I fiocchi si sono calmati. Dopo una buona mezz’ora di pausa rientriamo con calma alla macchina mentre la neve riprende decisa la sua danza (Tempo di rientro: 2h15’).

----------------------------------------------------------------------------------
 

 Meteo a parte, la zona ci è apparsa un po’ confusa nella segnaletica, nonostante sia ricca di cartelli. Forse i sentieri partono più in alto, mentre da Germagno non parte quasi nessuno. Ottimi i panorami circostanti. Gita tranquilla, per tutti.

--------------------------------------------------------------------------------

-Dislivello su mappa: 1200m
-Dislivello secondo GPS: 1580m........ !!
   visti comunque i vari saliscendi penso di poter optare al massimo per 1350m
-Distanza in Km: 15

Tourengänger: Simone86

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (12)


Kommentar hinzufügen

tignoelino hat gesagt: Cerano
Gesendet am 7. Dezember 2012 um 20:59
è sempre un piacere risalirlo in ogni stagione.
bella scelta!!
roby

Simone86 hat gesagt: RE:Cerano
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 14:23
si, escursione molto piacevole, sicuramente da concatenare al Poggio Croce o al Massone.
grazie!

ciolly hat gesagt: Cerano
Gesendet am 7. Dezember 2012 um 21:11
Vedo che la "Valle" ti sta appassionando...
Altemberg e Cerano... sempre belle cime.

Ciolly

Simone86 hat gesagt: RE:Cerano
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 14:24
eh si, anche per cambiare un po' zona, non si può sempre stare nel Lecchese e in Ticino
buone uscite

Nevermind hat gesagt: Cerano
Gesendet am 7. Dezember 2012 um 21:16
in pratica avete fatto (allungandola!) la prima parte della classica gita ciaspolatoria Quaggione-Cerano-Poggio Croce con discesa diretta all'alpeggio visbile da quest'ultima cima e rientro a Quaggione. Bravi per averrci creduto nonostante il meteo un po' schifoso... Per la cronaca, in zona Castelletto Ticino/Arona, ha nevicato pochissimo ed è già sciolta.

Simone86 hat gesagt: RE:Cerano
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 14:27
infatti anche in cima c'era poca neve, 20cm al massimo.. Ecco, il problema è che non avevamo una cartina precisa della zona, ma solo una mappa molto approssimativa. Comunque più in su dei 1700mslm sarebbe stato rischioso, cosi abbiamo optato per partire molto bassi

tapio hat gesagt: Cerano
Gesendet am 7. Dezember 2012 um 21:40
Il Cerano lo ricordo sempre con nostalgia per una bella anche se ormai lontana salita primaverile.
E poi ce l'ho spesso davanti agli occhi...
per cui complimenti per la scelta, davvero meritevole!

Ciao, Fabio

Simone86 hat gesagt: RE:Cerano
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 14:27
Grazie, si è stato un giro piacevole, anche con il meteo cosi, vista la modesta altitudine non ci sarebbero stati grossi rischi.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 8. Dezember 2012 um 15:15
Bravi Simone & Co., per la salita, anche se in parte noiosa. Io ricordavo di essere salito (mi pare comodamente) in auto fino all'Alpe Quaggione in modo da poter poi allungare verso il Massone. Come mai non avete potuto farlo? Condizioni di strada impossibili?

Simone86 hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 14:30
Si di fatti si poteva salire ma... non lo sapevamo! Ero munito di una mappa molto approssimativa e non sapevo che si potesse salire in macchina cosi in alto. Ma diciamo che non è stato un problema visto che più in alto non si poteva azzardare è stato (casualmente) "utile" partire molto in basso. La strada era percorribile tranquillamente ma il sentiero era in pessimo stato.. perciò buona parte l'abbiamo percorsa su strada.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 15:02
Mannaggia! Una volta che avrei potuto esserti utile parlandoti della strada.....:):):)

Simone86 hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Dezember 2012 um 17:14
eheh beh ma non è stato un problema. Anche Bruno, con cui sono andato, aveva già fatto molti anni fa il tuo stesso percorso da Quaggione al Massone ma si è fidato della mia escursione mal preparata ahah


Kommentar hinzufügen»