Sidelenhütte (2709 m) e Albert Heim Hütte (2543 m)


Publiziert von siso Pro , 9. Mai 2012 um 22:59.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum: 9 September 2006
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-UR 
Zeitbedarf: 6:00
Aufstieg: 553 m
Abstieg: 885 m
Strecke:Galenbödmen – Sidelenhütte – Untere Bielenlücke – Albert Heim Hütte – Tiefenbach.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A2, uscita Airolo – Strada del Passo del San Gottardo – Hospental – Realp – Strada del Passo del Furka – Hôtel Tiefenbach (2106 m) (parcheggio auto) – Con l’autopostale fino a Galenbödmen (2430 m).
Unterkunftmöglichkeiten:Siedelenhütte, Albert Heim Hütte, Hôtel Tiefenbach.
Kartennummer:C.N.S. No. 1231 – Urseren - 1:25000

Interessante traversata nella regione del Furka tra torri granitiche e su un tratto facile del Tiefengletscher.

Ramponi non indispensabili, comunque molto utili.

 

Inizio dell’escursione: ore 9:20

Fine dell’escursione: ore 15:00

 

Parcheggiamo l’auto a Tiefenbach (2106 m), sul lato sinistro della strada, dietro un magazzino. Con l’autopostale raggiungiamo la località Galenbödmen (2430 m): un agglomerato di una dozzina di baracche militari.

È una splendida giornata: il cielo sereno fa risaltare le imponenti pareti rocciose del Furkahorn, del Sidelenhorn, del Galenstock, del Tiefenstock, del Bielenhorn, del Gletschorn, del Winterstock, del Lochberg, solo per citare i più noti.

Il sentiero sale regolarmente in direzione Nord, con pendenze ridotte.

Dopo l’attraversamento del Sidelenbach, a circa 2530 m di quota, si segue una cresta detritica, che lambisce il Sidelengletscher: il ghiacciaio che si spinge fino a circa 150 m dalla capanna. Due laghetti glaciali precedono il singolare rifugio: un tetto a due falde giunge sino a terra.

Fino a qui il percorso si adatta benissimo anche alle famiglie con bambini.

In direzione Nord-Est noto i bellissimi cammelli: due enormi torri di granito alle quali è stato attribuito questo nome. Mi ricordano un manifesto pubblicitario di una famosa ditta di prodotti per l’alpinismo, che ritrae un numero incredibile di alpinisti posti sulla cima di uno di questi “cammelli”.

Dopo una bibita in capanna riprendiamo il cammino. Io decido di risalire il pendio fino alla Untere Bielenlücke, Fabio preferisce continuare lungo il sentiero normale. Ci diamo appuntamento davanti alla lingua del Tiefengletscher, un chilometro prima della Albert Heim Hütte.

Man mano guadagno quota verso la sella, il panorama si allarga sull’immensa distesa di pietre e sfasciumi attorno alla Sidelenhütte. Sento le voci di alcuni alpinisti impegnati in una scalata sulla parete occidentale del Chli Bielenhorn (2940 m).

Raggiunta l’Untere Bielenlücke (2900 m), noto che la zona è ricoperta da una spolverata di neve fresca. Inizio la discesa sul ghiacciaio senza montare i ramponi, che rimangono nello zaino; il pendio è piuttosto ripido, ma con prudenza e con l’aiuto della piccozza posso farne a meno. Il paesaggio glaciale in questa valletta è molto suggestivo. Ammiro la bellissima lingua del Tiefengletscher, che risalii nottetempo, con amici e guida, quando ero poco più di un ragazzino. La meta di quell’escursione era lo splendido Galenstock (3583 m).

Sulla parte inferiore del ghiacciaio incontro numerosi macigni, funghi glaciali, ghiaioni e sabbia che ricoprono l’ultimo tratto, che si protende fino a circa 2500 m di quota.

A circa un chilometro di distanza, adagiata su di un dosso roccioso, spicca la bella Albert Heim Hütte.
 

                                                       Tiefengletscher

Mi ricongiungo con Fabio e assieme la raggiungiamo per consumare un bel pranzetto.

La discesa fino a Tiefenbach si svolge sul tranquillo e conosciuto sentiero che abbiamo percorso più volte.

 

Bella traversata in un ambiente di alta montagna molto frequentato sia da scalatori sia da escursionisti.

 

Tempi di percorrenza:

Galenbödmen – Sidelenhütte: 1 h 20 min

Sidelenhütte – Untere Bielenlücke: 45 min

Untere Bielenlücke – Albert Heim Hütte: 1 h 15 min

Albert Heim Hütte – Hôtel Tiefenbach: 1 h 15 min

Tempo totale: 5 h 50 min

Dislivello in salita: 553 m

Sviluppo complessivo: 10,4 km

Difficoltà: T4

Coordinate Sidelenhütte: 675.710 / 161.160

Copertura della rete cellulare: buona

Partecipanti: Fabio e siso.


Tourengänger: siso


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T5 II
WS
31 Jan 11
Chli Bielenhorn 2'940m · saebu
T4 II
T4 4+
T4

Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Massimo hat gesagt: Complimenti
Gesendet am 10. Mai 2012 um 00:23
Ciao amis,
stai rispolverando le chicche degli anni passati..... una più bella dell'altra; tutte da rifare.
Max
P.S. Chi vince il Giro d'Italia??

andrea62 hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 10. Mai 2012 um 09:26
Per me vince Schleck, poi Basso

siso Pro hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 11. Mai 2012 um 20:49
Ciao Andrea,
ai tuoi favoriti aggiungerei Roman Kreuziger.
siso

siso Pro hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 11. Mai 2012 um 20:48
Ciao Amis,
hai ragione, ho molti CD di foto che rischiano di rimanere dimenticati per sempre nei cassetti. Quando posso cerco di recuperarli e di condividere le esperienze vissute.
Quanto al Giro, credo che sia ancora presto per un serio pronostico che si spinga oltre Ivan Basso, Frank Schleck e Roman Kreuziger. Occorre aspettare almeno l'arrivo a Cervinia di sabato 19 maggio.
A presto,
siso


Kommentar hinzufügen»