"15 Hiker alla conquista del.."Chilchalphorn (3040)


Publiziert von Francesco , 15. Februar 2011 um 11:13. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Hinterrhein
Tour Datum:12 Februar 2011
Schneeshuhtouren Schwierigkeit: WT4 - Schneeschuhtour
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1420 m
Abstieg: 1420 m
Strecke:Hinterrhein m.1620, seguire le tracce fino all'alpeggio e poi fino all'evidente cima per valloni e traversi.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada per San Bernardino, uscita Hinterrhein, park auto spazio antistante la chiesa.
Unterkunftmöglichkeiten:...In tenda!!!

FRANCESCO:::: In primis voglio ringraziare tutti per la massiccia  partecipazione a qs. gita(Grandemago,Lella,Helis,LucaP,Turistalpi,Alberto,Massimo,Beppe,Cristina,Ewuska,Claudio,Ivan,Bresci, Bertic )è solamente grazie a tutti voi che ho avuto qs. opportunita' di conoscer fisicamente tanti Hikriani.L'impatto fraterno era comunque scontato,frutto della tecnologia dei ns. tempi e poi Max per qualche prezioso suggerimento sull'organizzazione della giornata.
Anche quest'anno ritorno su qs. bellissima vetta, molto probabilmente è stata la prima violazione con ciaspole avvenuta nel marzo de 2010.  http://www.hikr.org/tour/post21556.html.
Il successo di qs. scelta è composto da un crociuolo di componenti:la bellezza, il luogo,una vista a 360°, il prestigio di qs. 3040 ma, sopratutto il fascino di un tremila in pieno iverno.
Mi spiace tantissimo che qualcuno del gruppo  si sia fermato qualche centinaio di metri prima della vetta, di qs. chiedo umilmente scusa, forse ho trascurato qualche importante particolare e sarei grato ad un suggerimento, d'altronde, sono  gli errori   che perfezionano la vita!!!

Ps: oggi ho rinunciato alla mia amata reflex ,avevo con me una compact digitale. A casa l'amara sorpresa: mi ha beffato, pertanto le mie foto sono di repertorio(marzo 2010).

Vista da heliS
L'anarchia regna sovrana.

E probabilmente è stato questo a rendere la giornata cosi piacevole, serena, simpatica … nessuno costretto a seguire il passo di un altro, nessuno costretto a salire se non se la sentiva, nessuno costretto a fare quello che non si sentiva di fare.

All'inizio mi è spiaciuto che il gruppo si fosse cosi sgranato, ma poi, visto che sono riuscita a scambiare 4 chiacchiere con tutti, visto che in 13 abbiamo raggiunto la cima, visto che la tragedia più grossa è stata la perdita di una parte di torta in cima (scivolata giù da un dirupo da cui è stato proprio impossibile recuperarla … per fortuna tutti hanno avuto la loro fetta prima del disastro!) sono proprio soddisfatta.
Visto che ognuno, almeno cosi si spera, metterà qui il proprio commento, la mia “solita” relazione la metterò solo sul mio blog.

Alla prossima!

 Quota partenza: m 1.650
Quota arrivo: m 3.040
Dislivello secondo Gipsy: m 1.420 circa
Tempo totale, comprese le soste: 8 h 30 m
Km percorsi: 10 circa

 Non credere, piccolo uomo, di essere chi sa chi, perché prima che tu nascessi io già c'ero e quando tu non esisterai più io ancora ci sarò (La Montagna)


Commento di Beppe

Anche per me ritorno dopo un anno sul CHILCHALPHORN sempre un escursione fantastica ,tempo molto bello e l'assenza di vento in vetta ha permesso di fermarci a gustarci dei panorami stupendi.
Un bravo a francesco per l'ottima scelta e un grazie a tutti per la bella giornata trascorsa in ottima compagnia .


vista da grandemago
 

La partenza è stata come una fucilata a pallettoni.
Spalmati sul pendio, ognuno tracciava la sua via!
Altro che fila indiana.......fila italiana.....tipicamente a cuneo, ma stavolta rovesciato: il ventaglio sopra e l’apice sotto, dove stavo io!
Nonostante non soffra più di “ansia da prestazione” ho stupidamente forzato l’andatura (sei assolto Francesco).......un’andatura che per gli altri era normale “passeggio”.
Ovvio che la benzina sarebbe finita presto per me, infatti uscito da un ripido canale, i miei garretti (e tutto il resto) ne avevano abbastanza, perciò mi sono fermato. Non avevo nessuna intenzione di arrivare “storto” in cima!
Unico rammarico è che lassù si è banchettato vergognosamente.....e io non c’ero!
Mi è dispiaciuto anche per Enrico, che probabilmente vedendomi steso al sole è stato influenzato nella scelta di non salire in cima e farmi compagnia, cosa che tra l’altro mi ha fatto molto piacere.

