Pointe du Vasevay (3356 m)


Publiziert von Sky , 23. August 2011 um 13:49.

Region: Welt » Schweiz » Wallis » Unterwallis
Tour Datum:10 August 2011
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-VS 

Giorno 11

Oggi si preannuncia una splendida giornata. Devo approfittarne., Voglio tornare a fare una cima “di qualità”, come dicono gli amici di GiroVagando ! e scelgo la Pointe de Vasevay, uno dei tremila che mi ero prefissato. Partenza da Fionnay, in Val de Bagnes, alle 6.15. Risalgo anche in questo caso un sentiero dagli innumerevoli zigzag, come dice il Brandt, e mi porto in 1h30 all’Écurie du Crête. Di lì mi si apre un’enorme vallata, tutta in controluce. Non è facile, con il sole che sta sorgendo, riuscire a vedere qual è la mia meta e capire da che parte andare.. C’è un sentierino battuto.. lo seguo ! Peccato che mi porta da tutt’altra parte.. tutto verso destra.. per cui, non avendo voglia di ridiscendere e seguire il sentiero “giusto” che corre nel fondovalle, mi faccio tutto un traverso, su roccette e placche un po’ esposte.. con molta calma.. Alla fine riprendo la traccia, risalgo un pendio e mi trovo di fronte al piccolo Glacier du Crête. Come ben sapevo, è un ghiacciaio assai piccolo, e completamente scoperto, per cui nessun problema di crepacci ! Posso farlo anche in solitaria. Mi rampono e lo risalgo. Arrivato facilmente alla fine, tolgo i ramponi e mi trovo di fronte al punto cruciale della giornata : come affrontare la salita alla vetta ? La mia guida dice (itin. 1011, “par l’W et l’arête W”, F) di contornare un banco roccioso dalla sinistra e portarsi direttamente in cima lungo la cresta W. Davanti a me in effetti c’è un ammasso roccioso, ma non è facile capire da che parte superarlo.. Incomincio a risalirlo.. con calma.. Le pietre non sono molto mobili.. bene.. però sempre meglio fare molta attenzione.. Ci sono molte stalattiti di ghiaccio in giro, ma per fortuna le rocce non sono verglassate ! Mi sposto verso destra.. c’è un caminetto da passare.. la roccia è stratificata, ma solidissima, ottimo ! Superato questo passaggio (non so se ho seguito la mia guida..!) risalgo verso la cima, anche se non è ben chiaro dove sia questa cresta W !! Ad ogni modo, arrivo in vetta ! Cosa molto curiosa, la terra e le rocce di questa cima hanno un colore giallastro.. la mia guida dice che è di calcare dolomitico.. Vista da lontano sembra una manciata di sabbia fatta cadere dall’alto, lì soltanto ! Il panorama è maestoso, la giornata stupenda, senza una nube ! Meritava aver scelto oggi per questa salita.. Oggi mi fermo qui. Omega3 ha fatto la sequenza Pointe du Vasevay – Pointe des Chamois – Pointe du Crête, ma oggi va più che bene così ! La discesa mi preoccupa un po’, anche se poi si rivelerà facile.. e poi, sono 11 giorni che mi faccio vette, un giorno con una cima sola (ma una signora cima) è senz’altro un gran giorno ! Dopo un bel po’ di foto (da qui si vede un po’ di tutto.. il Bianco, Gran Paradiso e Grivola, l’onnipresente Grand Combin, la Dent Blanche, fino al Rosa e alla Jungfrau..) scendo a valle. Arrivato all’Écurie du Crête decido di fare un giro diverso dalla salita, allungandolo e passando da Bonatchiesse. Sono stanco.. ma decisamente soddisfatto della giornata !


Tourengänger: Sky

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»