Piz Prevat per la cresta NE e la parete SE dello spigolo NE


Publiziert von paoloski Pro , 3. November 2012 um 23:42. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:24 September 2000
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: ZS
Klettern Schwierigkeit: IV (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Campolungo   Gruppo Poncione di Vespero 
Zeitbedarf: 5:45
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita di Quinto, ritornare verso Sud seguendo la cantonale e raggiungere Rodi, la partenza della funivia si trova nei pressi della centrale elettrica. Biglietteria automatica.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita andata - ritorno.
Unterkunftmöglichkeiten:Capanna Tremorgio, Capanna Leit, alberghetti, B&B e stanze in Val Leventina.
Kartennummer:CNS 1252 Ambri - Piotta

Per domenica si prevede bel tempo, sole e caldo, l'ideale per un'arrampicata: con Andrea ed Alexandre decidiamo per il Piz Prevat, consultiamo Plaisir Sud e la guida del CAS, le valutazioni sono un po' differenti: una da la cresta NE come un 5a (4b obbligato) la seconda, in gradi UIAA, la valuta come un IV...secondo le tabelle di comparazione un 5a corrisponde a un V ed un 4b ad un IV+ ! Boh? Decidiamo di fare la cresta NE, a scanso di equivoci lo spigolo NE non lo prendiamo neppure in considerazione.
Ad accompagnarci, ma senza arrampicare, c'è anche edelweiss che ci farà qualche foto dal basso.
Arriviamo a Rodi e raduniamo la moneta svizzera accumulata in settimana per salire in funivia al Lago Tremorgio, il tempo non è così bello come previsto: siamo immersi nella nebbia, però dovrebbe aprirsi, apriamo il portabagagli, prendo la borsa degli scarponi e...sorpresa: ho due scarponi destri, un 42 mio ed un 39 di mia moglie Anna. Che bella idea comprare gli scarponi della stesso modello e dello stesso colore!
Vabbè, arrivare all'attacco non dovrebbe essere molto complicato, salirò con i sandali e poi ho le scarpette d'arrampicata.
Arriviamo alla capanna Tremorgio e la nebbia sembra meno fitta, iniziamo a camminare e, poco dopo, eccoci al sole, ammiriamo la nostra meta e constatiamo che c'è anche una spruzzatina di neve fresca, con i miei sandali senza calze un'occasione per una salita rinfrescante.
Passiamo per l'Alpe Campolungo e a Fontane iniziamo a salire verso l'attacco della via. Arriviamo alla cresta, dove la via ha inizio, ci infiliamo imbrago e scarpette, ci leghiamo e partiamo. La prima lunghezza è quasi camminabile poi la cresta comincia ad impennarsi ma siamo ancora sul facile facile, ora c'è un primo dente, quindi un secondo, più alto e caratterizzato da un incredibile "fiamma" inclinata a 45°, da salire, a metà c'è una fascia di rocce rosa che non è il massimo della stabilità, ma con un po' di attenzione le superiamo ed arriviamo alla fiamma. Una foto qui è d'obbligo, poi riprendiamo la salita, ci sono ancora due denti da superare poi un tratto in leggera discesa che porta alla base della parete SE dello spigolo NE (orografia complicata quella del Prevat), sono due tiri piuttosto facili: III - III+ ed in breve siamo in cima, firmiamo il libro di vetta e ci apprestiamo alla discesa, ci abbassiamo di qualche metro seguendo delle traccie poi troviamo un anello di calata e approntiamo una doppia, parte Andrea che dimentica innavvertitamente il suo zaino, vabbè, è una di quelle doppie senza difficoltà per cui me lo metto davanti e scendo a mia volta sentendomi un po' un "uomo sandwich".
Poi è la volta di Alex, alla base ritroviamo Michele (edelweiss) , il tempo è un continuo alternarsi di sole e nuvole, a volte c'è qualche goccia portata, per cui decidiamo di mangiare alla stazione della funivia, poi giù ed all'auto.

Bella salita, senza particolari difficoltà e su roccia, nel complesso, buona : col senno di poi è più esatta la valutazione della guida del CAS, non c'è traccia di 5a ma neppure di 4b.

Tourengänger: paoloski, edelweiss


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T2 5b
T3 III
23 Jul 17
Pizzo del Prévat · D!nu
T5 5b
T6- 5c
11 Aug 16
Blick nach oben · tricky
T2 WS 5c

Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 4. November 2012 um 02:35
mitici...ma voi alle manine non sentite freddo???

gbal hat gesagt:
Gesendet am 4. November 2012 um 10:08
Mi accomuno a Laura nell'applaudirvi. Il BRAVI è tanto più intenso quanto più si conoscono le difficoltà; ed io e lei ci abbiamo provato e....ci proveremo di nuovo....magari con gli scarponi giusti (l'ultima volta che sono sceso a piedi dall'Antimedale con le scarpette d'arrampicata ho guadagnato due belle unghie nere!)

paoloski Pro hat gesagt: RE: per Laura e Giulio
Gesendet am 4. November 2012 um 17:03
Come si vede dalla data la gita risale ad un po' di anni fa: dovendola rifare oggi probabilmente avrei qualche problema di freddo anch'io.
Comunque dalla vostra relazione non è che abbia ben capito da dove siete saliti: anche la cresta SE che noi abbiamo disceso in doppia non è che mi fosse sembrata così agevole da salire!
Per quanto riguarda le unghie nere: probabilmente ti sei fatto consigliare da chi usa le scarpette di due numeri in meno rispetto a quello che abitualmente usa per salire su appoggi più piccoli. Io le ho sempre prese un numero in più perchè penso che mentre si arrampica si debba pensare a come salire e non a quanto fanno male i piedi!
Ciao, buone gite ad entrambi, Paolo

gbal hat gesagt: RE: per Laura e Giulio
Gesendet am 4. November 2012 um 17:19
Noi l'abbiamo tentato dal Passo di Campolongo per la cresta NNW ma sinceramente siamo andati un po' a braccio per diverse ragioni, prima tra tutte la fretta. C'è cmq il tracciato nella ns. relazione. Le mie scarpette sono del tipo "umano" ma il problema è che avevo dimenticato gli scarponi all'attacco e una volta a fine via sono sceso in scarpette lungo il sentiero che con loro ai piedi appare di una lunghezza infinita!


Kommentar hinzufügen»