Grazie Massimo e Francesco per averci coinvolto in questa piacevolissima giornata, per merito vostro molti di noi non saranno più soltanto degli “Avatar”.
Sicuramente io e Lella torneremo a ripetere l’esperienza.....con o senza cima! 


 Vista da Luca_P 
E' stata una gran bella giornata in ottima compagnia!
Un grazie di cuore a tutti quanti i partecipanti ed in particolare a Francesco e Massimo organizzatori di questa uscita.
Un doveroso grazie finale alla Montagna che come sempre riesce a farci gioire ed unisce...
Un grosso ciao a tutti da
Luca                                                                                                                                                                                                                                                                                Commento di Enrico:::: anche per me e Billie è stata una magnifica giornata insieme ad altre 14 persone amanti della montagna. Ho così conosciuto di persona anche altri "hikriani" ed è stato molto gratificante. Purtroppo non sono riuscito ad arrivare in vetta e così mi sono perso il lauto banchetto: a 3000 metri salame,formaggio, vino e.....amicizia  acquistano un sapore particolare. In compenso ho passato alcuni momenti piacevoli con Grandemago in pieno sole e con tempo stupendo e di questo lo ringrazio vivamente. Perdonatemi la battuta: certo che se Grandemago non mi avesse chiamato quasi come una sirena con i naviganti forse io avrei proseguito ancora............(però ero un poco stanco per via della partenza troppo veloce e ripida e sì che c'era una comoda stradina  che forse arrivava all'alpeggio).Ringrazio tutti per la bella giornata passata insieme in quel paradiso che si chiama MONTAGNA! E' una zona che spero di riuscire ad esplorare in estate.Arrivederci a tutti alla prossima. Enrico     


VISTA DA MAX:
E’ un vero piacere  trascorrere queste belle giornate quando la natura ci offre questi meravigliosi scenari e dobbiamo ritenerci molto fortunati per avere la possibilità di conoscere nuove persone tutte accomunate dalla stessa sfrenata passione per la montagna e con l’unico scopo di arrivare lassù indipendentemente da velocità di crociera, traiettorie scelte, tempistiche di salita etc. etc….
Chiedo scusa se non ho avuto la possibilità di poter scambiare quattro chiacchiere con tutti i componenti dell’armata brancaleone……….., ma eravamo cosi in tanti; vorrà dire che ci saranno altre occasioni.
Un ringraziamento di cuore a tutti quanti  hanno contribuito all’ottima riuscita della giornata e soprattutto un ringraziamento a sua maestà…………LA MONTAGNA che è fautrice di tutto questo ambarandan.  

Vista da Ewuska

Per la seconda volta conquisto  questa bella cima, sempre con grande emozione  e sempre  in compagnia delle persone squisite... 
L'uomo è un animale sociale ...grazie per avermi accolto nel vostro "branco"!
Da WIKIPEDIA: " Un branco è un gruppo di animali che si riuniscono spontaneamente e operano in modo omogeneo (per esempio si spostano in gruppo).

VISTA DA IVAN :
E' stata una bella escusione, per dirla con Ewa,  più di  branco un pò disordinato che di gruppo, ma era inevitabile essendo così in tanti. Ognuno ha il suo passo, le soste per motivi vari ( fisiologici, bere, mangiare, vestirsi, svestirsi, mettere le ciaspole, togliere le ciaspole, mettere i ramponi, togliere i ramponi  ) si sprecano, e così ognuno è salito secondo il proprio ritmo e le proprie esigenze, o al massimo in coppia con un socio. Un grazie a tutti i partecipanti, ma in particolare a Max e Franz che hanno organizzato e a tutti coloro che si sono sobbarcati un peso extra nello zaino per portare in vetta alimenti vari per il momento di condivisione. Un altro ringraziamento a Beppe, che è riuscito a stroncare Claudio, che infatti in vetta era più quieto del solito e non dava i distacchi come di consueto.            L'allegra brigata è stata premiata da una giornata eccellente con grande panorama in vetta e dalla soddisfazione di arrivare oltre quota 3000, cosa tutt'altro che banale in inverno specie per noi poveri ciaspolatori . Alla prossima.

