Monte Faiè da Bracchio di Mergozzo


Published by adrimiglio , 16 May 2011, 15h33.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:15 May 2011
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1050 m 3444 ft.
Height loss: 1050 m 3444 ft.
Route:Bracchio-Vercio-Faiè e ritorno.
Maps:C.N.S. Domodossola 1:50.000

Come si sa anche le previsioni svizzere a volte possono sbagliare, il vento previsto per domenica pomeriggio, è arrivato in deciso anticipo in nottata tra sabato e domenica.
Quindi presumendo condizioni proibitive in alta quota, decidiamo di abbassarci a quote più modeste, la scelta cade sul Monte Faiè sopra il lago di Mergozzo.
 
Arriviamo a Bracchio alle ore 10:00, non vedendo indicazioni prendiamo un invitante viottolo in salita che ci porta a casa di una signora che ci guarda con stupore, con indifferenza salutiamo e facciamo dietro front… decidiamo quindi di chiedere ad un anziano indigeno, che con sorriso ironico ci indica un semi invisibile segno di vernice posto a terra aggiungendo di andare alla chiesa poi proseguendo a sx avremmo trovato la salita.
Giunti alle indicazioni optiamo per l’ascesa maggiore, passando da Vercio, che raggiungiamo dopo un oretta grazie ad un’ottima mulattiera selciata nel bosco di castagni.
L’eremo di Vercio è curatissimo un autentico luogo di meditazione e tranquillità, ammiriamo delle fioriture di azalee, non vediamo l’ora di distenderci nel prato, ma prima dobbiamo sbrigare la pratica della cima.
Dietro una grossa vasca di raccolta dell’acqua, pensiamo di avere trovato il sentiero che si addentra di nuovo nel bosco, seguendo un tubo di gomma, ma ben presto capiamo di aver sbagliato (oggi non è giornata…) indicazioni nemmeno l’ombra, decido di consultare il gps, che mi fornisce la retta via, che si trova più a dx.
Il sentiero sale deciso nella bassa vegetazione, poi con uno spostamento a sx attraversiamo un punto roccioso leggermente esposto ma su ottima traccia, aggiriamo un costone e affrontiamo il ripido
tratto di sentiero che conduce in cresta.
Sulla dorsale ci da il benvenuti un forte e gelido vento, nel breve tratto in ombra di faggeta ho la tentazione di calzare i guanti ma desisto, meglio spostarsi sull’aperto versante a mezzogiorno con temperature più umane.
In breve tempo siamo sulla cima dove abbiamo la fortuna di goderci un panorama mozzafiato.
Scattiamo le foto di rito e scendiamo in picchiata dal sentiero di salita all’eremo a gustarci il meritato panino.
Bella escursione!
 
Dati gps: Sviluppo planimetrico12 Km.
                    Dislivello 1050 m.

Hike partners: adrimiglio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Geodata
 5992.gpx Monte Faiè

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T2
T2
T2
7 May 11
Monte Faiè m 1352 · grandemago
T2
22 Dec 16
Monte Faie (Anello) · veget
T3

Comments (2)


Post a comment

gbal says: Hai notato anche tu.....
Sent 17 May 2011, 22h40
....che molto spesso si perde molto più tempo ad imbroccare il giusto sentiero all'inizio, uscendo dal ginepraio del paesino che non dopo, sulle creste, per valli, ecc.? A me capita molto spesso o perchè sono imbranato (probabile) o perchè in fondo sono molto più segnalati i sentieri nel bosco che nei paesi, forse per la presunzione degli abitanti che, si sa, loro lo sanno dove bisogna andare e noi no!
Complimenti per il giro...originale.
Giulio


adrimiglio says: RE:Hai notato anche tu.....
Sent 18 May 2011, 16h10
Ciao Giulio grazie del commento e dei complimenti.
Non penso proprio che tu sia imbranato, sono anch'io della tua idea, capita spesso nei paesini di non trovare indicazioni, perchè probabilmente danno per scontata la giusta direzione, poi sprecano litri di vernice sulla mulattiera, dove non servono indicazioni.
Io come regola quando mi trovo nelle frazioni, cerco la chiesa dove solitamente parte il sentiero, ma purtroppo domenica era nascosta....

Adry.


Post a comment»