Trekking in Perù - Huayllapa 3490m/Quebrada Gashpampa 4550m - campo 8


Publiziert von Floriano , 8. Dezember 2010 um 22:47. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Peru
Tour Datum:27 August 2010
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS-
Wegpunkte:
Geo-Tags: PE 

UN VIAGGIO CHE VALGA LA PENA TI PORTA SI A VEDERE NUOVE MONTAGNE, NUOVI MARI E NUOVE PIANURE, MA SOPRATUTTO A COMPRENDERE NUOVI UOMINI, MENTI DIVERSE, INTERPRETAZIONI PER NOI INSOLITE DEL MONDO.
(Fosco Maraini - Paropamiso)

Giorno precedente: Cuyoc 4492m/Huayllapa 3490m - campo 7

Commento di Chiara e Floriano

Dopo la tappa soft di ieri ci aspetta una giornata impegnativa: 1300 mt circa di dislivello in salita - dai 3490 mt di Huayllapa al Tapusc Punta 4770m- e poi 200 mt di discesa per arrivare al campo 8.
Quindi forza e coraggio: i continui dislivelli, le notti in tenda sotto zero e i chilometri percorsi cominciano a farsi sentire!
Da Huayllapa imbocchiamo la Quebrada Milo percorrendo un sentiero in salita, ma non esageratamente ripido, sin a Q4000. Poi la pendenza aumenta considerevolmente per portarci in breve tempo all'inizio della Quebrada Huatiag: 300 mt di dislivello che si fanno sentire, sopratutto a livello di fiato per qualcuno!
Al termine della salitona quindi ci dedichiamo ad una sosta rigenerante.
Si riparte percorrendo la Quebrada Huatiag e si incomincia a scorgere il versante S del Diablo Mudo 5350m (la cima che dovremo fare domani). La salita verso il Tapusc Punta è lunga e con una pendenza non esagerata ma costante fino a 4600 mt. Poi inizia un interminabile tratto in falsopiano  ...sorpresa ... incomincia a nevicare: palline ghiacciate finissime che sembrano quasi polistirolo. Sembrano non bagnare ma la temperatura si abbassa drasticamente. E comunque ci tocca fermarci e tirar fuori guscio e coprizaino.
Proseguiamo ormai stanchi la salita, arriviamo finalmente al passo dove un vento gelido ci convince a non fermarci per la sosta pranzo e a proseguire direttamente verso il campo a Q4550 che raggiungiamo dopo circa un oretta di tregua maltempo visto che nel frattempo ha smesso di nevicare. 
Giusto il tempo di sistemare tende e sacche la neve riprende:e stavolta abbondantemente!

Ci rintaniamo tutti nella tenda cucina preoccupandoci circa il proseguio del trekking ...
... entra Fausto e magicamente esclama "avete visto che bella stellata!".
Lo guardiamo tutti pensando che la quota deve avere qualche strano effetto su di lui ma dopo poco siamo fuori dalla tenda, nonostante il gelo, a fissare l'incredibile cielo sgombro dalle nubi e limpidissimo.
E quindi domani il Diablo Mudo ci aspetta ... Domani!? ... Stanotte, visto che la partenza è prevista per le 3,00 (con colazione alle 2,30 e sveglia alle 2,00).
E si spera per tutti ...
Giovanna, sempre gentilissima e disponibile, per festeggiare ci prepara una spaghettata all'italiana super che viene apprezzata e divorata in men che non si dica e poi tutti a nanna!

Partecipanti: Chiara, Edgar, Fausto, Floriano, Giovanna, Ludovico

Giorno successivo:
El Diablo Mudo 5350m (Chiara)
Quebrada Gashpampa 4550m/Laguna Jahuacocha 4050m - campo 9 (Floriano)

Tourengänger: Floriano, Chiara


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»