Vista dal neofita Hickriano Amedeo:
Finalmente sono riuscito ad andare in montagna con gli Hickriani a fare una bella cima. Chiariti (anche se erano già chiari) qualche precedente "osservazione politica" (ahahaha) con Grandemago. Gruppo eterogeneo, simpatico, italiano (ancora degni di tale nome) con pregi e difetti degli "alpinisti" dello stivale,  grazie dell'accoglienza entusiasta!! Bella la salita, non difficile ma nemmeno banale, in cima è stata sperimentata la prima slavina di ......torta!! Alla prossima......con grande piacere!! 

 Precisazione di Amedeo:
Non ho ancora pubblicato niente su Hikr, per cui anche sulle mie osservazioni lascio carta bianca a Francesco. Qualcuno però spieghi che il Chilchalporn non è la versione porno di "Kika - un corpo in prestito" del famoso regista Pedro Almodovar!!                                   
                                                                                                                      

Vista da Alberto: Fortuna vuole che cambiando il turno,posso aggregarmi per affrontare questa escursione,così,dopo esserci in parte ritrovati al Breggia,partiamo per Henterrhein,la località di partenza e di ritrovo per i restanti amici. Aggiungo che nonostante la possibilità di ritardare da parte di coloro che percorrevano l'autostrada per Como,causa un incidente,siamo giunti in orario (fortuna vuole). Bene,faccio conoscenza con gli amici (in carne e ossa),prima d'ora conosciuti solo virtualmente: Lella,Aldo (Grande mago),Alberto e Amedeo (che mi ha riconosciuto per l'incontro alla Foisc). Mi rampono (conosco bene a cosa vado incontro) anche se a qualcuno parrà una cosa strana,ma...tengo molto ad avere le ossa intatte. Alle 8,20 si parte compatti,qualcuno con lo zaino abbastanza carico,altri,pareva che non l'avessero nemmeno...Vedo in lontananza alcuni sci alpinisti che tagliano diritti con la massima pendenza,il tratto di circa 300 metri,per portarsi a quota 1940 da dove ci si può ciaspolare ed eventualmente togliersi qualche indumento,perché da quel punto,il sole comincia a farsi sentire. Così decido di fare quel percorso e arranco,qualcuno mi segue,mentre Enrico percorre parte della stradetta,ma poi...o rif o raf,il pezzo più erto bisogna affrontarlo,non si può evitarlo. Riusciamo addirittura a raggiungere e a superare il gruppetto di sci alpinisti e arrivato a quota 1940,tolgo i ramponi e attendo tutti: la scelta di proseguire come ogni uno di noi crede,è personale,come ritiene più comodo. Nel frattempo,Enrico dice che se arriva per l'una è già un buon tempo (ha detto una cosa giustissima,anzi,forse è stato ancora fin troppo ristretto): a Beppe pare sia una esagerazione,quindi intervengo e spiego (non dovrei,visto che l'esperienza c'è,ma,forse a causa della memoria che da segni di cedimento...) che questa escursione,da 1420 di dislivello,senza neve è da considerare come tempistica,da almeno (a essere proprio ristretti) 4 ore/4,30,poi se ci aggiungiamo la neve (e sempre in base alla sua tipologia) i tempi possono aumentare. Inoltre,la tempistica CAI parla chiaro (300/400 metri all'ora senza neve) poi,se uno lo stesso tragitto,riesce a farlo anche in 2 ore,buon per lui,ma nel modo più assoluto non deve permettersi di dare indicazioni al di sotto dei tempi medi. Se poi si vuole rendere ben chiaro il tutto,per riassumere,sempre in modo ristretto: 500 m. di dislivello= ore 1,30 – 1000 m.