Parco della Spina Verde - Como


Publiziert von paoloski Pro , 8. Januar 2012 um 21:03.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 8 Januar 2012
Wandern Schwierigkeit: T1 - Wandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 4:15
Aufstieg: 200 m
Abstieg: 200 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:La piazza di Camerlata si trova proprio ai piedi del castello di Baradello, da qui parte la via Santa Brigida e Respaù (pedonale) che porta al castello.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita andata e ritorno.
Unterkunftmöglichkeiten:Alberghi, pensioni, B&B, campeggi...a Como ci sono decine di possibilità.
Kartennummer:Mappa e guida del Parco Regionale della Spina Verde

Nevicate a Nord, nevicate sulle Alpi, il muro del Foehn poco oltre Bellinzona...di andare a fare scialpinismo non se ne parla neppure oggi. Però qui il tempo è bello, fa tanto caldo che pare sia primavera. Con mia moglie Anna decido di andare a visitare il Parco della Spina Verde sopra Como: è qui vicino e non lo conosciamo assolutamente, ogni volta che sono passato per Como mi sono ripromesso di salire al castello di Baradello, oggi è la volta buona.
Parcheggiamo nei pressi della piazza della località Camerlata di Como, da qui parte la via Santa Brigida e Respaù, magnificamente acciottolata che porta in breve al Parco delle Rimembranze, da qui inizia il sentiero che sale al castello, il bosco è caratterizzato da numerosi affioramenti di arenaria ma anche, soprattutto, da un incredibile presenza di"medaglie del papa" che hanno evidentemente trovato qui un habitat ideale.
Il sentiero incontra la carrareccia che sale al castello in prossimità di un tornante, qui si trova anche un tratto della cinta muraria merlata in buone condizioni di conservazione. Pochi metri e siamo sotto alla torre, le giriamo attorno e ci troviamo in una sorta di belvedere caratterizzato dai resti di numerosi edifici del castello. C'è un tabellone illustrante il panorama, purtroppo con un marchiano errore: quello che è indicato come Monte Generoso è, evidentemente, il Monte San Giorgio, del Generoso da qui si vede solo la cima, oggi innevata, che spunta un po' più a destra.
Ritorniamo al Parco delle Rimembranze e da qui proseguiamo sull'acciottolato fino alla cascina fortificata di Respaù di sotto, di origine medioevale, faceva parte delle attinenze del castello, oggi è adibita ad usi sociali con un frutteto, l'orto, la vigna, il giardino dei piccoli frutti e quello delle erbe aromatiche e degli spazi per l'accoglimanto di scolaresche.
Proseguiamo, c'è un breve tratto in pendenza che sale alla cascina di Respaù di sopra, salendo si passa accanto ad una vera mostruosità architettonica: un grande garage in cemento armato posto di fianco ad un sentiero percorribile solo a piedi o in MTB (ma solo in discesa).
Respaù di sopra è stata riattata dall'ANA per loro uso.
Poco oltre prendiamo la deviazione che sale alla croce di Sant'Eustichio, altro notevole punto panoramico su Como e le montagne circostanti.
Continuiamo passando per la Baita Monte Croce, un ristorante,e poi scendiamo lungo una strada sterrata fino alla Baita Elisa, altro ristorante, da qui, in piano arriviamo in pochi minuti al sito archeologico di Pianvalle, qui si trovano i resti di abitazioni e strutture per la lavorazione dei metalli realizzate con muri a secco risalenti ad un periodo che va dal IX al IV secolo a.C. Vi si trova anche una grande roccia con diverse incisioni e coppellature.
Nei pressi si trova anche un'area con tavoli e panche di cui approfittiamo per la sosta pranzo. 
Riprendiamo il cammino , ripassiamo per Respaù di sopra, visitiamo poi Respaù di sotto ed in breve torniamo per la strada fatta al mattino a Camerlata.

Gita tranquilla ma oltremodo interessante, belli gli scorci panoramici, il castello e le cascine che si incontrano lungo il percorso.
Notevole anche il sito archeologico di Pianvalle.
La segnaletica è ben fatta ma avere con sè la bella carta-guida del parco aiuta (la si può richiedere a: segreteria@parcoregionalespinaverde.191.it). 

Tourengänger: paoloski, annna


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»