Anello con l’ombrello: Sigirino – Gradiccioli - Tamaro


Publiziert von gbal , 7. Juli 2012 um 22:19.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Sottoceneri
Tour Datum: 6 Juli 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Tamaro-Lema 
Zeitbedarf: 7:30
Aufstieg: 1810 m
Abstieg: 1810 m
Strecke:21,1 km
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Varese-Gaggiolo-A2-Lugano Nord-Sigirino
Kartennummer:Swiss Map Mobile

Immagino che ci si debba sentire così quando si viene traditi da colei o da colui in cui si ripone una fiducia incrollabile. Io sono stato tradito dalla meteo. Studiavo e controllavo giornalmente l’andamento delle previsioni di questi luminari del modello matematico e ne avevo ricavato l’idea che di giorni belli questa settimana non ce ne fossero; però mi confortava che per giovedì e per venerdì si parlasse di brevi piovaschi limitati a un paio d’ore e poi alternanza di sole e nubi. Allora scelgo venerdì e….prima delusione: giovedì giornata stupenda! Dico: pazienza, venerdì sarà la stessa cosa. Inoltre dalle previsioni locali capisco che al Generoso ci sarebbero stati temporali ma al Tamaro no. Forte di ciò opto per un giro anulare con partenza da Sigirino e circuito che tocca prima Tamaro, poi Gradiccioli e rientro per un percorso inedito ancora a Sigirino.

Giungo nell’ameno paesino e riscontrando che l’asfalto era bagnato commento scherzosamente con una signora che visto che era già piovuto….potevo stare tranquillo.

In realtà tanto tranquillo non ero perché malgrado gli auspici in alto vedevo ovunque solo paesaggi fumosi o nuvolosi; ma mosso dalla mia fede (e poi ormai ero in ballo) continuavo a salire per la bella mulattiera verso Monti di Sigirino. Toccavo poi alcune alpi facenti parte del circuito per la protezione delle sorgenti e per sentiero ormai alpino giungevo in cresta alla Bassa di Indemini. Di qui salivo al Tamaro nella nebbia più assoluta confortato dal fatto di conoscere questi monti meglio delle mie tasche e giungevo in vetta. Micro-sosta tra i molti ometti e giù di corsa di nuovo alla bassa di Indemini, poi a quella di Montoia dove lasciavo la scorciatoia per il Monte Lema e aggredivo le pendici del Gradiccioli in vetta al quale giungevo immerso, anche qui, in una atmosfera irreale. Un breve saluto alla croce con pluri-fotografata lapide e riprendo il cammino lungo la cresta orientale del Gradiccioli; finora le tracce di sentiero erano pulite e decise ma adesso diventa difficile individuarle e procedo nell’erba piuttosto folta. Evidentemente questa parte di percorso non è così frequentata. Procedo quindi con prudenza usando i bastoncini per “frugare” e “fugare” pericolose presenze nell’erba alta quando sento una sorta di rumore di aereo che dopo una breve riflessione capisco essere invece un bel tuono. Difatti la cresta dal Lema al Gradiccioli alle mie spalle è rivestita da nubi nere poco rassicuranti; cerco di accelerare il passo per giungere a La Bassa dove avrei dovuto svoltare per un percorso per me tutto nuovo e citato solo sulla carta che, si sa, a volte fornisce sorprese. Nel frattempo iniziava a piovere ma tra bastoncini e ombrello optavo per i primi per le ragioni citate prima. Giunto a La Bassa cerco l’inizio del fantomatico sentiero che si pone tra quello che risale verso l’Alpe Cusello e quello che porta ad Arosio; sotto l’acqua ormai copiosa, tra fulmini e tuoni (dai i quali mi difendo con le statistiche) mi pare di intravedere una traccia che seguo fino a rendermi conto dal GPS che sono più alto del dovuto. Allora scendo con estrema circospezione nel bosco lungo la china ormai intrisa d’acqua e dopo qualche acrobazia per evitare una lunga scivolata arrivo al sentiero giusto. Sospiro di sollievo, ripongo i bastoncini e apro l’ombrellino ma il sentiero fa parte di quelli di categoria NU (non usati) e come tale ogni tanto si perde, a volte è franato, insomma mi raccomando a San Gippiesse che come sempre mi conduce in porto cioè arrivo nuovamente ai Monti di Sigirino. Di lì fino all’auto la prendo con allegria; ormai ben bagnato ma “singing in the rain” scendo comunque allegro con gli scarponi (vecchi) che non ce la fanno più, aperti da tutte le parti ma che si sforzano anch’essi di condurmi alla meta.

Conclusione: non avevo mai preso acqua in montagna né tantomeno temporali se non brevi pioggerelle. Esperienza da fare perché come ogni esperienza insegna a comportarsi, a valutare se stessi di fronte alle difficoltà e a memorizzare gli errori che si fanno in questi frangenti.

Grazie GPS e grazie agli scarponi che manderò in onorevole e meritata pensione.

 

P.S.: Giunto al confine svizzero una simpatica e bella benzinaia mi confermava che sul Generoso e in generale su Lugano era stato bello e anzi auspicava che un po’ d’acqua giungesse lì prima di sera. L’ho salutata con un sorriso sotto i baffi pensando che di acqua io ne avevo avuto a iosa.