= 3 ore e i conti son presto fatti. Ma,se una valle è lunga da percorrere,cambia tutto. Era mio dovere precisare in minima parte ciò che ogni escursionista dovrebbe ben memorizzare per evitare sparate eccessive: va bene rincuorare e tirare su il morale,ma non esageriamo. Deve arrivare ancora Max che il gruppo si mette in marcia,mentre io e Ivan lo attendiamo: poi eccoci a formare un mini gruppo con annesso la Cristina. Poco prima di giungere a Chilchalp m.2080 avviso gli amici che si potrebbe fare le dorsali,invece delle vallette che in alcuni tratti si inerpicano. Così vediamo il gruppo che è fermo ad attendere noi,gli facci alcuni segnali e proseguiamo per il tragitto che riscontro migliore,sia come pendenza costante,sia dal fatto che offre la visione panoramica sul versante opposto della valle. Siamo abbastanza compatti,a tratti odo il vociare del gruppo più consistente,senza vederlo,ma il vento trasporta le voci e anche ben chiare per chi le riesce ad ascoltare. Poi ci si ricongiunge con parte del gruppo composto da Ewuska,Amedeo,Beppe,Cristina. Qui mi si chiede,invece di aspettare tutti e raffreddarci,proseguire andando piano: io sono d'accordo,ma purtroppo il piano piano di Beppe (e lo prova il fatto che lassù è arrivato prima di Claudio) è dovuto dal passo...forse lento,tranquillo,ma...lungo 1 metro e mezzo e quindi,sempre per via matematica è normale che il distacco di una buona mezz'ora c'è (ed è parecchio) giusto? Ivan,che non ha il passo lungo e non corre,la sua apertura è più ampia della mia e automaticamente io prendo il distacco: in pratica,il passo che può contenere il più possibile vicini tutti i componenti dovrebbe essere LENTO e CORTO (forse ancor di più del mio: che già da fastidio ai molti). I fatti evidenti credo che mi diano ragione però,se ho sbagliato in qualcosa,segnalatelo,mi raccomando,perché pure io commetto errori di valutazione,sbagliare è umano,mentre perseverare nello sbagliare è decisamente più grave. Acconsento e ripartiamo,ma dopo un poco vedo Beppe che a breve ci distacca (rientra oramai nella normalità/anormalità),il gruppetto si sfalda e il bradipo...rimane solo soletto: Max decide di aggregarsi al gruppo di coda. Assorto nei miei pensieri,comincio a riflettere: riuscirò ad arrivare lassù,Enrico,Aldo e Lella vi riusciranno? Insomma,i pensieri vagano un poco ovunque,poi vengo superato da Alberto,Luca P. e da Silvia che arranca a distanza ravvicinata (anche lei decide di stare con i più forti...) e giunti alla quota 2875 io prendo il traverso che porta verso destra in direzione del passo,mentre alcuni decidono di prendere di petto la salita che con pendenza erta conduce quasi in vetta. Il mio passo comincia a ridursi ancora,mi fermo più spesso perché da questa quota la mia testa ne risente,qualche sbandamento,mancanza di equilibrio,quindi devo ridurre ulteriormente i miei ritmi. Poi,voltandomi vedo Francesco e nel frattempo incrocio Luca e Silvia provenienti dal percorso diretto,poco dopo Alberto,che si sono ramponati: attendo Francesco che mi avvisa della rinuncia di Aldo e Enrico,Max non si sa bene che intenzione abbia,forse prosegue...eccolo,lo vediamo. Lascio passare avanti Francesco che magari mi batte un poco la pista,inoltre veniamo raggiunti e superati da alcuni sci alpinisti che risistemano un poco la pista leggermente distrutta...poi...vediamo uno che si è scavato una sorta di rifugio? nella neve ed infine arriviamo alla spalla finale che adduce alla vetta,evitando il traverso che vi passa sotto (devo ammettere che è stato meno rischioso questa volta). Da qui,noto che si può risalire senza mettere i ramponi e giungo in vetta alle 12,55,praticamente sono penultimo (non mi sono smentito,bradipo e tale rimango),l'ultimo ad arrivare lassù è stato Max. Una stretta di mano con tutti,un momento di relax per ciapà fiaa e poi...opss arriva Silvia con la sua torta: buona,leggera e soffice,complimenti! Poi Ewuska,anche lei,sempre gentile mi offre qualcosa,compreso il vino (pure lei,zaino pesante e non è la prima volta: mi ricordo anche nella traversata Tamaro/ Lema) ma al momento non sento il bisogno di mangiare e di bere vino rosso. Mi metto all'opera,estraendo dallo zaino un “dolce peso”,la mitica torta per un peso di kg.2,4 netto per un peso totale