Anello: Pescegallo-Rif. Benigni-Bocc. dell'Inferno-Rif. Falc


Publiziert von Jacky , 2. Juli 2012 um 13:50.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 1 Juli 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 1400 m
Abstieg: 1400 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Morbegno (SO) prendere la strada per la val Gerola e percorrerla fino al termine a Gerola Alta in loc. Pescegallo. Qui si trova la partenza della funivia chiusa in estate.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Medesima della partenza
Unterkunftmöglichkeiten:Nei vari rifugi

Dal parcheggio della funivia di Pescegallo (1450 m) si sale lungo la carrozzabile cha parte proprio sotto la partenza della funivia. Il sentiero a volte taglia la carrozzabile abbreviando il percorso. Si raggiunge cosi' facilmente il rif. Salmurano (1830 m), dove arrivano gli impianti di risalita. Si prosegue risalendo l'alpe seguendo la traccia al centro, poi il sentiero taglia sulla destra e raggiunge il passo di Salmurano (2017 m).
Dal passo si procede sulla destra e si punta ad un canalone detritico ben visibile: il canalone del Forno. In cima al canalone c'è un piccolo pianoro e da qui un'altra breve salita conduce al rif. Benigni (2222 m) e al lago Piazzotti.
Dopo una breve sosta al rifugio si procede verso sud-ovest puntando alla cima con una croce sulla vetta: cima Piazzotti (2349 m). Dalla cima si vede uno stupendo panorama sui laghi sottostanti: lago Zancone e lago di Trona. Di fronte al lago si individua facilmente l'omonima cima di Trona e, dietro ad essa, il lago Rotondo.
Dalla cima Piazzotti un sentiero un po' impervio conduce velocemente alla bocchetta di val Pianella (detta anche passo Bocca di Trona - 2224 m). Da qui, volendo si puo' ridiscendere per il lago di Trona e ritornare a Pesegallo. Tuttavia noi decidiamo di continuare.
Si risale per il sentiero delle Orobie (sentiero 101) fino alla vicina cima Giarolo (2314m). Il sentiero inizia a scendere, leggermente esposto e proseguirebbe fino a congiungersi a quello della valle dell'Inferno che poi sale fino all'omonima bocchetta, tuttavia facendo un po' di attenzione si puo' trovare una variante che permette di evitare la discesa e la successiva risalita. Infatti prima che il sentiero inizi la sua ripida discesa si trova un bivio segnalato che permette di rimanere in quota su un percorso abbastanza esposto e che, appunto, conduce direttamente alla bocchetta dell'Inferno (2306 m).
Da qui si riprende facilmente il sentiero principale che conduce al rif. Falc, quindi passando sulla diga del lago dell'Inferno si giunge al lago di Trona. Attraversando anche questa diga si risale per il passo del Mezzodì (2116 m) e si ridiscende fino a Pescegallo.

Tourengänger: Jacky


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

filipps89 hat gesagt:
Gesendet am 5. August 2013 um 23:15
ciao Jacky,
non sono mai salito alla Benigni da Pescegallo (son sempre andato dalla valbiandino).
se mi puoi aiutare ho bisogno di un'accorgimento.
dato che dovrò partire alle 4 del mattino per fotografare l'alba al lago piazzotti alcuni siti internet accennano sulla percorribilità della strada sterrata che, dalla partenza degli impianti arriva fino alla piana di salmurano, però non ho ben capito se è previa autorizzazione o è sufficiente avere un fuoristrada
ti ringrazio anticipatamente.
saluti!
filippo

Jacky hat gesagt: RE:
Gesendet am 7. August 2013 um 17:42
Ciao Filippo.
A dire il vero non ricordo se la strada è percorribile da tutti o no. Di solito però siccome non sono strade "a norma" si mette sempre il divieto ai non autorizzati per evitare che se uno finisse nei guai il proprietario è sollevato da ogni responsabilità.
Ciaoooo
Paolo


Kommentar hinzufügen»