Ciaspolata alle Tre Cime di Lavaredo (Rifugio Auronzo)


Publiziert von peter86 , 19. Januar 2012 um 17:33.

Region: Welt » Italien » Venetien
Tour Datum: 2 Februar 2011
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT2 - Schneeschuhwanderung
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 550 m
Strecke:Lago di Antorno (1867 m) - Rifugio Auronzo (2320 m) - Malga Rin Bianco (1844 m) - Lago di Antorno (1867 m)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:San Candido - Dobbiaco - Misurina

Riguardando vecchie foto mi viene in mente questa spettacolare ciaspolata, al cospetto delle meravigliose Tre Cime di Lavaredo, che ancora non ho pubblicato su Hikr!
Per fortuna mi ero preso qualche appunto, però la relazione sarà piuttosto breve.

Da Misurina proseguiamo verso il Lago di Antorno, dove la strada (d'inverno) finisce e si parcheggia in un grosso spiazzo.
Calziamo le ciaspole e imbocchiamo la strada estiva, ora totalmente innevata, che sale al Rifugio Auronzo.
Il traffico di scialpinisti e motoslitte è notevole, e camminare sulla strada battuta non è il massimo, così dopo pochi metri optiamo per un percorso alternativo, tagliando liberamente le candide distese di neve.
La neve è abbondante e soffice e, non essendoci tracce, facciamo una certa fatica a procedere ma ci divertiamo un mondo!
Ad un breve tratto iniziale di falsopiano ne segue uno di discesa, che ci fa perdere alcune decine di metri di quota per attraversare un torrente.
Dopo il guado riprende la salita, e non finirà più fino al Rifugio.
La giornata è spettacolare: ci fermiamo ogni due passi a scattare foto e ad ammirare le montagne circostanti, le più belle al mondo secondo me!
Il sole in testa però si fa sentire e, nell'ultimo tratto di salita inizio ad accusare una certa stanchezza.
Alternando brevi tratti sulla strada battuta ad ampie deviazioni su pendii ancora immacolati, raggiungiamo il Rifugio che, con enorme stupore, troviamo chiuso!!

Stupidamente non abbiamo portato nulla da mangiare, pensando di pranzare qui al Rifugio.
Poco male, ci riposiamo un attimo, godendoci il fantastico sole e il panorama mozzafiato, e iniziamo la discesa.
Per velocizzare (abbiamo fame!!), decidiamo di seguire ora la strada, dove la neve è ben battuta e si procede facilmente anche senza ciaspole.
Quasi in fondo alla discesa, poco prima del brevissimo strappo finale che riporta ad Antorno, ci fermiamo alla Malga Rin Bianco, che invece è aperta, e decidiamo di mangiare lì.
Scelta azzeccatissima: come sempre in questi posti, il cibo è eccellente!!

Da qui in pochi minuti rientriamo alla macchina, pienamente soddisfatti della meravigliosa escursione!

Tourengänger: peter86


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»