compreso la tortiera e il coperchio per proteggerla,di ben oltre i 3 kg. Credo di poter affermare con estrema certezza di essere per ora, il primo a portare un'intera torta (diametro 28 cm.) e più pesante al di sopra dei 3000 metri: almeno in questo nessuno mi ha battuto he he he! Ogni promessa che faccio,per me è un dovere nei confronti degli amici (come ho specificato,facevo la torta,ma non avevo detto che l'avrei portata lassù). Gli amici erano sbalorditi,pure agli sci alpinisti a cui l'avevo offerta e vi assicuro che ne avevo in abbondanza. Max invece ha portato lassù il salame e del formaggio: amico dalla grande generosità,sempre disponibile a questi sforzi piacevoli al palato. Poi dopo la foto di rito,qualcuno scalpita per la discesa: lassù si stava bene,il sole riscaldava e la temperatura era mite,la giacca a vento non serviva,incredibile!!!! Max,giustamente voleva godersela ancora un poco,aveva fatto poche foto ed era giusto che ora si prendesse una piccola soddisfazione: in vetta eravamo solo noi due,pace e silenzio avvolgevano le nostre persone e la soddisfazione di stare lassù,ancora per una mezz'oretta,ci rendeva felici. Ora,bravi coloro che sono arrivati in minor tempo,per primi,per aver fatto un tremila in versione invernale sia per la prima volta che per la seconda volta,ma i veri CAMPIONI sono loro,Aldo e Enrico ai quali “giovani stagionati” vanno i miei più sentiti e sinceri complimenti,perché hanno saputo rinunciare alla cima,questa scelta sofferta gli fa onore,perché per un alpinista o escursionista,il dover rinunciare è una cosa difficile da sopportare,ma secondo me,a maggior ragione li premia di più di coloro che vi sono giunti. Io,come loro ho rinunciato senza alcun problema,più volte e non me ne sono mai pentito: la montagna è sempre là,che ci attende. Mettiamo in pratica e impariamo a rinunciare: sfidare la montagna non è saggio,ma se saremo umili,rispettosi nei suoi confronti,ELLA ci permetterà (salute a parte) di vincerla e violarne la cima. Partiamo alle 14 e scendiamo ramponati per un tratto,poi ci ciaspoliamo,percorrendo tratti nuovi e vecchi di tracciato: scrutiamo l'orizzonte per vedere se gli amici...che ve possino...scomparsi sono! Ma che è? Hanno fretta? Ma noi due,sintonizzati sulla stessa frequenza,ce ne sbattiamo gli zebedei,come del resto lo fanno coloro che stanno più a valle e quindi ce la spassiamo,parlando di ciò che potrebbe accadere e formulando ipotetiche fatti e domande...drinnn,drinnn ma chi è che rompe i @@@@...ooooo,qualcuno si stava preoccupando dei due polentoni? Era Cristina.peso piuma che ha sorpreso sia me che Max per la sorprendente performance nell'arrivare in vetta almeno 45 minuti prima di noi,la quale ha cominciato a domandare cosa fosse successo: rincuorata,ricominciamo a scendere con le dovute soste. Poi raggiungiamo il gruppo ben riposato ed estraggo la torta per offrirla ai tre amici che non l'avevano mangiata: Silvia si vede che è a dieta e la rifiuta,fatto sta che a casa ne è tornata comunque ben poca. Ripartiamo e giunti al punto più ripido,rimango con Enrico che ha difficoltà nel scendere,poi raggiunta la strada la percorriamo,chiaccherando (il fiato in discesa non mi manca) e insieme raggiungiamo le auto,dove gli amici attendevano. Ewuska propone di andare a bere e accetto ben volentieri,peccato che non c'eravamo tutti. Ringrazio tutto il gruppo e mi scuso se non ho potuto scambiare qualche parola in salita: di solito il fiato mi è sufficiente per affrontare il cammino poi,lo sanno tutti: sono quasi sempre solo per almeno 3 quarti di percorso. AMICIZIA: è una grande parola,di notevole valore,chi la ritiene tale la deve rispettare facendone parte,non come opportunità e convenienza (per le proprie tasche),ma con lealtà e rispetto verso l'altra parte,altrimenti non può essere tale. Alla prossima!

