Chuebodenhorn (3070m)


Publiziert von Beniamino , 30. August 2011 um 01:20.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:12 August 2011
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettern Schwierigkeit: I (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   CH-VS   Gruppo Pizzo Rotondo 
Zeitbedarf: 7:00
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Si sale ad all'acqua facendo la strada del passo della nufenen

Oggi giornata con Samuele su per un 3000. Decido per il Chuebodenhorn dopo aver visto qualche rapporto su hikr. Infatti, mi sono convinto della sua fattibilità grazie a questo sito, perchè il Brenna lo dava PD e l'ely riva parlava di fare su il ghiacciaio. Perciò temevo che potesse essere un pò complicato.
Però vedendo il rapporto di siso(mi sembra) mi sono convinto che non doveva essere così difficile e così eccoci ad all'acqua, ai parcheggi del mitico ristorante(i gelati e i cappuccini che mi sarò fatto qui con la famiglia non si possono più contare:P).

PArtenza facile su per la capanna piansecco dove diversi anni prima avevo pernottato con una colonia ("Tra sassi e stelle", colonia di 5 giorni in cui si facevano escursioni tra capanna e capanna). Dopo una quarantina di minuti si è già su e guardando dietro e sopra la capanna si erge il bellissimo Chuebodenhorn!
Da lì si prende il sentierino che porta su al Gerenpass. è difficile perdersi perchè in pratica l'obiettivo e di arrivare a sinistra della montagna(appunto, il Gerenpass). Perciò si segue quella direzione.
A un certo punto si arriva al rifugio(credo militare). Da lì il sentiero diventa meno evidente e più fastidioso. Abbastanza franoso ma cmq non così ostico. 
Quando si sta per arrivare sul passo si può ancora vedere una chiazzetta di neve e ad una 50ina di metri dal ghiacciaio sul passo si vede il ghiaccio vivo sotto i vari pietroni. A parte questo per arrivare sulla vetta non c'è stato bisogno di sfiorare del ghiaccio nemmeno con un dito. Vedendo delle foto del 2008 credo che il ghiacciaio abbia particolarmente sofferto negli ultimi e anni.
Ad ogni modo lo scenario è stupendo, il ghiacciaio, ritirandosi, ha formato un laghetto con degli iceberg galleggianti. Un bel spettacolo.

Praticamente dalla riva del laghetto tagliamo a destra e risaliamo più o meno diritti verso la cima (credo circa un'oretta). Sono presenti alcuni ometti che segnano una via. Noi l'abbiamo seguita, però è abbastanza libera la via, non credo faccia molta differenza se non si seguono le indicazioni degli ometti. Infatti dal Gerenpass alla cima è tutta pietraia pura. All'inizio si comincia risalendo su sassi un metro di diametro per poi finire sulla vetta con veri e propri macigni. Davvero bello cmq, perchè si usano spesso le mani per salire ma il percorso è comunque facile. E la vetta è stupenda. Vicinissimo si erge il Rotondo. Riconosco inoltre i due Muttenhorn il Pizzo nero e Gallina, il Basodino, il Grandinagia, Cavagnoo e tante altre vette "senza nome"(ergo non le conoscevo:P)
Dopo le foto di rito e un bel picnic sulla vetta ridiscendiamo con calma verso il gerenpass. La discesa è abbastanza piacevole malgrado tutto. Peggio è secondo me ridiscendere verso la capanna. Poi dalla Capanna fino al ristorante si fa anche in una ventina di minuti o poco più. 
E naturalmente alla fine una bella coldesina non ce l'ha levata nessuno!




Tourengänger: Beniamino

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

L
11 Apr 15
Chüebodenhorn 3070 m · marc73
ZS-
5 Jan 15
Chüebodenhorn · Dolmar
L WT4
L WT4
5 Apr 14
Chüebodenhorn m.3070 · Poncione
WS
28 Mär 14
Chüebodenhorn 3070m · Pere

Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

barbara2 hat gesagt:
Gesendet am 25. September 2011 um 07:28
La guida del CAS classifica questo itinerario F.

Beniamino hat gesagt: RE:
Gesendet am 30. Dezember 2011 um 00:17
concordo.


Kommentar hinzufügen»