Jof di Montasio m.2753 Alpi Giulie


Publiziert von accoilli , 20. Oktober 2012 um 14:26.

Region: Welt » Italien » Friaul-Julisch Venetien
Tour Datum:13 Juli 2003
Wandern Schwierigkeit: T5+ - anspruchsvolles Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Klettersteig Schwierigkeit: WS-
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1250 m
Abstieg: 1250 m
Strecke:Piani del Montasio Rifugio di Brazzà Forca dei Disteis Bivacco Suringar Canale Findenegg Jof di Montasio Via normale Scala Pipan Piani del Montasio
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Udine Gemona del Friuli Chiusaforte bivio Val Raccolana Sella Nevea Piani del Montasio
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio di Brazzà m.1660

Partiti dai Piani del Montasio m.1502,dove abbiamo pernottato,abbiamo preso il sentiero ben segnalato per il Rifugio di Brazzà m.1660,che abbiamo raggiunto in 30 minuti..poi con il sentiero n° 622 passando dai prati alle rocce e superando qualche facile salto,fino alla Forca dei Disteis a m.2201,ambiente tipico e stupendo delle Giulie. Dopo alcune foto e messi i soliti cerotti ai piedi già sofferenti,girando a sx,abbiamo preso un traccia che percorre a breve distanza il suggestivo nonchè impressionante precipizio delle Clapadorie..risalendo successivamente una larga cengia assai bella,e seguendola fino ad aggirare l'imponente torre dei Disteis... giungendo di lì a breve ad un bivio,a sx per il Bivacco Suringar,a dx per il canale Findenegg. Dopo una breve escursione al bivacco,ritornando sui nostri passi,abbiamo iniziato la salita del canale Findenegg. Risalendo gradoni roccciosi e tracce di sentiero si arriva all'inizio vero e proprio del canale..qui comincia il divertimento,con facile arrampicata mai superiore al 2° grado superando brevi camini e paretine,si arriva all'uscita del canale sulla cresta sommitale. Questa la si percorre superando un tratto esposto ed aereo ma mai difficile,fino alla campana della vetta. Tempo impiegato per la salita ore 4.00

Purtroppo per noi,la vetta è affollatissima,quindi decidiamo di scendere qualche metro sotto le rocce della vetta,per cercare un pò di tranquillità,mangiamo e gustiamo il panorama...dopo alcune foto il nostro sguardo è rapito dalla maestosa mole del versante nord del Jof Fuart,lo osserviamo attentamente,scocca subito la scintilla...è subito grande amore!  Facciamo subito progetti per salirlo,entro 2 giorni al massimo,sappiamo che il tempo sarà bello ancora...poi cominciamo a scendere lungo l'interminabile e noiosa via normale dal Rifugio di Brazzà,con subito una larga e panoramica cresta,poi giù a dx si supera erti pendii e qualche salto giungendo all'unico divertimento della discesa,la famosa Scala Pipan..lunga,esposta ed aerea,ma non difficile,bisogna fare attenzione affinchè nessuno cominci a salirla dal basso,per evitare scomode manovre di corde e moschettoni,a metà scala....finita questa si continua a scendere fino alla Forca dei Disteis, poi noi abbiam preso un ripido ghiaione scivoloso e poi giù a tutta..riempiendosi le scarpe di terra e sassi...fino a raggiungere nuovamente i piani del Montasio...da qui abbiamo proceduto in direzione della malga Montasio,una sosta obbligata che raccomando a chiunque,per gustare i prodotti tipici della zona..ci sono dei formaggi!!...la sera a cena mentre ci deliziavamo con dette pietanze,i nostri pensieri si affollavano tutti  sulle pendici del Jof Fuart,cartina e guida alla mano si progettava già la prossima salita......

Tourengänger: accoilli, Lydia


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»