        


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

WT4
15 Mär 17
Chilchalphorn (3040m) · Max64
WT4
WT3 WS+
11 Jan 14
Chilchalphorn (3040 m) · Laura.
WS+
6 Jan 13
Chilchalphorn (3040 m) · alpinos
WS
24 Mär 12
Chilchalphorn, 3040 · Nevi Kibo

Kommentare (36)


Kommentar hinzufügen

nano hat gesagt: Che bella compagnia!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 14:29
Complimenti a tutti i partecipanti, come dice la Silvia forse è stato un bene che ognuno sia salito secondo il suo passo e le sue possibilità.
La montagna è sinonimo di libertà.
Mah! Ragazzi. sono contrario a mangiare tanto in montagna ma in compagnia è giusto così

ciao a tutti

Giuliano

Francesco hat gesagt: RE:Che bella compagnia!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 16:08
Ciao Giuliano, un grazie da tutti noi.
Comunque, non siamo riusciti a divorare tutto,mancava ancora qualcuno che ci aiutasse nell'intento.

heliS hat gesagt: RE:Che bella compagnia!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:01
Alla fine non abbiamo mangiato poi cosi tanto ... spiluccato ... un po' qui ... un po' la ...
Solo la grappa ... quella si che mi ha aiutato in discesa ... hi hi hi ...
S.

adrimiglio hat gesagt:
Gesendet am 15. Februar 2011 um 16:34
Complimenti a tutti voi per la splendida iniziativa, oltretutto mi pare dalle foto che sia una cima anche piuttosto impegnativa.
Peccato non esserci, non ci sono parole per descrivere il banchetto sulla vetta, peccato che la torta sia rotolata a valle...

Adry.

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Februar 2011 um 18:34
Parliamo di torta: primo penso tutti l'abbiamo assaggiata e gradito quel retro gusto di arancia e secondo, dopo aver divorato 13 pezzi cosa è rimasto???? ben poco!!!
Lo spirito del Chilchalphorn avra' gradito un assaggio.

heliS hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Februar 2011 um 18:57
Hai ragione! I pezzi erano una ventina, visto che abbiamo sfamato anche gli sci-alpinisti ne è rimasta ben poca per la montagna :)
Mi spiace solo per il contenitore di plastica che è rimasto laggiù ad inquinare, ma non era proprio possibile recuperarlo :(
S.

grandemago hat gesagt: precauzioni!!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 16:42
Continuo a non essere superstizioso ma qualche precauzione la dobbiamo prendere!
In 13 in cima al Resegone e Lella s'è rotta il polso.....in 13 in cima al Kika e la tragedia della torta.....!!!

heliS hat gesagt: RE:precauzioni!!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:00
Verissimo!!!
Anche io lo avevo notato ... e la colpa è solo tua che non sei salito con noi! :P
S.

grandemago hat gesagt: RE:precauzioni!!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:21
Hai ragione......non dovevo cercare di rincorrervi per poi scoppiare come un pollo, ma dovevo tenere il mio "andamento lento" come al Menna.
Là sono arrivato in cima......e non c'erano torte.....che pirla che sono......

heliS hat gesagt: RE:precauzioni!!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:28
hi hi hi ... però dai ... ti è andata bene dopo!
Cmq, anch'io ho fatto fatica perchè all'inizio non era il mio passo. Per fortuna Luca è stato con me x tutto il tragitto cosi ho potuto raggiungere la cima ancora con il fiato in gola :)
La prox volta la torta sarà tutta per te ... però la porti anche!
S.

Massimo hat gesagt: RE:precauzioni!!
Gesendet am 15. Februar 2011 um 22:29
Ma sai il vero motivo per cui non sei arrivato in cima????????????
Di nascosto abbiamo seguito i consigli di Marco Skiboy e ti abbiamo messo dei piombini sugli scarponi e nello zaino x tenerti a freno visto che ultimamente sei scatenato
Pecchi troppo di modestia

Max

Amedeo hat gesagt: Il Giuda
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:23
Ve l'avevo detto che per soli trenta euro avrei fatto la parte del Giuda anche se, senza falsa modestia, mi si addice poco, ma se era per scongiurare qualche hahahaha "tragedia" tortaiola!!, Poi coi 30 euro avrei offerto la birra a tutti!!
Se saliva Grandemago mi offrivo come Barabba!!

grandemago hat gesagt: RE:Il Giuda
Gesendet am 15. Februar 2011 um 19:20
Per questa volta allora ti è andata bene!

Sky hat gesagt: Invidia..
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:53
Invidia a leggere il vostro rapporto..
Invidia per quel 3000 in invernale..
Invidia perchè il giorno dopo ero a ciaspolare nella nebbia, con meta declassata al passo del San Bernardino..

