Chüebodenhorn (3070 m)


Publiziert von tapio , 12. September 2011 um 08:22.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum: 9 September 2011
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   CH-VS   Gruppo Pizzo Rotondo 
Zeitbedarf: 8:00
Aufstieg: 1456 m
Abstieg: 1456 m
Strecke:All'Acqua (1614 m) - Capanna Piansecco (1982 m) - baracca chiusa (2360 m) - Gerenpass E (2683 m) - cresta SW del Chüebodenhorn - Chüebodenhorn (3070 m) - ritorno per la stessa via
Zufahrt zum Ausgangspunkt:N 2, uscita Airolo. Svoltare a sinistra ed imboccare la strada della Val Bedretto fino ad All'Acqua. Ampi parcheggi.
Kartennummer:CNS 265 T - Nufenenpass

Il Chüebodenhorn è in posizione strategica per poter osservare da vicino due (tra le altre) fantastiche cime ticinesi: il Pizzo Rotondo ed il Pizzo Gallina. Già solo per questo motivo l’ascensione merita di essere fatta. Se poi aggiungiamo il lago glaciale con i suoi iceberg, gli altri due (ormai tre) laghi glaciali sul versante del Pizzo Rotondo, la magnifica vista sui giganti bernesi, la visione ravvicinata dei gruppi del Basodino e del Blinnenhorn, e forse qualcos’altro ancora… non ci sono motivi validi per evitare l’escursione al Chüebodenhorn!

Non mi dilungherò in dettagli sul percorso, visibili peraltro nella scheda sintetica ed in molte relazioni precedenti alla mia. Dirò solo che dalla baracca chiusa (2360 m) fino circa alla quota 2900 sul pendio SW del Chüebodenhorn sono stato circondato da una nebbia con visibilità compresa tra i 10 e i 25 metri (e vento impetuosamente gelido) e se sono salito è solo perché ho avuto incrollabile fiducia nelle previsioni meteo di Locarno Monti, che preannunciavano una giornata sublime sia a Sud che a Nord delle Alpi. L’altro motivo che non mi ha fatto desistere è stata la generosissima quantità di ometti di pietra che, pur nel nebbione grigio e denso, apparivano senza soluzione di continuità, indicando la via.

La sorpresa, come detto, è arrivata attorno ai 2900 metri di quota, quando la nebbia – inizialmente rimasta al di sotto di me – si è progressivamente dissolta, lasciando agli occhi increduli del viandante narrante un panorama da mille e una cima!

Dopo tutto quel grigiore (se non fosse stato per lo scorrimento dell’acqua di fusione del ghiacciaio, non avrei nemmeno notato la sua presenza), arrivare in prossimità della cima ed accorgermi dei tesori che finora si erano celati, è stato un momento magico… come succede ad un bambino che improvvisamente apre gli occhi sulle meraviglie del mondo!

La permanenza in cima è stata doverosamente abbondante, circa un’ora, con il Rotondo (e tutta la sua cresta) che mi osservava da vicino (dall’alto) e tutte le torri, gli speroni, gli aghi e le fiamme più fantastiche che si libravano sul granito al di sotto dei miei piedi.

Niente di difficile, il Chüebodenhorn, ma sicuramente una montagna di cui si può dire senza tema di smentite… “vale l’ascesa!”

 

Tempi:           All’Acqua - Capanna Piansecco:                        40 min

                        Capanna Piansecco – Chüebodenhorn:         3 ore e 45’

                        Chüebodenhorn – Gerenpass:                            1 ora e 30’

                        Gerenpass – All’Acqua:                                         2 ore


Tourengänger: tapio

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

L
11 Apr 15
Chüebodenhorn 3070 m · marc73
ZS-
5 Jan 15
Chüebodenhorn · Dolmar
L WT4
L WT4
5 Apr 14
Chüebodenhorn m.3070 · Poncione
WS
28 Mär 14
Chüebodenhorn 3070m · Pere

Kommentare (11)


