Cima di Gagnone (2518 m)


Publiziert von tapio , 17. Oktober 2010 um 10:43.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:15 Oktober 2010
Wandern Schwierigkeit: T5 - anspruchsvolles Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Cima di Gagnone 
Zeitbedarf: 4:15
Aufstieg: 1710 m
Abstieg: 1710 m
Strecke:Gerra Verzasca loc. Fromighera - Corte di Fondo - B.tta dello Scaiee- Cima di Gagnone
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Si percorre la Val Verzasca fino a Gerra, località Fromighera. Lasciare l'auto nel posteggio di fronte alla fermata del bus.

Il mio ingresso nel mondo di hikr avviene con il racconto dell'escursione alla Cima di Gagnone.
Partenza da Gerra Verzasca (fraz. Fromighera) alle 07.45 dal posteggio nei pressi del ponte sulla Verzasca. Subito dopo l’attraversamento, continuo, come nei cinque minuti precedenti,  a seguire le indicazioni per Corte di Fondo e Cap. Efra. I primi mille metri di dislivello si dissolvono nel freddo del bosco non baciato dal sole, con una notevole pendenza che permane con regolarità. Poco sopra Corte di Fondo, attorno alle 10.00, arrivano i primi raggi di sole, accompagnati dalla prima magica visione della parte sommitale del Poncione d’Alnasca. Si vede solo la croce e poco altro, ma finalmente si ha la possibilità di accorgersi che esiste anche il lato nord… È un diamante irresistibile questa montagna, e dovunque si ha la possibilità di racchiuderla nel campo visivo, vale la pena di farlo. Ma torniamo all’escursione odierna. Da Corte di Fondo il sentiero continua con la stessa importante pendenza fino ad arrivare in una zona più pianeggiante dove si presentano alla vista dei laghetti semi-prosciugati. Da qui si sale poi, già intravedendo la meta odierna, fino al bivio che porta, a destra, alla Bassa di Motto, e a sinistra al Passo di Gagnone. Prendo verso sinistra, lasciandomi sulla destra, sopra di me, la Cima di Gagnone, e superando due cime rocciose arrivo alla Bocchetta dello Scaiee. Vista stupenda sulla Val d’Efra, Lago d’Efra, Cima d’Efra, Passo del Gagnone, prima di cimentarmi con la vera difficoltà della giornata. Infatti a destra, per raggiungere l’agognata meta, devo seguire la VAV e riporre i bastoni nello zaino. Specialmente l’inizio di questa seppur breve tratta presenta delle difficoltà da non sottovalutare: passo fermo, assenza di vertigini, abbondante uso delle mani caratterizzano il percorso obbligatorio per superare le due cime rocciose che mi sono lasciato alle spalle precedentemente percorrendole alla base. Adesso invece le passo per cresta seguendo le indicazioni blu-bianco-blu di questo tratto di Via Alta della Verzasca. Un’avvertenza: questo tratto è da percorrere solo con roccia asciutta, quindi astenersi in caso di maltempo. Dopo la seconda cimetta, il percorso per la Cima di Gagnone rimane impegnativo fino a 100 metri prima della vetta: ma per il ritorno penso già di evitare la VAV a ritroso, intravedendo un canalino che, anche se non segnalato, pare meno impegnativo. Sulla cima il panorama è signorile: oltre al già citato Poncione d’Alnasca (e tutta la cresta – e la cima - della Föpia), si intravede la cima del Poncione Rosso e dall’altra parte Monte Rosa, Basodino, e poi Terri e Adula, per citarne solo alcuni, e poi a sud, tra il Pizzo Vogorno e il Tamaro fa capolino addirittura il Generoso. Da restare a bocca aperta! Ma non dimentichiamo uno dei motivi che mi hanno fatto scegliere questa vetta: la meravigliosa vista su tutta la meravigliosa Val d’Ambra/Val Gagnone, fino quasi a Personico (che rimane un po’ in ombra, ma si intuisce che è lì). Pranzo veloce (tira una certa arietta…), saluti sul libro di vetta e discesa dal canalino per arrivare nel pianoro sottostante e reincontrare il sentiero che proviene da Gerra e Corte di Fondo.  Da qui in poi, seguendo il sentiero già fatto in mattinata, giù fino al fondovalle per rinfrescare i dolenti piedini nel gelido serpente d’acqua della Verzasca. Escursione bellissima, in una pace estrema, e al cospetto di montagne da onorare! Onoriamole!

