Cima di Cugn m.2194 - Cima Marmontana m.2316


Publiziert von Alberto , 30. September 2011 um 14:58.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:25 September 2011
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   CH-GR   I   CH-TI   Gruppo San Jorio-Monte Bar 
Zeitbedarf: 3:00
Aufstieg: 676 m
Strecke:alpe Cadinello m.1828 -Alpe Albion/rifugio Dolores m.1890 -bivio quota 1957 -bivio quota 2052 -Cima di Cugn m.2194 -Marmontana m.2316 -rifugio S.Jorio m.1980 RITORNO: passo San Jorio m.2012 -bivio quota 2060 -Biscia m.1995 -capanna Gesero m.1770 - alpe Cadinello m.1828
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano -Chiasso Bellinzona -prendere per san Bernardino -uscita Roveredo -seguire per monti di Laura/strada del Gesero
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio San Jorio,rifugio Albion/Dolores
Kartennummer:cns n° 277 Roveredo

Avevo intenzione di fare una due giorni,pernottando al Sommafiume per osservare (avendone la fortuna a favore) i cervi in amore che in questa zona pullulano. Giaà altre due volte ero stato quì,sempre in solitaria e ho potuto ammirare questi imponenti animali.

In settimana Beppe mi avvisa che ci sarà la commemorazione di Dino,che ho avuto il piacere e la fortuna di conoscerlo bene: un'amico sempre allegro,non potevi resistere alle sue battute,anche se aveva qualche problema,sapeva nasconderlo bene dietro a quel modo goliardico e giocoso di parlare. GRAZIE DINO! Ben volentieri accetto,dovevo già andare da quelle parti,però avviso Beppe che ci troveremo lassù. Tornato a casa dalla Damma hutte mi si dice che lunedì non potevo stare via,pazienza non sempre si può.

Causa dimenticanza nell'impostare un po prima la sveglia,non potevo essere al Breggia in orario,tanto meno andare su da Garzeno.

Scelgo di partecipare a l'invito di Giuseppe,avvisandolo che in ogni caso ci si sarebbe visti lassù (mantengo sempre la parola data se non vi sono problematiche gravi) e così,visto che mi son svegliato con l'orario del giorno prima,leggermente tardivo,decido di abbreviare il tragitto,salendo dalla Svizzera portandomi più in quota fino alla galleria di Cadolcia,strada del Gesero.

Giunto alla galleria di Cadolcia,all'Alpe Cadinello,parto alle 7,38 con una bella frescura e calcolando approssimativamente il passo veloce degli amici,ho pensato di riuscire ad arrivare in tempo per la funzione (non conoscevo l'ora purtroppo): infatti alle 9,41 sono alla Cima di Cugn,salgo fino alla sovrastante cimetta e vedo in lontananza 3 sagome.

Che siano loro? Mha,mi sembra strano,va bene che tarellano,ma per fare 1300, 2 ore e 30 ce le metteranno e se son partiti alle 7,30...così ho pensato...

Le nuvole basse mi fanno intravedere tre persone che salgono al rifugio italiano situato alla Cima di Cugn,decido che quello sarà il sentiero per il ritorno,visto che la direttissima e leggermente spacca...gambe!

La meteo non permette grande visibilità,ma decido di salire in vetta al Marmontana,poi dando uno sguardo al rifugio,notavo che non c'era nessuno: chissà,forse la funzione sarà tra le 11 e le 11,30,dai che ce la faccio...

Tra imprechi vari e tratti di percorso da T4+ (completamente fuori pista) eccomi in vetta dove il silenzio mi avvolge e nel frattempo ricordo l'amico Dino.

Decido di scendere,magari gli amici sono giù ad aspettarmi,vista la meteo può essere che abbiano rinunciato a salire la cima così,per abbreviare la discesa comincio a percorrere un sentiero “virtuale” esattamente,in pratica mi dirigo verso il rifugio italiano situato alla Cima di Cugn,effettuando un traverso inerbato dove sfruttavo esili ciuffi d'erba come appoggio (pirlate che devo imparare ad evitare!).

Giunto al rifugio,seguo il sentiero marcato,che sembrava portasse in fretta al san Jorio,ma in realtà mi conduceva alla bocchetta del Lago o di Stazzona,dalla quale probabilmente risulta più facilmente l'accesso alla cima del Marmontana,allungando di parecchio i tempi di discesa e arrivando a funzione già iniziata.

Qui ritrovo con piacere gli amici Beppe,Francesco,Ivan,che da parecchio tempo non ci si vede con cui da un po non frequentavo (fanno cose con tempi estremamente ridotti e io non posso permettermi di tirarmi il collo),poi Gabriele con Suni che mi fa festa: finita la funzione si va a pranzare in rifugio dove ci attendeva una sala ben riscaldata e vengo a sapere che erano già saliti in vetta e quando mi dicono l'ora ho capito che le sagome che vidi lassù erano loro (tempistiche che il bradipo non riuscirebbe a reggere neanche se avesse le ali).  Finito il pranzo saluto gli amici Carlo,Roberto,Emilio e Osvaldo che da molto tempo non andiamo in montagna insieme.

Al ritorno facciamo un pezzo di sentiero in comagnia poi ci salutiamo dato che la mia intenzione era di raccogliere anche qualche mirtillo.

La ricerca è veloce,ma anche il cessare di raccoglierli,visto che nel chinarmi sentivo lo spezzatino di cinghiale tendere a risalire l'esofago...meglio stare eretti,onde evitare il peggio.

Così decido di rimettermi in cammino e giunto alla casermetta nei pressi della località Biscia,sosto per bere dalla fonte fresca situata poco sotto la casermetta: qui ho notato un sentiero inerbato che dovrebbe essere quello preso dagli amici per scendere a Carena,però non vi erano indicazioni tranne quelle per l'alpe Gesero dalla quale si scende a Carena.

Be,il cartello dava ancora ben 3 ore e 30 non è poco!

Giunto all'auto riparto soddisfatto del bel giro,poi decido di andare a curiosare al parcheggio del Breggia per vedere se il gruppo “ferrari” era già tornato ma con grande sorpresa no,alle 17,41 erano altrove: stavolta sono arrivato prima di loro!

Mi ha fatto piacere di rivedere gli amici con cui sono andato spesso per monti,ma anche quelli che oramai è tanto tempo che non frequento (Carlo,Roberto e Osvaldo ed Emilio che fra un pochetto,come le marmotte vanno in letargo)...Ciao a tutti e ringrazio per la compagnia anche se limitata al momento del pranzo.

Km.totali 13,800
a parte l'ultimo tratto dalla Cima di Cugn al Marmontana in fuori pista,il resto è un percorso T2 per la facilità,T3 per la sua lunghezza anche se il dislivello è poco


Tourengänger: Alberto


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (1)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt: Grazie
Gesendet am 2. Oktober 2011 um 06:03
Grazie Alberto per la tua partecipazione mi ha fatto molto piacere rivederti ,
a presto Beppe


Kommentar hinzufügen»