Piz Languard 3262mt .... anche per noi


Publiziert von giorgio59m , 12. September 2011 um 16:43. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Oberengadin
Tour Datum: 9 September 2011
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 6:15
Aufstieg: 1300 m
Strecke:Parcheggio Bernina Diavolezza Q2080 - Sterrata Val Fain - Bivio Q2183 per Val Pischa - Punto Q2770
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Raggiungere St.Moritz dal Maloja, proseguire al bivio Samedan - Pontresina, seguire per Pontresina/Passo Bernina, si raggiunge Pontresina e si prosegue, fino alla funivia di Bernina-Diavolezza, con ampio parcheggio gratuito sulla destra della strada. Conviene parcheggiare all' inizio del parcheggio, perchè a piedi si ritorna un poco indietro verso Pontresina, attraversando la strada e dirigendosi in Val da Fain. In auto poco meno di 3h da Como con 10m sosta colazione.

Magnifica Engadina ...

Venerdì prendo un giorno di ferie, solo così riesco ad organizzare un' uscita.

Prima di raccontarvi come è andata, alcune premesse e ringraziamenti.

Mi sono lasciato convincere da:

-       dalle numerose escursioni di Enrico (turistalpi) nella bella Engadina. Lui ha fatto conoscere a molti di noi le bellezze di questa regione, i suoi tanti tremila alla portata di noi escursionisti.

-       Dall’ "invito" e la "spinta" degli amici Ivan (Ivanbutti) e Beppe (Beppe) che ci sono appena stati.

-       dallo spettacolo che avrei trovato in vetta, molti report lo dipingono come uno dei più belli,  voglio citarne uno, quello di helis: FA-VO-LO-SO! e penso che la nostra Silvia di panorami di vetta ne ha visto qualcuno ...

 

Saremo in due del gruppo solito (io e Roberto), a cui all' ultimo si aggiunge l'amico Luciano (barba43).

Preparo tre proposte, una la scartiamo per le previsioni meteo, ne restano due, e io spingo per il Piz Languard, qualcuno "storce il naso":

<è solo un T3>, <non c'e' neppure un tratto attrezzato con catene>, <non c'e' adrenalina>,<neppure un ghiacciaetto o un nevaio da attraversare> ......

fatico a convincerlo, ma alla fina concordiamo per l' orario di ritrovo: le 5, una levataccia, il percorso in auto stimato in tre ore da Como (viamichelin.it), compresa la sosta per la colazione.

Al ritorno, saremo tutti più che soddisfatti della scelta.

Partenza in orario, colazione al bar-pasticceria a Chiavenna, la qualità della pasticceria e delle brioches è notevole, quindi rotta per il Maloja, St.Moritz, Pontresina, proseguiamo oltre, fino alla funivia Pontresina-Diavolezza (grande parcheggio gratuito sulla destra), parcheggiamo appena all' ingresso del parcheggio (Q2080), anche perchè torneremo indietro un breve tratto a piedi.

Nella direzione della nostra meta girano nuvoli neri, piuttosto preoccupanti, ma sul lato del Bernina invece inizia a splendere il sole, la giornata fortunatamente diventerà stupenda.

Alle 08:00 siamo in cammino ritoniamo a piedi sulla strada verso Pontresina, attraversiamo e prendiamo un sentiero che scende verso il torrente, c'e' un cancelletto elettrificato, il Barba43 si prende una bella scossa, e ci scherziamo sopra.

Attraversiamo il torrente su un ponte in legno, e ci incamminiamo su strada sterrata nella Val da  Fain.

Dopo 1.8km, a Q2183,  finisce la pacchia ..., una palina ci indica di deviare a sinistra sui prati, in direzione di una magnifica serie di cascate.

Inizia la salita in Val Pischa, con una lunga serie di zig-zag, il sentiero (sempre perfettamente tenuto e segnalato) è un solco che serpeggia sui pratoni.

Quasi sotto la cascata più alta (stupenda la serie di cascate), si devia per un lungo traverso verso sinistra, per poi tornare con un altro traverso in alto verso destra.

Si raggiunge un pianoro, in alto a sinistra delle cascate, da segnalare che prima di raggiungere questo punto a Q2770, c'e' un traverso dove il percorso è protetto da sponde in cordino d'acciaio, è sono una sicurezza.

