Poncione di Cassina Baggio - Cima Sud


Publiziert von paoloski Pro , 1. April 2012 um 21:36. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 1 April 2012
Ski Schwierigkeit: S-
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Rotondo   CH-TI   CH-VS 
Zeitbedarf: 4:30
Aufstieg: 1200 m
Abstieg: 1200 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada N1, uscita di Airolo, strada per il Nufenenpass fino a All'Acqua.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita andata e ritorno.
Unterkunftmöglichkeiten:Pensioni e alberghetti in Val Bedretto e ad Airolo.
Kartennummer:CNS 265S Nufenenpass e 1251 Val Bedretto

Venerdì sera al CAI decidiamo di andare al Lucendro dal tornante di quota 1797 della strada del passo del Gottardo. Alle 7,30 siamo, in sedici, a Motto Bartola ma la strada è ancora ingombra di neve, si potrebbe fare un paio di Km lungo la strada certo, il problema è il vento freddo e micidiale che arriva da Nord, non è che salire al Lucendro in queste condizioni ci attiri più di tanto, decidiamo di andare in Val Bedretto sperando che il vento sia un po' più accettabile. Arriviamo a All'Acqua e, in effetti, Eolo qui soffia decisamente meno.
Alle 8,10 abbiamo tutti gli sci ai piedi, Roberto controlla gli Arva e risaliamo il pendio sotto la capanna Piansecco, man mano che ci alziamo il vento diminuisce ed il caldo aumenta, è giocoforza spogliarsi, in molti ne approfittiamo per montare i coltelli: la traccia è decisamente ghiacciata: io faccio tre passi avanti ed uno indietro, perchè far fatica?
All'altezza della Piansecco il gruppo è ancora piuttosto compatto, da qui cominciamo a sgranarci sui ripidi pendii che adducono al Gerenpass. Mentre saliamo vediamo due sciatrici ticinesi scendere dal Canale della Fiamma del Poncione di Cassina Baggio..."Chapeau"!!
Quando arrivo al Gerenpass sono da solo: dietro di me ci sono Alessandra, Franceschina e Fabio Canali, gli altri sono più avanti. D'altronde avendo dormito solo 4 ore non posso certo pretendere di più dal mio fisico (però a "Santa Giovanna dei Macelli" di Brecht al Piccolo Teatro di Milano non avevo certo intenzione di rinunciare !).
Quando arrivo in cima i primi attendono da una ventina di minuti, fa un freddo cane (siamo sotto zero) e sono tutti più o meno pronti. Hanno deciso di scendere il canale che parte dal passo di Maniò, ottima idea non fosse che Alessandra con le sue curve a spazzaneve non è certo in grado di scenderlo in sicurezza, lei è disposta a tornarsene da sola per la via di salita, a me non sembra il caso di lasciarla scendere in solitaria, nel frattempo arrivano anche Franceschina e Fabio, anche loro decisi a provare il canale, così decido di scendere con Alessandra, d'altronde non è un canale ripido in più che mi cambierà la vita: uno più, uno meno...ne ho scesi tanti! 
Al Gerenpass troviamo un roccione al sole e parzialmente riparato dal Fohen e ci concediamo uno spuntino.
Terminata la sosta pranzo riprendiamo la discesa, la neve nella parte alta non è eccezionale: è rammollita al punto giusto ma le vecchie traccie sottostanti sono ancora dure e piuttosto disturbanti. Comunque mano a mano che ci abbassiamo la qualità migliora e riesco anche a convincere Alessandra a provare qualche curva a sci uniti, cosa che le riesce ragionevolmente bene.
Dalla capanna Piansecco in giù la neve diviene sempre più molle e gli ultimi cento metri sono solo uno scendere in qualche modo fino alle auto.
Arriviamo alla strada contemporaneamente ai nostri 14 compagni: il canale pare fosse in condizioni ottimali, buon per loro!
Quattro ore e trenta per l'intera gita...delle scheggie! (vabbè per il nostro standard abituale ).
Visto che è presto le abituali gozzoviglie si prolungano ed alla fine decidiamo di concludere al Caseificio del Gottardo con una bella birra.
Alle 16 a casa...faccio anche in tempo ad andare nell'orto con mia moglie.

Bella gita, anche senza la discesa del canale, i pendii fra il Gerenpass e la Piansecco sono sempre gratificanti.
La difficoltà D- è quella riportata dalla guida CAS di Willy auf der Maur, in buone condizioni, come quelle odierne, forse un po' esagerata. Con la discesa dal canale sotto il passo di Maniò si potrebbe classificare D+

Tourengänger: paoloski, fabiano


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (3)


Kommentar hinzufügen

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 2. April 2012 um 07:46
complimenti...per tutto.
Venerdì son tornata sugli sci anch'io e con un socio più adeguato e tollerante è stato tutto diverso...

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. April 2012 um 21:09
Eh si, la compagnia giusta fa almeno il 50 % della bellezza di una gita!

Laura. hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. April 2012 um 21:14
hai proprio ragione!


Kommentar hinzufügen»