Spero la prossima volta di esserci.. il sabato sono di turno in croce.. spero che vogliate andare alla conquista di un altro 3000.. o anche un 3100 !
..meglio se di domenica !

Ciao,
Luke

heliS hat gesagt: RE:Invidia..
Gesendet am 15. Februar 2011 um 17:56
Cert gite, soprattutto se in tanti, è meglio farle di sabato.
Non dicevi che potevi organizzarti sapendolo in tempo?
Dai, la prox volta ti aspettiamo!
S.

Sky hat gesagt: RE:Invidia..
Gesendet am 16. Februar 2011 um 02:17
>Non dicevi che potevi organizzarti sapendolo in tempo?

Già.. beh.. devo avere fisicamente il tempo di trovare qualcuno che faccia il cambio di turno e scenda al mio posto... ma prometto che la prossima volta lo faccio..
Anzi.. quasi quasi a 'sto punto potrei proporre io giorno e meta..!

>Cert gite, soprattutto se in tanti, è meglio farle di sabato.

Ecco, questo non l'avrei detto.. Il 90% delle gite "sociali" (CAI, CAS, SAT, etc. etc.) si fanno di domenica..

>Dai, la prox volta ti aspettiamo!

Mi fa piacere ! Spero di riuscire ad esserci, in un modo o nell'altro..!

Ciao ! Luke

heliS hat gesagt: RE:Invidia..
Gesendet am 16. Februar 2011 um 06:01
>Ecco, questo non l'avrei detto.. Il 90% delle gite "sociali" (CAI, CAS, SAT, etc. etc.) si fanno di domenica..

Ecco ... è che noi non siamo del CAI, CAS, SAT, etc.
;)
S.

Sky hat gesagt: RE:Invidia..
Gesendet am 16. Februar 2011 um 07:52
Ah, di questo non dubitavo.. :)
ed è bello così !

Mi attrezzerò quindi x le prossime volte..!!

siso Pro hat gesagt: Chilchalphorn
Gesendet am 15. Februar 2011 um 18:41
Bravi Raga!
Complimenti vivissimi per la performance.
Raggiungere un tremila con le ciaspole non è da tutti i giorni; raggiungerlo portando nello zaino bottiglie di vino, forme di formaggio, salami, torte e leccornie varie diventa una festa popolare. È un bel connubio tra sport e piaceri della vita...
Congratulazioni!
siso

Francesco hat gesagt: RE:Chilchalphorn
Gesendet am 15. Februar 2011 um 18:44
Ciao Siso, nel ns. convivio c'era proprio tanta abbondanza, sarebbe bastata anche per qualcuno che ha ricevuto l'invito ma, non è riuscito\potuto partecipare.

beppe hat gesagt: RE:Chilchalphorn
Gesendet am 15. Februar 2011 um 18:51
Ciao Siso ,ti ringrazio per i complimenti speriamo che in un altra occasione farai parte anche tu del gruppo ciao Beppe

Massimo hat gesagt: RE:Chilchalphorn
Gesendet am 15. Februar 2011 um 22:19
La prochaine fois ti vogliamo fra noi........., un salametto possiamo recuperarlo anche per te Grazie ancora x i complimenti

Max

Massimo hat gesagt: Prima o poi.................
Gesendet am 15. Februar 2011 um 23:22
Alberto, Alberto,
prima o poi oltre che a limitare lo spazio disponibile x le foto metteranno dei limiti anche x la parte scritta.
I tuoi racconti anche se molto esaustivi più che a delle relazioni assomigliano a dei brevi romanzi.

Ciao grande BRADIPO
Con affetto
Max

Alberto hat gesagt: Ciao a tutti:
Gesendet am 16. Februar 2011 um 09:22
Be,meno male che cera anche la mia torta di ben 32 pezzi: un piombo di calorie che avrebbero smosso anche i sassi. per me scrivere è sempre una sofferenza e da lento bradipo ci metto costantemente un sacco di tempo: comunque basta saltare il tutto per non avere incubi notturni he he he! a proposito: chi è rimasto a casa (intendo la moglie o il marito) hanno sofferto per il rientro che mi è sembrato abbastanza idoneo? Io alle 20 ero a casa e a me basta e avanza. Per la prossima volta: anticipare la partenza in loco di almeno 1 ora (per i più lenti) in modo tale che non si faccia nessuno il problema di ritenersi una palla al piede (cosa nel modo più assoluto da non pensare) e di poter arrivare lassù e riposare per...1 oretta: come minimo! ciao

