Cornizzolo 1241m-M.te Rai 1261 m-Sasso Malascarpa 1244 m (Sentiero Luisin)


Publiziert von cristina , 5. Dezember 2012 um 14:42. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 2 Dezember 2012
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Strecke:Civate-Suello-Direttissima al Cornizzolo-Rif. Consiglieri-M.te Rai-Sasso Malascarpa-Colma-Acqua del Fo'-San Tommaso-Sentiero Luisin-San Pietro-Civate
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano Lecco uscita Valmadrera-Civate. Posteggio a monte del paese.
Kartennummer:Kompass N. 91 1:50.000 Lago di Como-Lago di Lugano

Di ciaspole per il momento non voglio sentir parlare e anche di pestar neve non è che ne abbia molta voglia, tra l’altro ho idea che avremo tutto il tempo per farlo.
 
Visto i cambi di programma di ieri e il poco tempo che abbiamo avuto una volta tornati a casa, non c’è stato il tempo di pensare a qualcosa per domenica.
 
Recuperiamo l’omonimo di Marco e ci dirigiamo verso Lecco cercando di capire cosa vorremmo fare. Camminare innanzitutto. Scartando la neve non ci restano che Cornizzolo & C. non potendo poi andare troppo lontano.
 
Lasciamo l’auto a Civate e ci dirigiamo a Suello, dove prendiamo il sentiero “direttissimo” per il Cornizzolo. Rimaniamo nella nebbia fittissima fino ad un 200 m dalla cima. Una volta fuori, per fare la prima foto della giornata, mi perdo la vista di una famiglia di cinghiali poco distanti da noi. Che spettacolo sopra il cielo è blu, sotto un mare di nuvole, tutte le cime imbiancate anche se non sembra molta. Raggiungiamo la croce di vetta, dove da un lato sembra primavera e dall’altro pieno inverno. Breve sosta e discesa al rifugio che oggi sarà pieno come un uovo ho idea!
 
Risaliamo al Monte Rai, dove il lato nord ha una leggera spruzzata di neve che lo fa sembrare ammuffito. Proseguiamo per il Sasso Malascarpa da dove volevo scendere direttamente al Taja Sass ma visto che è ancora presto proseguiamo fino alla Colma e quindi alla Fonte del Fo’ dove scendiamo a San Tommaso. I tavoli all’esterno sono tutti vuoti, ne troviamo uno al sole e facciamo sosta pranzo.
 
Il nostro giro prevede ora il rientro a San Pietro, per cui prendiamo il sentiero dei massi erratici per deviare successivamente sul sentiero Luisin. Una ripida risalita ci porta sotto la cima del Corno Birone e alla deviazione per raggiungerla. Il sentiero Luisin procede ora a mezza costa con altri numerosi sali scendi (il sentiero è piuttosto stretto ed esposto ma molto panoramico). Incrociamo due deviazioni per Civate ma visto che abbiamo ancora tempo raggiungiamo San Pietro e da qui per mulattiera torniamo a Civate.
 
I colori sono spettacolari, vorrei fotografare in continuazione ma la macchinetta dà forfait, si è congelata. Tenendola in tasca riusciamo a farne ancora qualcuna ma ha proprio freddo poverina!

Dislivello 1703 m e km 19,80
 

Tourengänger: cristina, Marco27

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»