Periplo dell'Arera


Publiziert von mauribarbi , 3. Dezember 2012 um 22:37.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 2 Juni 2012
Wandern Schwierigkeit: T3+ - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 5:30
Strecke:dal rifugio Capanna 2000 ...al rifugio capanna 2000
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Bergamo; Zogno; Algua; Zambla Alta; seguire cartello stradale indicazione "Arera"; loc. Plassa; proseguire per l'unica strada verso il rif. S.A.B.A. dove poco oltre c'è ampio parcheggio.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Percorso ad anello.
Unterkunftmöglichkeiten:al rifugio Capanna 2000
Kartennummer:kompass 104

Il giro attorno all'Arera, che emozione! 
Dal parcheggio situato poco sopra il rifugio S.A.B.A. si parte (con Antonella) alle 7.  La meta non è ancora definita ma di certo vogliamo percorrere una parte del Sentiero dei fiori.  Ce la prendiamo con comodo: alle 8.30 siamo al rifugio Capanna 2000 (m. 1960) e poco sopra il cippo che segnala "periplo" ci illumina sulla nostra meta: faremo il giro attorno all'Arera.
La giornata è invitante perché il sole illumina un mare di nuvole che coprono la valle e fanno spuntare solo le cime.
Ci incamminiamo sul Sentiero dei Fiori alto e, passata la valle d'Arera, siamo al passo Gabbia (m. 2050). Scendiamo di un centinaio di metri e attraversiamo il ghiaione del Mandrone: non c'è nessuno, solo una marmotta che alla nostra vista scappa per un centinaio di metri a ritroso, percorrendo il sentiero!
Svariamo a sinistra per salire ad una selletta panoramica, poi decisi torniamo e saliamo verso il passo di Corna Piana (m. 2130). 
Qui decidiamo una seconda variante e ci incamminiamo dritti verso la vetta: seguiamo i segnavia e il percorso si fa decisamente più "roccioso" ed esposto. Sosta per uno spuntino: panorama stupendo e ritorno in discesa di nuovo al passo di Corna Piana. Comincia a rannuvolarsi: dal passo si segue il sentiero in discesa, costeggiando prima le pareti di sinistra e poco sotto deviando a destra, sotto pareti di roccia. Si sale e si riscende fino a quota m. 1700 circa, facendo attenzione perché il sentiero diventa poco visibile (segnavia gialli poco visibili). Bisogna orientarsi guardando le pareti del massiccio roccioso che più avanti presentano una sella: la forcola di Valmora (m. 1996). 
Passato ancora un vallone ci si presenta lo spettacolo di un folto gruppo di camosci, con i loro piccoli, che alla nostra vista fuggono verso l'alto sul ghiaione. Spettacolo indimenticabile! 
La salita alla forcola di Valmora presenta un sentiero ripido e abbastanza esposto, attrezzato con corde fisse.  Giunti al passo, il più è fatto, anche perché le nuvole ormai ci hanno raggiunto e desideriamo solo rientrare al rifugio. 
Ancora qualche passaggio attrezzato con corde fisse che aiutano a superare ghiaioni scivolosi, rimanendo sempre in quota,  e poi ...... la meritata cioccolata e le loro famose  squisite torte al rifugio Capanna 2000!




Tourengänger: mauribarbi

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4- I
T3
20 Okt 17
Pizzo Arera (2512 m) · peter86
T3
T4- WS II
T3

Kommentar hinzufügen»