grandemago hat gesagt: RE:Ciao a tutti:
Gesendet am 16. Februar 2011 um 14:40
Alberto, tu non sei lento ne in montagna ne a scrivere.
Sali con il famoso "Passo Len in" (lento e inesorabile) inventato dal Bicio di Zainoinspalla, un passo che ti permette di arrivare ovunque e che tutti dovrebbero inparare.
Per quanto riguarda lo scrivere, se facessi una relazione come la tua ci metterei settimane.
Ora però permettimi un'amorevole battutaccia:
Se per te scriverle è una sofferenza, pensa cos'è per noi che le dobbiamo leggere (ah ah ah ah).....perdonami, sto scherzando......e poi con le tue torte puoi permetterti di scrivere tutto quello che vuoi.
A presto Alberto, ciao
Aldo

Amedeo hat gesagt: Lento??
Gesendet am 17. Februar 2011 um 08:46
Alberto non mi sembri proprio lento (perfetto il commento di Grandemago).....e comunque penso che nessuno si sia sentito una palla al piede.......Quando si è in tanti e non ci si conosce tutti non è facile "gestire" il gruppo.....e poi un volta che non ci sono pericoli, si fanno le cose in sicurezza e non si abbandona nessuno da solo.....se non per esigenze di sole (Grandemago docet), ognuno salga col proprio passo.......quando poi saremo allenatissimi, beh......faremo gli skyrunner.....io no, faccio già fatica a correre dietro alle donne......che in questo periodo storico "vanno più forte" di noi uomini.........contente loro di essere in fuga!!

grandemago hat gesagt: RE:Lento??
Gesendet am 17. Februar 2011 um 13:58
Smetti di rincorrerle e loro smetteranno di scappare.....è meno faticoso e più redditizio!

Francesco hat gesagt: RE:Lento??
Gesendet am 17. Februar 2011 um 17:24
... CHE PORTINAIE !!!!!!.

heliS hat gesagt: Portinaie ...
Gesendet am 17. Februar 2011 um 18:16
... e per di piu' curiose!
:)
S.

Sky hat gesagt: RE:Portinaie ...
Gesendet am 17. Februar 2011 um 18:19
Le portinaie sono sempre curiose...
Per definizione !!

Amedeo hat gesagt: Taccio ...
Gesendet am 17. Februar 2011 um 18:25
Non parlo più.....dico solo che non si chiama Grandemago a caso(!!!) e che......c'è troppa gente (uomini e donne) che si prendono troppo sul serio.......

heliS hat gesagt: RE:Taccio ...
Gesendet am 17. Februar 2011 um 18:37
>c'è troppa gente (uomini e donne) che si prendono troppo sul serio.......

come concordo ....

S.

grandemago hat gesagt: RE:Taccio ...
Gesendet am 17. Februar 2011 um 20:20
Adesso la gente paga lo psicologo per raccontargli i fatti propri, quando una volta le portinaie ti ascoltavano gratis.......
W le portinaie!


Alberto hat gesagt: Grazie per l'incoraggiamento!
Gesendet am 18. Februar 2011 um 09:47
Vi ringrazio,Amedeo e Aldo,so che molti mi anno già detto che il mio passo è un buon passo,lento ma costante (fin che il fiato me lo permette): la fortuna (dipende se tale la si consideri) è che nell'andar piano riesco a memorizzare meglio tutto ciò che mi circonda e valutare cosa è meglio fare: senza la tecnologia elettronica che incasinerebbe i neuroni. Ciao: il bradipo

gbal hat gesagt: Un corale BRAVI!
Gesendet am 18. Februar 2011 um 16:51
a tutti, cominciando dall'organizzatore Francesco e finendo con Billie che, poverina non ha potuto stendere la sua relazione ma sicuramente ha gioito come tutti voi, anche se pure lei, forse, tira il fiato, magari di nascosto! Davvero ottima escursione, ottima meta di impegno, ottimi compagni che pur nelle rispettive autonomie e possibilità hanno VINTO tutti.

Francesco hat gesagt: RE:Un corale BRAVI!
Gesendet am 18. Februar 2011 um 16:59
Grazie Giulio, la prox volta sarai dei ns.


Kommentar hinzufügen»