 

 

 

 

I tempi (per i precisi):
 

 

Località

Tempo parziale

Progressivo

Sigirino                    437m

0

0

Monti Sigirino         881m

0:54

0:54

Bassa di Indemini  1734m

2:15

3:09

Tamaro                   1962m

0:32

3:41

Bassa di Indemini  1734m

0:20

4:01

Bassa di Montoia   1764m

0:15

4:16

Gradiccioli             1936m

0:22

4:38

La Bassa                 1371m

1:04

5:42

Monti Sigirino          881m

1:10

6:52

Sigirino                     437m

0:48

7:40 

 

 

 

 

Pillole….di sudore e di fatica:

 

Dislivello salita/discesa    1810m

Lunghezza totale 21,1 km

Tempo totale lordo 7h40’

Tempo totale senza soste 7h30’

Soste totali 10’

Pendenza media < 20%

Pendenza max    35% (salita al Tamaro) 


Tourengänger: gbal


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 11752.gpx Il Percorso

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

heliS hat gesagt: Fortunato!
Gesendet am 8. Juli 2012 um 08:55
A non avere mai preso acqua .... io ne ho presa tanta nel mio peregrinare :)
Cmq vatti a fidare ... a me è andata bene mercoledi: non volevo nè sole nè acqua e non ho avuto nessuno dei due :)
Buona montagna
S.
P.S. .... ma salire un pochino di quota????

gbal hat gesagt: RE:Fortunato!
Gesendet am 8. Juli 2012 um 15:08
Hai più che ragione! Infatti il mio programma era salire di quota (e latitudine) ma mi sono adattato alle previsioni (e come vedi ci ho azzeccato, cioè ne ho presa un bel po').
Buona montagna anche a te!

Barba43 hat gesagt:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 08:59
E bravo giulio,un pò d'acqua lai presa anche tu,vedi le Ns: domeniche recenti acqua neve ne abbiamo presa a josa a febbraio marzo aprile,comunque bel giro a presto ciao

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 15:09
Come si dice....mal comune mezzo gaudio. Ma almeno i tuoi compagni sono costretti nel week-end. Invece come vedi io me la vado a cercare :):):)
Ciao Luciano

tignoelino hat gesagt: meteo
Gesendet am 8. Juli 2012 um 18:11
oramai ho imparato a non considerarla più di
tanto, però ne hai presa veramente tanta!!!
oggi io, tanta nebbia.
comunque bravo per la caparbia, come sempre.
roby

gbal hat gesagt:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 18:19
Grazie Roby, attendo il tuo resoconto. Quanto a me non avevo altra scelta, oramai ero in ballo e ho ballato!
(Per inciso....ero un po' in pensiero per il tuo silenzio e ti pensavo in crociera anche tu :):):)

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 21:33
il mese di luglio è cruciale per la vite, per cui,
devo ritagliarmi spazi esigui in ogni condizione
meteo.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 21:54
Ecco un altro insegnamento per me. Dico davvero! Ma se oggi non ti avessi letto ti avrei inviato un sms nel pomeriggio.
Ciao

tignoelino hat gesagt: RE:
Gesendet am 8. Juli 2012 um 22:33
come dici Tu: le brutte notizie viaggiano veloci.
ciao G.

veget hat gesagt: Meteo
Gesendet am 8. Juli 2012 um 18:46
Bravo Giulio,hai provato l"emozione "del camminare in montagna "mentre piove.Gli scarponi si sono arrabbiati (ne avevano ben donde) e d"ora in poi non ti faranno compagnia,Bando alle ciance.......Comportamento encomiabile il Tuo,per la serenità dimostrata.Eugenio

gbal hat gesagt: RE:Meteo
Gesendet am 8. Juli 2012 um 19:02
Grazie Eugenio. Alla nostra età se non abbiamo ancora la testa sulle spalle (alias un po' di sangue freddo) non ci verrà mai più.
Ciao

veget hat gesagt: RE:Meteo
Gesendet am 8. Juli 2012 um 20:51
Sembra che dentro di noi ci sia l"ansia,di fare tutto o quasi quello che ci è mancato da ragazzi. Per quello che mi riguarda è così.A presto Ciao Eugenio

gbal hat gesagt: RE:Meteo
Gesendet am 8. Juli 2012 um 21:51
Questa mi sembra un'ottima osservazione ma attribuirei quest'ansia più al tempo davanti che è sicuramente meno di quello dietro ma, soprattutto al fatto che fino a non molto fa il lavoro e le responsabilità hanno forzatamente tenuto più lontana la pratica di questi hobbies che ora.....possiamo praticare di più.

roberto59 hat gesagt:
Gesendet am 9. Juli 2012 um 10:08
Ciao Giulio
spiace per i tuoi vecchi scarponi, ma con una foto così in primo piano che terrai con te il ricordo non svanirà, .....aldilà di questo aspetto puramente malinconico complimenti per il giro, il dislivello e i tempi.

Bravo ciao
Roberto

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Juli 2012 um 21:35
Grazie Roberto; alcuni di noi hanno questo dannato vezzo di essere sentimentali anche con delle vecchie ciabatte come i miei scarponi solo perchè li hanno accompagnati per monti e per valli.
Grazie di tutto.
Ciao
Giulio


Kommentar hinzufügen»