Ci fermiamo per una breve ricarica, poi iniziamo il lungo percorso su questo pianoro, che poco in basso alla nostra destra ospita tre laghetti, non si vedono dal sentiero, li vedremo bene dalla vetta.

La nostra destinazione è ben evidente davanti a noi, ma non proprio vicina.

Percorso 1Km in quasi-piano, arriviamo alla Fuorcla Pitscha Q2840, dove si scavalla verso la Val Languard, sopra Pontresina, con vista verso St.Moritz.

Qui inizia un altro lungo traverso (2.1km), che ci porterà ad un primo bivio , sopra i laghetti d' Albris (sotto il Piz d'Albris) e Lej Languard, dove possiamo ammirare un gruppo di stambecchi ( leggendo altri report è una cosa frequente ), quindi al bivio a Q2932 dove sale il sentiero principale da Pontresina, passando dall' arrivo della seggiovia.

E' il sentiero da dove proviene "il maggior traffico".

Qui la salita si fa più dura, per percorre 250mt che ci dividono dalla capanna Georgy's Hutte a Q3180.

Il sentiero, mi ripeto sempre perfetto e ben segnalato, sale con zig-zag su terriccio, poi su gradoni di pietra.

Roberto è avanti, Luciano ed io saliamo quasi insieme, il fiato è messo a dura prova.

Alle 11:27 raggiungiamo la capanna, Roberto prosegue (preferisce non fermarsi e proseguire), io e Luciano ci prendiamo una ventina di minuti per riprendere fiato, per poi salire gli ultimi 98mt per la cima.

Siamo seduti all' esterno della capanna, davanti a noi la catena del Bernina, splendente di bianco sotto il sole, a far da sfondo un cielo blu intenso, qualche nuovolotto bianco fa da cappello alle cime, per poi svanire, è davvero meraviglioso.

Ricaricati i polmoni, io e Luciano saliamo in vetta, percorso ripido e su pietre, ma sempre ben segnalato e mai eccessivamente esposto, la quantità (e qualità devo dire) di persone che si incontrano a scendere e salire dimostra che l' ascesa è fattibile a tutti o quasi.

30 minuti e raggiungiamo Roberto in cima, sono le 12:00.

L' orizzonte è completamente pulito in tutte le direzioni, e la vista dalla questa cima, dai suoi 3262mt,è spettacolare, forse complice il meteo e la posizione, ma la più ampia che abbia mai goduto.


Difficile raccontarlo a parole, anche le foto penso rendano in minima parte quello che si prova davanti a tanto infinito, vette, ghiacciai, si susseguono in ogni direzione, per non parlare poi del Bernina sempre di fronte a noi, vicino molto vicino, imponente.

Ci fermiamo un' ora, pranziamo in vetta, si sta proprio bene, una leggera arietta mitiga il sole che picchia.
Sulla cima si alterna gente che va e viene, meno male che abbiamo scelto un giorno non festivo ...

Dopo un'ora, pensando al lungo ritorno e l' altrettanto lungo percorso in vettura, alle 14:00 scendiamo alla capanna.

Saliamo sulla terrazza della Georgy's Hutte (come vi ho già detto la terrazza è proprio di fronte al Bernina), facciamo conoscenza del Capannat, un italiano, che ci aiuta a conoscere le principali vette lontane (ci voleva turistalpi a farci da guida!).

Ci mostra lo Stelvio, riconoscibile per il ghiacciaio e la sua funivia, e più lontano l' Adamello.

Chiacchere su chiaccere, ci siamo fermati 20 minuti con lui, poi prendiamo decisi la discesa, passo rapido e sicuro.

Scendiamo veloci, sto avanti (bella forza in discesa il fiato non mi serve) e da dietro Luciano scherzosamente mi deride "Uhe Giorgio, ta vet in discesa eh ! L'è ul pees ca tà mena in giò?" (scusatemi se ci sono errori, non è facile scrivere inl dialetto).

Lungo il traverso in Val Languard, sopra il laghetto , gli stambecchi si son avvicinati ancora di più al nostro sentiero, nuovo giro di foto, e poi via spediti verso la Fuorcla Pischa.

Tratto attrezzato poi la discesa per i prati, il lunghissimo zig-zag, un pò noioso verso la fine.

Rientro al parcheggio alle 15:50, siamo stati piuttosto veloci.

La soddisfazione è evidente in tutti noi, per la fatica, per la ragguardevole cima, per il paesaggio maestoso, per la giornata ... in ogni suo istante.

