Pointe de Mourti, Sommet E (3564 m) (e Col du Gardien (3069 m))


Publiziert von Sky , 4. August 2012 um 16:26.

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Mittelwallis
Tour Datum:28 Juli 2012
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS 
Zeitbedarf: 2 Tage

Dopo aver saputo che l’ultima uscita del corso di alpinismo 2012 del CAS Ticino è alla Cabane de Moiry, in una valle che ben conosco ed amo, a febbraio chiedo a Lüzzi, ex capocorso ma tuttora “burattinaio” dietro le quinte di questo corso a cui ho partecipato l’anno scorso, se posso parteciparvi, visto che a quell’epoca sarò in vacanza in zona, e mi dice che non ci sono problemi. A qualche settimana dalla data, scrivo ad Ale, il capocorso, che mi dà il suo benestare alla mia partecipazione, in via eccezionale.

Sabato, dopo essere partito da Milano alla volta di Ayer, dove ho affittato un appartamentino per il mese di agosto, depositati i bagagli, mi dirigo verso Moiry. Ho preso acqua in Vallese venendo in macchina, ma l’alta Val d’Anniviers sembra essere il posto col tempo più bello ! Parto forte verso la cabane de Moiry e, una volta visto in lontananza un groppone che non può che essere quello dei miei amici del CAS, li raggiungo e mi unisco a loro.

Arrivati in capanna, i ragazzi del corso vanno a fare una cresta di arrampicata. Nel frattempo, ovviamente, il tempo è peggiorato ! Io, per non disturbarli, me ne vado in solitaria verso una delle Aiguilles de la Lè (P3180). La guida del Brandt dà ¾h, dovrebbe essere fattibile. Dopo aver toppato completamente l’attacco, andata via la nebbia, GPS alla mano, prendo la direzione corretta. Arrivato a 3040 m circa incomincia a piovere, e la mia meta è ancora lontana e nella nebbia. Decido quindi di puntare al col du Gardien e mettere quello come mia meta di giornata ! Tra l’altro la visibilità è quasi nulla, quindi qualunque altra meta sarebbe altrettanto insignificante come panorama ! Foto di “vetta”, poi velocemente scendo. Ora piove più forte, senza comunque mai compromettere la sicurezza della discesa. Arrivo in capanna con i calzoni zuppi. Nello stesso momento arrivano anche gli altri, di ritorno dalla cresta. Loro in più, essendo andati ad arrampicare, non avevano con sé neanche giacche a vento, quindi sono ancora più bagnati di me ! Fortunatamente la capanna ha un ottimo essiccatoio e tutti possiamo mettere i nostri indumenti bagnati lì. Il tempo nel frattempo migliora.. per poi ritornare brutto nel giro di poco !

Cena, definizione delle cordate ed esercizi di “pianificazione” della salita dell’indomani, la cresta NE della Pointe E du Mourti (PD). Partita a carambola, poi tutti a letto. Colazione prevista per le 5.30, partenza alle 6.

Alla sveglia vediamo che fuori piove e le nubi sono basse. Sulla nostra cresta è nevicato, stanotte. In capanna il generatore non funziona, tutti con le frontali in refettorio. La colazione è rimandata.. All’improvviso le nubi si alzano.. OK, si parte !! Colazione e alle 7 (un’ora dopo l’orario previsto) lasciamo la capanna già imbragati. Seguiamo le tracce di sentiero fino al ghiacciaio, dove ci ramponiamo e leghiamo. Io sono in cordata con Marco, Silvio e Lüzzi. Primo tratto senza problemi, si avanza a corda corta, poi incominciano i crepacci e si allunga la corda. Si decide di prendere una linea più diretta di quella riportata sulla guida CAS, che dice di fare un grande arco sulla piana glaciale. Fa un gran caldo. I crepacci sembrano pochi e mai insidiosi. È ora quindi di puntare alla cresta. Anche in questo caso ci discostiamo dalla guida, che dice di prendere la cresta appena a monte del gendarme a quota 3274, salendoci molto più avanti, in corrispondenza di una selletta. Lì mettiamo il casco e procediamo a corda corta. Io sono ultimo della mia cordata e mi diverto ad affrontare la cresta, mai esposta e mai oltre il II grado. Si procede lentamente, trovandosi in varie cordate ad affrontare la cresta in contemporanea, ma ognuna cerca di scegliersi dove possibile una via “propria”. Terminata la cresta rocciosa, si passa, negli ultimi 200 m, ad una cresta nevosa, molto larga e poco pendente. La vetta è una caratteristica isola rocciosa, nel mare di neve. Strette di mano e complimenti !

Siamo tra le ultime cordate e la fortuna vuole che le nubi si alzano per un attimo, lasciandoci intravedere quel paradiso di cime che ci circondano.. Ma solo intravedere.. Ed è ora di scendere. Cambio di cordata per me.. il ritmo ora è più sostenuto.. io che sono più impacciato faccio fatica a stare a dietro.. Sul tratto di ghiacciaio poi mi trovo addirittura a dover correre.. mah.. Ad ogni modo, passato il noioso tratto di ghiacciaio, siamo al punto di liberarci da corde e ramponi.

In capanna, qualche considerazione finale sul corso di Alpinismo davanti ad una panachè, ed è ora di scendere.

Una vetta che ho sempre ammirato, da Moiry, impressionante per la sua parete glaciale NNW ! Una cresta dalla difficoltà come piace a me, stimolante, ma mai troppo difficile. Il mio primo PD di misto !

Grazie agli amici del CAS Ticino per avermi permesso di unirmi a loro.


Tourengänger: Sky

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (9)


Kommentar hinzufügen

Amedeo hat gesagt: Sempre grande
Gesendet am 4. August 2012 um 17:15
Sempre grande Luca, vai così!!
Ciao
Amedeo

MicheleK hat gesagt: Ottima scelta
Gesendet am 5. August 2012 um 00:58
La cresta delle Aiguilles de Le e la Pointe de Mourti meritano; la traversata al Dent de Rossens poi una vera chicca. Il meteo putroppo quest' anno l'e`quel che l'e`...

congratulations.
Saluts,
Michele

Sky hat gesagt: RE:Ottima scelta
Gesendet am 5. September 2012 um 12:14
La cresta delle Aiguilles de la Lè e del Dent des Rosses credo che siano al di là delle mie possibilità..! I posti sono comunque stupendi..

Il tempo, alla fine è stato bellissimo, per tutto il mese di agosto !

Ciauz
Luca

cristina hat gesagt:
Gesendet am 6. August 2012 um 08:23
Nonostante il mal tempo da quello che si vede devono essere dei posti veramente meravigliosi.

Ciao Cri

Sky hat gesagt: RE:
Gesendet am 5. September 2012 um 12:11
>Nonostante il mal tempo da quello che si vede devono essere dei posti veramente meravigliosi.

Lo sono ! Queste sono le montagne che amo !

Ciao, Luca

gebre hat gesagt:
Gesendet am 6. August 2012 um 13:05
Complimenti...e buone escursioni!
Ciao
Alberto

gbal hat gesagt:
Gesendet am 6. August 2012 um 22:34
Per essere sincero....invidia questa tua vacanza!
Complimenti!
Ciao

CarpeDiem hat gesagt:
Gesendet am 7. August 2012 um 20:26
Complimenti. Bella escursione!!

Ciao

Sky hat gesagt: RE:
Gesendet am 5. September 2012 um 12:57
Grazie !
Sì, bella escursione, ed è stata solo l'inizio di una lunga vacanza vallesana.. :)
Ciao, Luca


Kommentar hinzufügen»