Tre viandanti per monti tra Olcio e Varenna


Published by Massimo , 31 October 2011, 22h51. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:29 October 2011
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 1546 m 5071 ft.
Height loss: 1546 m 5071 ft.
Route:Km. 26,4 Olcio - Sonvico - Zucco di Sileggio - Bocchetta di Verdascia - Bocchetta di Calivazzo - Monte Palagia - Bocchetta di Calivazzo- Alpe di Lierna - Alpe di Esino - San Pietro di Ortanella - Ortanella - Vezio - Varenna
Access to start point:Uscita Abbadia Lariana della ss36 e proseguire sulla statale rivierasca fino ad incontrare la frazione di Mandello del Lario di Olcio ( poche possibilità di parcheggio )

Pm1996 :In settimana il telefono squilla e arriva una bella proposta per il fine settimana. Erano più di 15 anni che avevo voglia di fare questo sentiero magari arrivando in più giorni fino a Colico per monti, la proposta è più ristretta anche se ben  lunghetta … Ci ritroviamo in 3 Viandanti alla frazione di Olcio nel comune di Mandello del  Lario a 212 m. praticamente a lago. Dopo aver perso una decina di minuti a trovare la stazione ferroviaria , nascosta tra le case imbocchiamo il sentiero 17 a per lo Zucco di Sileggio m.1373. Il sole comincia a sorgere e Mandello visto dall’alto prende vita. Incominciamo a trovare le prime deviazioni  che arrivano da Somana, ma noi proseguiamo dritti. Il sentiero sempre in mezzo al bosco incomincia a farsi ripido e leggermente umido e scivoloso . A circa metà salita vediamo spuntare 2 ragazzi che scendono. Ci fermiamo a parlare e scopriamo che sono polacchi e che da un paio di giorni che girovagano per le Grigne e si sono fermati a dormire al bivacco Sforza. Il paesaggio è sempre al top con lago, Corni di Canzo e tutte le montagne dell’ alto Lario innevate e il Monte Rosa da sfondo.  Salutiamo e proseguiamo giungendo a una fonte d’acqua  dove ci dissetiamo poco sotto lo Zucco di Sileggio. Qualche centinaio di metri ancora e giungiamo in Cima. Panorama stupendo. Nel frattempo vediamo spuntare una persona che arriva dalla ferrata del  17b. della quale ne approfittiamo per farci fotografare tutti e 3 assieme. Ripartiamo direzione bivacco Mario Sforza e bocchetta di Verdascia 1257m. Qui incontro con un gruppo di giovani cacciatori con i loro due bellissimi segugi. Incominciamo di nuovo a salire per poi raggirare “la Tagliata”e arrivare alla bocchetta di Calivazzo. Questo pezzo di sentiero veramente caratteristico e solivo con alla nostra destra  la grignetta e il Grignone con una leggera spruzzata di neve sulle cime. Si nota bene il rifugio Bietti e tutto sulla sinistra si intravede il sentiero che porta alla Porta di Prada. Dalla bocchetta di Calivazzo 1420 m. decidiamo di salire per un sentiero poco evidente che ci porta al monte Palagia 1546 m. dove facciamo pausa pranzo . Questo monte è molto panoramico e pur avendo fatto già una lunga sosta meriterebbe ancora di più. Purtroppo si riparte di nuovo verso la bocchetta di Calivazzo e poi verso boschi all’alpe di Lierna 1250 m. e al rifugio Ca’ dell’ Alpe ,alpe di Esino, Ortanella , e giù ancora verso paesaggi Manzoniani.. Vezio con il suo castello e Varenna 200m.
Abbiamo poi ripreso in treno e siamo ritornati a Olcio.
km. 26,4
http://www.runtastic.com/it/utenti/Paolo-Mariano/sessioni-sportive/6362479

CRIS
Escursione consigliata a tutti coloro che, amanti delle alte cime come la sottoscritta, assumono troppo frequentemente un ingiustificato atteggiamento di sufficienza nei confronti di altitudini poco significative... Confesso grande stupore nel dover ammettere che, coi loro scarsi 1.500 metri, le umili sentinelle a guardia del ramo lecchese calpestate in questo sabato autunnale di fine ottobre, nulla hanno da invidiare a certe vette con nomi e quote ben più altisonanti... Allegria e spensieratezza hanno accompagnato lungo tutto il percorso colori da quadro impressionistico... Grazie ragazzi...