Mi permetto di "ripetere" i suggerimenti di Ivan e Beppe, è una vetta da fare, ringrazierete chi ve lo ha suggerito!

 

Un altro tremila nel paniere delle soddisfazioni.

 

Solito riassuntino:

Andata:  Km  7.8  , 04:04 lorde, 03:34 al netto delle soste

Ritorno: Km  7.7  , 02:49 lorde, 02:29 al netto delle soste
 

Dislivello: 1200mt assoluto, 1350mt relativo



Partecipanti: Giorgio (giorgio59m, Roberto (roberto59), Luciano (barba43).
 

Vista da Roberto59  ( roberto59 ).

Devo dire grazie a Giorgio che ha insistito affinche' la scelta della nostra escursione cadesse sul Piz Languard, io aldila' delle battute che ha inserito ero per un'altra meta, ma alla fine sono stato ampiamente ripagato della scelta.
Il panorama che si gode e' veramente qualcosa di unico, meraviglioso, credo che solo chi ci e' stato puo' davvero capire.
Lasciamo l'auto alle 8.00, ci aspetta, ne siamo consapevoli, una lunga camminata sia per chilometri che per dislivello, ma gia' percorrendo il primo tratto di sentiero mi rendo conto che la scelta di prendermi un giorno di ferie e' stata azzeccata, sono contento di essere in Engadina per la mia prima escursione dell'anno verso un tremila!

Giorgio  ha gia' descritto molto bene tutte le emozioni vissute e i panorami ammirati lo ha fatto come al solito in maniera perfetta con dovizia e ricchezza di particolari e dettagli, per quanto mi riguarda posso solo aggiungere che mai avrei davvero immaginato si potessero vedere cosi' tante cime maestose e stupende dalla vetta di una sola montagna, ho guardato verso l'alto e ho ringraziato chi ha creato tutta questo "Paradiso", ma soprattutto l'ho fatto perche' mi permette ogni volta che arrivo su di una vetta di poterlo ammirare
A differenza di Barba43 e Giorgio ho preferito arrivare in cima, anche se da solo so non e' molto carino farlo quando si esce insieme, pero' ho scelto di non fermarmi ad aspettarli, avrei spezzato il fiato che incominciava a venire meno, e conoscendomi avrei avuto poi difficolta' a ripartire pur se per il breve tratto finale che separa il rifugio dalla vetta.
In fondo erano in due, erano insieme e la cima con il relativo sentiero era ben visibile durante la mia salita, per cui ci vedevamo reciprocamente senza problemi, sono arrivato ad onor del vero veramente provato ma alle 11.30 ero in vetta con mia grande soddisfazione, ho impiegato ben 20 minuti prima di sentirmi nuovamente a posto con il respiro, ma la vista che ammiro nel frattempo ripaga piu' che ampiamente la fatica.
Grazie a Barba43 e a Giorgio per la compagnia, al secondo rinnovo ancora i complimenti per la scelta fatta nella meta odierna.
Ciao
Roberto

 

Vista da Barba43  ( barba43 )

Oggi con Giorgio59 e con Roberto59, mi hanno proposto di andare al piz Languard,dato che avevamo ancora qualche giorno di ferie,siamo partiti alle 5 orario che a mè è un pò indigesto, pero' per la compagnia si fa questo ed altro.
Colazione a Chiavenna con cappuccio ma soprattutto brioches a go-go, tutti i frutti e poi via fino al Diavolezza da dove siamo partiti:
prima un bel pianoro poi una bella arrampicata fino su alla bochetta, poi ancora pianoro e poi dulcis in fundo l'ultima fatica con sosta di 20 minuti al rifugio Georgy's, poi gli ultimi 90 metri fino in cima.
Mai visto un panorama a 360 gradi cosi' FAVOLOSO,vette piene di ghiacciai,morene, laghi laghetti abbiamo fatto foto a volonta' e poi alle 13 siamo partiti per il ritorno.
La discesa era bella ma le ginocchia ahi ahi che male.
Gli ho proposto per la prossima uscita  il Lucendro, dobbiamo farlo prima che nevichi perche' non è come questa fatica di oggi è meno faticosa,ed hanno acconsentito,prepariamoci. 
Grazie a voi per questa avventura ciao



 

Altre foto, panoramica, e file gps sul nostro sito:

