Pizzo Gallina 3.061m - Con compleanno annesso!!


Published by Simone86 , 17 September 2012, 21h26. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Valais » Oberwallis
Date of the hike:16 September 2012
Hiking grading: T5 - Challenging High-level Alpine hike
Mountaineering grading: PD
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   CH-VS   Gruppo Pizzo Gallina   Gruppo Grieshorn 
Height gain: 800 m 2624 ft.
Height loss: 800 m 2624 ft.
Route:NufenenPass - Chilchorn - Cresta N del Chilchorn - contrafforte Q2836: aggirare a sx - piccola deviazione N - It. 642 del Brenna: Canalone di sinistra della parete SSE - Cresta E - VETTA - discesa per la stessa via con deviazione all'imbocco del canalone e aggiramento del Chilchorn ad W.
Access to start point:Nufenenpass o Passo Della Novena 2480m: Da Bellinzona seguire per San Gottardo, uscita Airolo, seguire per la Val Bedretto, percorrerla tutta fino a Nufenen.


Nonostante alcuni avvertimenti sulla difficoltà del Pizzo Gallina ho meditato a lungo sulla sua fattibilità. Da qualunque parte si voglia salire non si scende sotto il PD di difficoltà, il che psicologicamente è una botta non da ridere, vista la difficoltà (sempre psicologica) di un F del Brenna.  Ma oggi, usando come scusa il mio compleanno, ho deciso che come regalo volevo farmi un salto di qualità e poter finalmente affrontare un PD in sicurezza.  Cosi partiamo in 4, tra cui uno con corso Cai Roccia annesso per non avere dubbi sugli imprevisti.  La scelta è risultata azzeccata, complimenti anche a Matteo che alla sua seconda uscita in montagna ha portato a casa senza paura un PD!! 

NOTA:  i tempi non sono indicati volutamente, tra ragionamenti, studi di manovre e tutto il resto oggi è stata più una giornata da "scuola di alpinismo". Infatti la salita ha richiesto più di 4h.  Attenersi invece alle tempistiche del Brenna (circa 2.30h-3.00h la sola salita)


--------------------------------------------------------------------------------

Partiamo dal Passo della Novena alle 9.30 circa.
La salita al Chilchhorn, piccola cima lungo la via del Gallina, è abbastanza ovvia ed una traccia di sentiero è facilmente individuabile sul suo lato E. In 40'-45' siamo sul pianoro di questa tranquilla vetta, giusto per spaccare il fiato.

Si prosegue in per la cresta N della suddetta cima in direzione del contrafforte roccioso a Q2836, che viene aggirato sulla destra, rientrando in terra ticinese. Si risale con non poca difficoltà il ghiaione presente per giungere al bivio tra i due canaloni detritici di salita. La parola chiave della montagna è "instabile". Quant'è vero, mi hanno avvertito ed avverte anche il Brenna, ma mai avrei pensato ad un continuo staccarsi di pietre, anche stando attenti.
 

Aufstieg-Fusio-Passo-Campol A questo punto le possibilità sono 2 (o 3 se si considera l'aerea ed ripida Cresta S, un PD+, ma non è il caso!). Una possibilità è quella di prendere il canalone centrale che Sale in direzione NW, l'altra possibilità è andare a destra, salire e poi a sinistra lungo un altro canalone parallelo al precedente che resta esattamente alla sua sinistra (vedere immagini con schizzo). Optiamo per la seconda scelta.

Non vedendo, passando per il ghiaione, la necessità dell'uso di corda ed imbrago, optiamo per una facile salita lungo un piccolo contrafforte roccioso per prendere il canalone direttamente (vedi foto). Un unico tiro di 25-30m con i primi 8m verticali, probabilmente un III o IV. Divertente variazione in questa personale prima esperienza alpinistica e quindi di assicurazione con fettuccie e cordini, un brivido decisamente diverso rispetto alla falesia!! Dopo qualche difficoltà nel trovare due solidi punti di ancoraggio su queste rocce ballerine, recupero il mio compagno, poco esperto in arrampicata, ma dotato di grande coraggio per questa sua prima esperienzina alpinistica in cordata.

Abbiamo comunque perso parecchio tempo per mettere in atto tutto l'ambaradam, quindi optiamo per infilarci subito nel canalone e salire comunque legati in conserva, facendoci assicurazione ove rischioso ed ove possibile. Comunque non c'è stato quasi mai bisogno, la difficoltà stava nel continuare a fermarsi per non far cadere troppi sassi quando gli altri due compagni erano sotto di noi. Comunque ci si inventa i passaggi, piu o meno divertenti e franosi, cercando vie stabili talvonta puntando a N anzinche seguire la linea NW del canale, preferendo solide rocce di II grado al canalone ripido, sabbioso e franoso.

Giunti all'apice del canalone imbocchiamo la cresta E, o meglio gli ultimi 30m per raggiungere la vetta del Gallina a Q3061.

Una soddisfazione altissima, siamo tutti esaltati, il panorama e il clima di questa giornata perfetti, in maglietta a maniche corte il 16 settembre su un 3000! Si sono però fatte quasi le 14, è ora di mangiare in fretta e scendere. Sinceramente ero un po' in ansia per la discesa. L'idea della corda doppia poteva essere divertente e sicura MA le rocce sono troppo instabili ed avremmo rallentato un sacco. Inoltre, a parte alcuni passaggi un po' ostici ce la siamo cavata bene anche in discesa, crendo piccoli ancoraggi e piccole calatine nei punti pericolosi.

Giunti in fondo al canale non sarebbe stato possibile scendere dalla stessa parete di salita se non in corda doppia e, visto l'orario, abbiamo optato per usare il comodo canalino di discesa un po' nascosto, ma che ho ben evidenziato nelle foto, di modo da poterlo utilizzare anche in salita. Anche il Chilchhorn viene snobbato al ritorno, cercando una direttissima verso la macchina che è risultata forse più faticosa che altro.. Ma alla fine siamo in macchina entusiasti per il primo PD portato a casa!

---------------------------------------------------------------

Grande soddisfazione per una gran bella cima, non accessibile a tutti.   Corda non indispensabile per gli esperti ma sicuramente comoda per ogni evenienza e/o passaggio difficoltoso. La roccia è spaventosamente instabile, caschetto assolutamente consigliato ed attenzione a chi gira attorno (sopra e sotto!).  Alto rischio di cedimento del terreno e dei sassi apparentemente stabili.

 


Hike partners: Simone86, botticchio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (7)


Post a comment

beppe says: Complimenti
Sent 18 September 2012, 04h29
a tutti e auguri Simone
Ciao
Beppe

Simone86 says: RE:Complimenti
Sent 18 September 2012, 18h58
Grazie Beppe!

massimo61 says: complimenti
Sent 18 September 2012, 13h06
Bravi e a Simone auguri
Ciao Massimo 61

Simone86 says: RE:complimenti
Sent 18 September 2012, 18h58
Grazie Massimo!

Laura. says: Auguri
Sent 18 September 2012, 13h32
Ci sono stata due settimane fa...bella vetta, ideale per festeggiare un compleanno!

Simone86 says: RE:Auguri
Sent 18 September 2012, 19h01
eh si, infatti è stata proprio la vostra escursione a dare l'idea iniziale! poi avete fatto anche un bel anello, ma quello lo abbiamo evitato, lasciamolo solo per i veri esperti eheh

gbal says:
Sent 19 September 2012, 21h17
Bravo Simone.
Proprio come dici credo ti sia fatto un bel regalo. Comincia a pensare al prossimo compleanno....un AD?
Giulio


Post a comment»