Pizzo Alto alla Croce 2547 m; da Tiolo per la Val Raltana


Publiziert von Gianluca , 16. Mai 2007 um 22:39.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:12 Mai 2007
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 1770 m
Abstieg: 1770 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Trivio di Fuentes-Sondrio-Tirano-Grosio-Tiolo.
Kartennummer:CNS 1:50000 279 Brusio

Da Tiolo (770 m circa), per stradina fra i prati, raggiungere le prime case di Somtiolo (830 m circa). Sulla destra stacca una stretta stradina; essa conduce con alcuni tornanti alla bella località di Taronno 1110 m. In direzione ENE salire per una ben marcata mulattiera; essa si affaccia sopra la conca di Sondalo per raggiungere in seguito quella proveniente da Verzago. Ora con ripido percorso, passando da alcune belle radure, si arriva a Madrisio 1763 m. Da questo bel maggengo, bisogna rintracciare il sentiero che in direzione ESE, permette di arrivare allo spartiacque con la Val Raltana. Proseguire con esso, ora piuttosto pianeggiante, ed arrivare sul fondo della Val Raltana. Seguire il fondovalle fino alla quota di 2200 m circa; qui è possibile rintracciare sulla destra (poco sopra il fondovalle) un'ottima traccia che con comodo percorso conduce alla sella (2458 m) situata fra la massa incombente del Monte Serottini e la vetta maggiore del Pizzo Alto alla Croce (2547 m). Per la cresta SE di quest'ultimo, senza difficoltà alcuna, si raggiunge la grande croce di vetta. Panorama mozzafiato, in specie per l'enorme dislivello che separa la vetta dai sottostanti abitati di Grosio e Tiolo (quasi duemila metri!).
 
DISCESA: per il medesimo itinerario.
Escursionisti dotati di buon senso d’orientamento possono tentare anche questa discesa: tornare alla sella di quota 2458 m, poi scendere per tracce nella pietrosa conca a SW. In fondo ad essa, si rintraccia un ottimo sentiero che passando ai piedi (N) della quota 2390 m, scende ad incrociare la mulattiera militare proveniente dal Monte Varadega. Per essa scendere (con bel percorso), sempre sulla dorsale a sinistra della Val di Lago, arrivando così nelle vicinanze delle baite a quota 1428 m. Ora attraversare su strada la Val di Lago ad imboccare, immediatamente al di là del torrentello, una mulattiera che conduce nuovamente al torrente della Val di Lago a quota 1200 m circa, nei pressi di una strada sterrata (questo tratto, a destra della Val di Lago, non è per nulla semplice da rintracciare). Ora si scende per la mulattiera a monte dei bei prati di Vedait 1132 m; essa cala ripidamente verso lo sbocco della Valle Maggiore, ove proseguendo come strada sterrata, va a terminare alle case di Tiolo (770 m circa).
Questa escursione si svolge in ambiente appartato e piuttosto selvaggio. I sentieri, eccettuato qualche raro cartello, non sono affatto segnalati.
Gita effettuata in compagnia di Sandra e Giovanni. Il tempo si riferisce alla sola salita.

Tourengänger: Gianluca

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»