Malga Sorgazza - cima d'Asta


Publiziert von Armandos , 20. August 2012 um 18:17.

Region: Welt » Italien » Trentino-Südtirol
Tour Datum:27 Juli 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: ZS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1460 m
Abstieg: 1460 m
Strecke:Malga Sorgazza - rifugio Brentari - cima d'Asta
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Malga Sorgazza, in Val Malene, si raggiunge dalla Valsugana, via Strigno e Pieve Tesino
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Rifugio Brentari
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Brentari

 

Partito di buon mattino verso le 7 da malga Sorgazza a 1450m dove troviamo un ampio parcheggio. 

Mi avvio verso la strada militare tenendo il laghetto artificiale sulla destra e sulla sinistra troviamo un monumento ai caduti. Ad un certo punto troviamo la teleferica Brusà e da li prendiamo in direzione dei segnali verso cima d'Asta sentiero 327. Il sentiero da pianeggiante sale sempre più ripido fino ad arrivare a 2000 metri al Valon di Cima d'Asta dove troviamo una segnaletica che indica un bivio: a sinistra si va verso forcella Magna, noi teniamo il 327 verso il rifugio Brentari.

Dopo qualche tornante troviamo dei ruderi, denominati “Capanna del Pastore”, a 2130 mt. Qui ci troviamo di fronte ad un bivio: il 327a (I Lastoni) ed il 327b (Trodo dei Aseni); noi andiamo per il 327a (teniamo il più comodo 327b per il ritorno) su lastroni granitici, che ci portano verso l'ultimo pezzo di valle, prima di arrivare al Lago di Cima d'Asta e quindi al Rifugio Brentari, dal quale vediamo la maestosa Cima d'Asta che sovrasta il Laghetto omonimo.

Arrivati al rifugio Brentari a 2476m in circa 2 ore e mezza, prendo il sentiero a destra del rifugio verso la Forzeleta, una volta arrivati a quota 2680 dobbiamo riscendere per un tratto attrezzato ritenuto sentiero alpinistico, usando prudenza non ha niente di difficoltoso, arrivo alla vallata sottostante che porterà poi alla cima.

Saliamo tra le varie rocce seguendo i segnavia per arrivare alla cima dove possiamo vedere la croce alla quale dobbiamo arrivare. Sulla cima a quota 2847 godiamo di un bellissimo panorama che ci appagherà di tutte le nostre fatiche. Da qui possiamo vedere tutte le più alte cime del Trentino alto Adige a 360°.
Poco sotto la cima troviamo anche la Capanna Cavinato, un bivacco che può ospitare fino a 6 persone.

Dopo le foto di rito alla cima ed un panino si ricomincia la discesa per la stessa via per il rifugio Brentari e al bivio della Capanna del Pastore ho preso il sentiero 327b (Trodo degli a seni) che è più scorrevole e meno ripido soprattutto se sono bagnati i lastroni di granito che abbiamo trovato dall'altra parte salendo.

Dopo una lunga discesa, non dimentichiamo che il dislivello dalla cima è di circa 1450 m, si ritorna al punto di partenza alla malga Sorgazza. L'intero giro secondo i dati del gps ha una distanza di 17 km circa e di un tempo impiegato di 7 ore.


Tourengänger: Armandos

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»