Piz Murtel (3.433m) e Piz Corvatsch (3.451m)...immersi nel bianco!


Publiziert von gebre , 27. Juli 2011 um 07:21. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Oberengadin
Tour Datum:24 Juli 2011
Wandern Schwierigkeit: T5- - anspruchsvolles Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR   Bernina-Gruppe   Corvatsch-Sella-Gruppe 
Zeitbedarf: 8:30
Aufstieg: 2000 m
Abstieg: 2000 m
Strecke:Surlej - Alp Surlej - Lej da la Fuorcla - Plan da la Fuorcla - Piz Murtel - Piz Corvatsch
Zufahrt zum Ausgangspunkt:strada del Maloja - arrivati alla seconda rotonda di Silvaplana girare a destra verso Surlej, passare il ponte e all'inizio del paese girare a sinistra, poco dopo ampio parcheggio sulla destra (gratis).

Vista da  Gebre

Era da un mese che avevamo programmato un'uscita io e luca (Sky) e dopo la rinuncia al Corvatsch trophy causa pessime previsioni, propongo la meta del Piz Corvatsch.
Ci ritroviamo a Monza e strada facendo incontriamo acqua, vento, e dopo il Maloja acqua mista neve,
parcheggiamo a Surlej e ci sono 2°, fortunatamente pioviggina.
Partiamo in direzione Alp Surlej e a quota 2.000 inizia a sfiocchettare...ma siamo a luglio?
A circa 2.300m la neve ha attaccato a terra, ma almeno ha smesso di nevicare.
Ad un bivio con cartello deviamo a sinistra per Fuorcla Surlej, aggiriamo il Lej da la Fuorcla e poco dopo lasciamo la strada per Fuorcla Surlej e prima di attraversare un torrente deviamo a destra su un'altra strada sterrata, che ci condurrà al Plan da la Fuorcla.
Da quì inizia una bella rampa che segue la pista da sci e dopo alcuni tornanti raggiungiamo quota 2.901m.
Proseguiamo facendo un'altra rampa e proseguiamo diritti...purtroppo ci ritroviamo ad un lago a quota 3.015m sotto la Vadret da l'Alp Ota, quì Luca anche con l'aiuto del GPS e verificando la cartina si accorge che siamo andati troppo avanti. Torniamo indietro e troviamo un'indicazione della gara del giorno prima,
in quel punto il sentiero fa un tornante secco a destra, vicino ad un palo di ferro.
Fin sotto la stazione a monte della funivia del Corvatsch seguiamo i cartelli della gara (fortuna che c'erano ed a breve distanza, poiché eravamo in mezzo alla nebbia con visibilità di circa 20-25m.
Intravediamo la stazione e ci fermiamo a mangiare qualcosa.
Purtroppo le nuvole non si diradano e tenendo sott'occhio il filo di cresta a destra saliamo e ci ramponiamo, fino al Piz Murtel è tutta neve ma non c'é traccia!
Raggiungiamo la prima cima (3.436m) e ci facciamo i complimenti, la prima è andata!
La discesa verso la sella tra i due pizzi (3.383m) è resa difficoltosa dalla neve fresca e dai massi,
però una volta attraversato il ghiacciaio che arriva in cresta si risale agevolmente la vetta del Piz Corvatsch (3.451m), anche quì complimenti...e la seconda è fatta!
In cima fa la sua brevissima comparsa anche il sole, peccato per il panorama nullo...vorrà dire che ci devo ritornare!
Scendiamo e ripassiamo sul Piz Murtel, scendiamo e la traccia sulla neve è praticamente stata ricoperta dal vento, però tenendosi a destra del filo di cresta scendiamo dal ghiacciaio senza problemi.
Scendiamo di quota ma il freddo è sempre pungente, però non ci sono precipitazioni.
Gran bel giro in compagnia di Luca, fatto in condizioni meteo pessime, sicuramente è da rifare per vedere il panorama!

Vista da sky
 
È da un po’ che io e gebre vorremmo fare un 3000 insieme, ma combinare gli impegni dell’uno e dell’altro è un’impresa ardua. Siamo rimasti d’accordo per oggi. Essendomi saltata l’uscita col CAS al Dom causa meteo sfavorevole, ci si trova. gebre è un amante dell’Engadina, io la conosco poco, ma è una zona che mi interessa conoscere. Mi propone il Piz Corvatsch. Molto bene !
Io arrivo da 1300 m di dislivello fatti il giorno prima.. lo prendo come un allenamento per quando il Dom riuscirò a farlo sul serio !
gebre ha descritto perfettamente la giornata.. Nel primo tratto, arrancando, gli tengo il passo.. nella salita verso la stazione di monte della funivia lo lascio andare e vado su col mio passo (ma è un onore riuscire più o meno a stare a dietro ad uno skyrunner !! e lui fa benone a seguire il suo ritmo).. nel tratto in cresta invece restiamo vicini..
5h23m in vetta.. considerando che abbiamo perso circa 40 minuti per aver sbagliato strada, è un ottimo tempo !
Viste le premesse sulla meteo, ci riteniamo molto fortunati : non si vede ad un palmo di naso (specie in alcuni punti, il bianco del cielo rende la visibilità così piatta che non si riesce a capire come sia la pendenza..!), ma, a parte il primo tratto in cui veniva giù della neve (secca, però ! meno male..), per il resto non abbiamo preso una goccia di acqua !
Il ritorno in macchina è un’odissea, per fortuna stavolta sono in compagnia !
 
Dislivello : 2000 m
Lunghezza : 20.94 km
 
Grazie a gebre, ottimo compagno, spero della prima di una serie di salite.
Un altro tassello nel mio giro delle Alpi.. un’altra zona che conosco poco..

Tourengänger: gebre, Sky

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»