MAX:
Rinuncio all’invito di Francesco perché non sono ancora pronto per gli scarponi, decido per un’escursione ad altezze medio-basse senza rischi neve-ghiaccio da poter affrontare in tutta tranquillità. L’obbiettivo è abbastanza ambizioso ma ad ogni evenienza c’è la possibilità di tagliare ed abbreviare il percorso anticipando la discesa a lago.
La salita allo Zucco di Sileggio l’affrontiamo dal sentiero 17A vista la mia allergia alle ferrate, e dopo aver percorso a mezzacosta il percorso fino alla bocchetta di Calivazzo ci concediamo anche la salita al Monte Palagia cima semisconosciuta, poco frequentata, ma molto panoramica.
Tornati alla bocchetta iniziamo l’interminabile tratto in discesa passando per l’Alpe di Lierna, l’Alpe di Esino, San Pietro di Ortanella, Ortanella e immettendoci sul sentiero del viandante circumnavighiamo il Monte Fopp  planando sull’incantevole Varenna dopo un lungo traverso.
Escursione in ottima compagnia di Paolo e Cristina con un discreto dislivello e molto lunga, panorami eccezionali sul lago di Como resi ancora più affascinanti dai colori autunnali, meteo bello e caldo per la stagione, insomma un'altra bella giornata.
Come calcolato alla partenza abbiamo raggiunto Varenna nei tempi previsti e prima del treno delle 17.06 che ci ricondurrà a Olcio ci siamo concessi anche un caffè in una delle perle del Lario. 

Hike partners: pm1996, Massimo, Cris

Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 8159v1.kml

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3 F I
19 Oct 13
Zucco di Sileggio 1373 m e oltre · cristina
T3
T3
24 Mar 12
Anello al Zucco di Sileggio · camo62
T3
20 Mar 12
Zucco Sileggio mt 1373 · turistalpi
T2
7 Dec 11
Monte Palagia mt 1549 · turistalpi

Comments (6)


Post a comment

ivanbutti says:
Sent 1 November 2011, 11h53
Bravi ragazzi, bella escursione e belle foto. Se farete il pezzo più in alto mi aggrego anch'io.

Un saluto a tutti, Ivan

Massimo says: RE:
Sent 1 November 2011, 22h12
Ci aspetta il tratto Varenna-Piona, la stagione è quella giusta.
Per questo week non se ne parla, saranno giorni di fulmini e saette, vedremo per i prox week end.

Ciao e a presto
Max

gbal says: Bravi viandanti!
Sent 1 November 2011, 15h00
Bella escursione su cime spesso trascurate che invece riserbano tante cose belle da scoprire al pari e forse più dei grandi nomi titolati. Foto di qualità spesso artistica.
Ciao ai 3
Giulio

Massimo says: RE:Bravi viandanti!
Sent 1 November 2011, 22h20
Grazie Giulio,
è proprio vero quello che dici, non è di certo sempre la quota a fare la differenza soprattutto in questa stagione, salendo verso lo Zucco di Sileggio abbiamo incrociato 2 polacchi che erano estasiati dagli scenari visti.
Sono convinto che il lago di Como e i suoi dintorni sia uno degli angoli più belli in Europa, anche se noi tante volte non apprezziamo fino in fondo codeste bellezze.
Ciao e buona montagna

Max

pm1996 says: alla scoperta..
Sent 2 November 2011, 20h15
il posto merita..spero di girarlo e di scoprirlo sempre piu' , magari fermandosi ... in compagnia.Ciao a tutti.
Paolo

Alberto says: cooomplimentiiiiii....
Sent 7 November 2011, 15h38
bel girettino come del resto il sentiero del viandante che in parte avete incrociato: anni fa ho fatto tutto il percorso a tappe da Borbino a Delebio (tendo sempre a fare qualche km. in più),ciaooooo!


Post a comment»