Tourengänger: tapio


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (16)


Kommentar hinzufügen

clotilde hat gesagt: Bevenuto
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 16:02
Benvenuto tra noi e buone camminate Cominci bene 1710 di dislivello sono super
Ciao Tilde

tapio hat gesagt: RE:Bevenuto
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 17:10
Grazie Tilde per il benvenuto, mi sento proprio a casa qui. Quasi come in mezzo alle montagne. Ciao, Tapio

ivanbutti hat gesagt:
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 17:29
Ciao Tapio; confermo con piacere il commento di Tilde sia sul benvenuto sia sull'inizio davvero notevole.
Tante buone escursioni, Ivan

tapio hat gesagt: ciao
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 17:43
Grazie Ivan, essere accolti così calorosamente è davvero una piacevole sorpresa!
Grazie ancora e tante buone escursioni anche a te, Tapio

beppe hat gesagt: BENVENUTO
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 21:24
Ciao Tapio : benvenuto nella comunita e complimenti per la salita al sosto , buone escursioni Beppe

tapio hat gesagt: RE:BENVENUTO
Gesendet am 17. Oktober 2010 um 21:35
Grazie Beppe per il benvenuto, e, per il Sosto, basta prendere il sentiero giusto e seguirlo con prudenza. Buone escursioni anche a te, Fabio

Jules hat gesagt:
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 06:23
Ciao Tapio!
Ottima scelta per il tuo primo rapporto! Tutto ciò che "sa di Verzasca" mi stuzzica sempre... :)
A presto!
Jules

tapio hat gesagt: RE:
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 08:25
Ciao Jules, e grazie! Anche io sono assogettato al fascino misterioso della Verzasca. Ho dato un'occhiata ai tuoi ultimi rapporti, sono davvero una bomba! Complimenti e a presto, Tapio

gbal hat gesagt: Benvenuto anche da me
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 10:10
Ciao Tapio. Hai fatto un ingresso più che onorevole nella comunità presentandoti con questa escursione di tutto rispetto. Io ho solo "annusato" la Val Verzasca ma ho intravisto un gran ben di Dio.
Giulio

tapio hat gesagt: RE:Benvenuto anche da me
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 13:32
Ciao Giulio. Ti ringrazio per le tue parole di benvenuto, ho visto la tua relazione sul Poncione d'Alnasca, non si può proprio dire che sia solo "un'annusatina"... comunque è vero, la Verzasca è uno scrigno prezioso. Ciao!
Fabio

Sky hat gesagt: dislivello e T5..
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 12:37
più che per il dislivello (anch'io mi sono fatto escursioni di più di 1500 m di salita, alla Tete Blanche addirittura 1900 m di discesa..!) io ti faccio i complimenti per il T5 : fare tanti metri di dislivello su un sentiero "facile" è solo una questione di "resistenza".. fare passaggi brutti è una questione di "tecnica". Quando vedo cose da T4 in su, chapeau a chi le ha fatte !

Ciao e benvenuto dal penultimo arrivato !

Luke

tapio hat gesagt: RE:dislivello e T5..
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 13:40
heilà Luke, grazie per i complimenti, ma il T5 vale solo per l'ultimo pezzo, dalla Bocchetta alla Cima. Non sarebbe comunque nei miei mezzi fare 1700 di dislivello tutti di T5! Grazie per la calorosa accoglienza, a presto,
Tapio

Sky hat gesagt: RE:dislivello e T5..
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 13:52
Beh, ovviamente il grado di un percorso è dato dal passaggio più difficile, ma basta quello (a me è successo !) per obbligarti a tornare indietro, se è al di sopra delle tue possibilità.
A presto, Luke

tapio hat gesagt: RE:dislivello e T5..
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 22:29
Anche a me è successo, e non solo per un passaggio difficile, una volta addirittura per il vento gelido, ed era in settembre, qualche anno fa: quanto conta la meteo...!
Ciao, Tapio

giorgio59m hat gesagt: Benvenuto
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 15:28
Bravo Tapio, un ingresso alla grande con due uscite così !
complimenti.
Ciao
Giorgio

tapio hat gesagt: RE:Benvenuto
Gesendet am 18. Oktober 2010 um 22:38
Grazie Giorgio, io sono nuovo qui e non mi aspettavo una così calorosa accoglienza: ma forse tra persone che condividono una così pura passione non è poi così difficile essere in sintonia. A proposito, che bella la frase che campeggia in fondo alla tua home page: fa venire i brividi.
Ciao, Tapio


Kommentar hinzufügen»