Kommentar hinzufügen

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 12. September 2011 um 09:02
Ciao Fabio,ottimo commento e splendide fotografie entusiasmano qs. che, salvo avverse previsioni è il Ns. programma del prox wek.

tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. September 2011 um 09:46
Ciao Francesco: ti ringrazio per i complimenti e spero che nel prossimo w/e sia bel tempo, in modo che possiate salire al Chüebodenhorn. Come detto, ad una difficoltà modesta e ad un dislivello abbastanza contenuto, si accoppiano paesaggi fantastici e visioni sorprendenti!
Ciao Fabio

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 12. September 2011 um 19:20
Bellissimo.....da mettere in agenda, anche se per mè sembra piuttosto impegnativo.

Ciao
Aldo


tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. September 2011 um 20:54
Ciao Aldo, e grazie per il commento: in realtà si tratta solo di un T4 normalissimo (gli altri gradi di difficoltà li ho aggiunti perchè la quota supera i 3000 m ed inoltre, volendo, le mani possono aiutare l'incedere).
Poi, diciamocelo, con le fate che solitamente ti accompagnano, non c'è traguardo che sia troppo arduo!

Ciao, Fabio

lebowski hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 09:47
Molto bella la parte alta e "glaciale" del percorso. Sei un inguaribile ottimista per due motivi:
1. la fiducia cieca nelle previsioni meteo
2. la definizione di "normalissimo T4"
Aggiungo un parere personale, gli ottimisti vivono più sereni.

ciao

Luca

tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 12:37
Grazie Luca, forse è vero, gli ottimisti vivono più sereni, ed in ogni caso, davanti alle meraviglie che la natura ci mette davanti agli occhi, non si può non avere una certa inclinazione all'ottimismo!
Poi, per la giornata, le previsioni erano davvero inequivocabili!
Ciao
Fabio

grandemago hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 13:41
Io le chiamo "Streghe"......fossero fate non sarebbero riuscite a farmi fare certe "mazzate"!

Ciao

gbal hat gesagt:
Gesendet am 13. September 2011 um 10:40
Ciao Fabio. Complimenti per l'ennesimo 3000 conquistato quest'anno (mi sa che te ne mancano oramai pochi della collezione!).
Quando cambierà la stagione e tornerai più "a valle" forse si potrà rispolverare qualcosa che avevamo in cantina, credi? (Non parlo di vino d'annata nè di birre, naturalmente :):):)
Giulio

tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 13. September 2011 um 12:52
Grazie Giulio
(in realtà di 3000 che mi attirano ce ne sono ancora tanti, anzi tantissimi...)
Certo, non appena la stagione spingerà verso mete meno elevate ma altrettanto belle, direi anch'io che sarebbe il caso di rispolverare il nostro vecchio progetto, volentieri!
Ciao,
Fabio

paoloski Pro hat gesagt:
Gesendet am 17. September 2011 um 21:27
Ciao Fabio,
vedo che continui l'ascesa dei 3000 ticinesi, ma per il tuo conteggio valgono solo quelli saliti a piedi o includi anche quelli saliti con gli sci? Ti assicuro che Poncione di Cassina Baggio, Chuebodenhorn, Rotondo, Maniò ecc. sono eccezionali da salire e, soprattutto da scendere, con gli sci!
Ciao, Paolo

tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 24. September 2011 um 17:49
Ciao Paolo,
ti ringrazio per la fiducia: nel caso riesca a farli, certo che varranno anche i tremila saliti con gli sci. In effetti tutte le cime che hai nominato mi attirano molto anche con gli sci (che purtroppo ho dovuto riporre troppo presto ad inizio aprile, visto che le temperature erano già estive), ma non so se sarò in grado; vedremo, le aspettative per la stagione invernale sono numerose, ma poi, tra il dire e il fare...
Però mi piacerebbe raggiungere CON GLI SCI almeno una di quelle magiche cime che hai citato!
Ciao Fabio


Kommentar hinzufügen»