Via Ferrata del Centenario


Publiziert von paoloski Pro , 27. Oktober 2010 um 21:56.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:23 Mai 2010
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Klettersteig Schwierigkeit: WS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 3:30
Aufstieg: 575 m
Abstieg: 1273 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Lecco si seguono le indicazioni per la Valsassina e quindi quelli per la funivia per i Piani d'Erna. Grande parcheggio.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Dalla cima del Resegone esistono diverse possibilità di discesa, più o meno lunghe, dai Piani d'Erna, se non si prende la funivia, si può scendere passando per il rifugio Stoppani o per il Passo del Cammello.
Unterkunftmöglichkeiten:rifugio Stoppani rifugio Azzoni
Kartennummer:CNS 297 Como; Meridiani Montagne "Grigne"

Ogni anno per il corso di introduzione alla montagna portiamo gli allievi a fare una ferrata, per alcuni è l'inizio di una passione, per altri la prima ed unica esperienza di ferrata, per molti è comunque il primo approccio con vuoto e verticalità.  Quest'anno torniamo in zona Lecco, io e Fabio decidiamo per la ferrata del Centenario, è già stata fatta ma dall'ultima volta è stata rinnovata rendendola molto meno soggetta alla caduta di sassi. E' una bella giornata di sole, arriviamo sul piazzale della funivia dei Piani d'Erna e, visto che fra accompagnatori ed allievi siamo in tanti, riusciamo anche ad avere uno sconto sul biglietto di sola salita. Arriviamo ai Piani d'Erna e subito qualcuno si perde al bar! Ricompattato il gruppo partiamo in direzione del Passo del Fò (segnavia n° 5) a cui arriviamo in circa un'ora per un sentiero più che agevole.
 Dal passo, dove conviene indossare l'imbrago (più spazio e più sole) in pochi minuti si arriva all'attacco della ferrata, controlliamo nodi ed attrezzatura agli allievi e partiamo: un accompagnatore, due allievi, un accompagnatore... come al solito, qualcuno si blocca subito ma con un po' di pazienza lo si convince e si prosegue, d'altronde l'attacco è decisamente verticale! Una lunga sequenza di scalini comunque ben posizionati e con il cavo ben piazzato. Dopo questo primo tratto la pendenza si fa comunque più dolce e si prosegue in un canale, rispetto a qualche anno fa il percorso è stato "alzato" in modo da non percorrere il fondo del canale dove, inevitabilmente, i sassi cadono. Il percorso si svolge su tratti in ombra che sono umidi nonostante il tempo bello e caldo,  Si alternano tratti dove si cammina o ci si alza su pendenze moderate ad altri con scalini su tratti più verticali. Il cavo si alterna a tratti con catene. La ferrata termina a 1450 m circa su un magnifico e panoramico dosso erboso, seguiamo il sentiero in salita e un centinaio di metri più in alto incontriamo il sentiero n° 1 che porta al rifugio Azzoni. L'idea iniziale era di proseguire per la vetta del Resegone proseguendo per la via ferrata De Franco Silvano ma un incredibile affollamento e il conseguente "tappo" ci fanno desistere dopo pochi metri per cui scendiamo per il ripido canalone sulla destra. Tornati al sentiero n° 1 saliamo al rifugio Azzoni e da qui, in pochi minuti, alla sovrastante ed affollatissima cima del Resegone. Dopo il pranzo scendiamo per il sentiero sul versante est che sovrasta il paese di Morterone, il comune più piccolo d'Italia, il sentiero prosegue, all'ombra, in direzione nord fino ad un passo a quota 1531 m attraverso il quale torniamo sul versante ovest, dove ci accoglie un sole splendente, ed in breve siamo ai Piani d'Erna, prendiamo il sentiero in direzione del rifugio Stoppani, proseguiamo attraversando il bell'abitato di Costa e, finalmente, siamo al parcheggio dove ci rinfreschiamo con una bella birra. Una bella ferrata,dopo la riattrezzatura è anche divenuta molto più sicura (precedentemente era veramente molto esposta alla caduta di sassi), cavi e catene sono ben posizionati ( a differenza della De Franchi Silvano dove la catena molto grossa crea qualche problema di scorrimento), adatta anche a chi volesse, accompagnato da qualcuno più esperto, fare la prima esperienza di ferrata.  

Tourengänger: paoloski


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt: Salute!
Gesendet am 28. Oktober 2010 um 19:50
Dico così perchè oggi ben 11 tue relazioni sono apparse su Hikr; sulle prime credevo tu fossi uno nuovo ma poi ho visto che ti sei iscritto tra i primi. Devo dedurre quindi che adesso hai....vuotato il sacco e che sacco! Complimenti; credo che ora devi lasciarci un po' di tempo per gustarci il tutto.
Per ora... complimenti e "benvenuto", almeno come autore.
Ciao
Giulio

paoloski Pro hat gesagt: RE:Salute!
Gesendet am 28. Oktober 2010 um 21:18
Ciao Giulio,
in effetti mi sono iscritto ad Hikr un bel po' di tempo fa ma per aggiungere le mie gite ho atteso di avere una linea ADSL, abito in mezzo ai "bricchi" e c'è voluto un po' perchè arrivasse anche qui, poi ho mandato un po' di rapporti ma solo l'altra sera mi sono accorto della possibilità di aggiungerli alla pagina della comunità.
Comunque visto le previsioni meteo, pessime anche per questo weekend, penso che aggiungerò ancora qualcosa...
Ciao, paolo


Kommentar hinzufügen»