Girovagando

www.girovagando.net    escursione # 106

 


Tourengänger: giorgio59m, roberto59, Barba43

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

beppe hat gesagt: BRAVI
Gesendet am 12. September 2011 um 19:45
Complimenti a tutti ciao Beppe

brown hat gesagt: super
Gesendet am 12. September 2011 um 19:51
ottimo giro ,bella scelta ma soprattutto complimenti per il traguardo "non da poco" raggiunto in scioltezza.
ciao Paolo

turistalpi Pro hat gesagt: piz Languard
Gesendet am 12. September 2011 um 20:20
Ciao Giorgio e complimenti a tutti per la gita sul bellissimo piz Languard. Ti ringrazio per i riferimenti al sottoscritto che mi hanno fatto piacere anche perchè vedo che non è solo una mia opinione che l'Engadina è bella e che offre innumerevoli possibilità escursionistiche e non ed a quote superiori ai 3000. Grazie ancora e se hai bisogno di qualche informazione sono sempre disponibile. Buona Engadina Enrico

giorgio59m hat gesagt: RE:piz Languard
Gesendet am 13. September 2011 um 11:49
Enrico, tutti i riferimenti e ringraziamenti sono guadagnati sul campo ! come fare a non ringraziarti per quanto hai messo a disposizione di tutti !
Un giorno spero ci incontreremo ... e se non corri troppo, poter fare qualcuna delle tante assieme
;-)

ivanbutti hat gesagt:
Gesendet am 12. September 2011 um 21:09
Bravi ragazzi, siete stati premiati da una giornata ottima, una di quelle che invoglia ancora di più a trovare sempre nuove mete. Mettete in cantiere lo Julier, che Paolo ha già fatto, è veramente qualcosa di particolare.
Ciao, Ivan

giorgio59m hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 09:39
Un pò di merito è anche vostro, la prima pacca sulle spalle che mi ha fatto fare almeno 600mt di dislivello.
Prendo nota per lo Julier, lo abbiamo messo già nei programmi futuri, ma non posso certo chiedere a Paolo di tornarci così presto ....
:-)

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 13. September 2011 um 08:01
Una meta che rimane negli occhi e nel cuore.

Francesco hat gesagt: Bella gita
Gesendet am 13. September 2011 um 08:52
.... Bellissima gita raga,sento un gran parlare!!!!
Forse son rimasto l'unico hikriano che ancora non sia salito.

roberto59 hat gesagt: RE:Bella gita
Gesendet am 13. September 2011 um 11:21
Credo di si Francesco, ma sono certo la porterai a termine quanto prima, poi ne hai talmente tante belle e impegnative nel tuo paniere...........
Ciao Rob

giorgio59m hat gesagt: GRAZIE a tutti
Gesendet am 13. September 2011 um 09:37
Grazie di cuore a tutti.
Rinnovo i ringraziamenti ad Enrico che ci ha "attirati" in Engadina, un vero paradiso per le escursioni.
La giornata è stata fantastica, iniziata con le nubi ma girata in bello, ci ha regalato panorami che difficilmente si possono dimenticare.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 13. September 2011 um 10:50
Complimenti a tutti voi per la puntata e la scoperta di un "mondo nuovo" (beh, sì capita anche in montagna!). Certamente Enrico (turistalpi) è uno scrigno di conoscenza in fatto di montagna ed in particolare di Engadina che frequenta assiduamente. E' bello sapere che di montagne che ci attendono ce ne saranno sempre un sacco! Non ci si annoierà mai su percorsi fatti e rifatti.
Bravi
Giulio

giorgio59m hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 11:52
Mi mancava la tua .....................................
E' vero che è proprio bello allungare sempre la lista dei "ToDo" (cose da fare). Ho una lista talmente lunga che mi ci vorrà tanta salute e 50 anni in pensione per provare a completarla ...

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 11:57
Beh io ormai l'ho messa come e-list perchè neanche arrotolandola a pergamena ci stava più nel famoso cassetto delle idee!

Alberto hat gesagt: ...sempre bello salire lassù!
Gesendet am 22. September 2011 um 17:42
Bravi e...proseguite così,ciao!

giorgio59m hat gesagt: RE:...sempre bello salire lassù!
Gesendet am 23. September 2011 um 11:17
Grazie Alberto, soprattutto per il ..."proseguite così" ... ne terremo ben conto!
ciao


Kommentar hinzufügen»